Halo Canon Fodder

Nell’edizione di Halo Cannon Fodder di ieri, 343 si concentra principalmente sul Q&A, cominciando con consigli su quali domande bisognerebbe evitare di fare perché verrebbero ignorate (come domande che svelano parte della trama e domande specifiche su date di pubblicazione e sul gameplay). Passando alle domande vere e proprie:

Com’è stata realizzata la Rovina del Profeta, la lama energetica dell’Arbiter?

Ci sono diversi modelli di lama energetica, i più comuni sono chiaramente quelli che sono stati prodotti in maggior numero nelle fucine Covenant. Vi è comunque un gran numero di modelli singolarmente personalizzati creati dai mastri.

Il grado di Zelota è stato usato in modo inconsistente più volte, cambiando colore nei vari videogame e/o corazza. Mi chiedo quindi se alcuni dei cambiamenti introdotti e reintrodotti come in Broken Circle e Halo 2 Anniversary sono revisioni di design precedenti o se semplicemente le diverse uniformi rappresentano titoli o posizioni differenti.

Gli zeloti sono un ordine militare a sé stante e con una graduatoria interna che varia di flotta in flotta o addirittura di ramo in ramo.

Che origine hanno le strutture di pietra viste sull’Installazione 05? (ndr: Delta Halo)

Gli archeologi umani continuano ad analizzare gli artefatti recuperati da Delta e Gamma Halo, anche se le osservazioni sul campo sono state ostacolate dal lavoro di manutenzione e conservazione delle Sentinelle locali.

Può un’IA furba realmente scegliere o modificare il suo Avatar? Gli unici casi visti sono stati Black Box e Mack/Loki.

Tutte le IA furbe dispongono di avatar olografico che utilizzano per interagire col mondo circostante. L’immagine creata dall’IA per rappresentarsi è il risultato delle risposte emotive su base del comportamento umano, e sono quasi universalmente figure umane di uomo o donna con varie forme di vestiario. Alcune tuttavia preferiscono forme astratte, come rari esempi quali oggetti geometrici o silhouette con sembianze vagamente umane quali bocca o occhi. Questi avatar sono poi modificati dopo aver raggiunto piena consapevolezza, ma le IA furbe trovano difficoltoso il modificare sostanzialmente la loro forma originaria. La ragione per cui le IA decidono di possedere questo aspetto per interagire con l’uomo e per cui non riescano a cambiarlo non è pienamente compresa; tentativi di alterare questo comportamento sono stati catastrofici e hanno generato comportamenti e personalità anomale.

Dal momento in cui le mappe multigiocatore di Halo 2 Anniversary sono diventate canoniche, mi sono chiesto: Lo sono tutte le mappe Multigiocatore di Halo, o solo quelle nella Master Chief Collection? Se così fosse, sono tutte all’interno dell’operazione Anvil?

Le mappe di simulazione per Giochi di Guerra sono quasi sempre basate su luoghi ed eventi reali, sebbene i designer hanno libertà di creare innumerevoli varianti a scopo di ricerca e allenamento diversificato. La Stazione Anvil è equipaggiata con strutture adibite alla simulazione Giochi di Guerra che possono basarsi su qualunque variante di mappa esistente scelta dagli ufficiali del programma.

Il M145D Rhino è ancora utilizzato dopo il 2552?

Alcuni sono ancora in servizio, ma il loro utilizzo è stato sporadico durante la seconda metà della guerra Umani-Covenant, soprattutto perché non vi sono state le risorse per continuare lo sviluppo dei prototipi originali. Tuttavia l’UNSC dopo la guerra ha pensato di ripristinare vari programmi tra cui il Rhino, dato che vi erano di nuovo le condizioni adatte, in particolare il Rhino è diventato il giocattolino di Isaac Richardson, uno dei più importanti ufficiali gestionali dell’UNSC.

La classe di fregata Strident ha rimpiazzato altre classi già esistenti dopo la guerra Umani-Covenant?

La classe Strident è all’interno della più recente generazione di astronavi all’interno della flotta UNSC, tuttavia non sono rimpiazzi per classi già esistenti.

Quale è stata la sorte di Luro ‘Taralumee e della sua flotta dopo l’Operazione: Warm Blanket?

Luro ‘Taralumee è vivo e considerato pericoloso a causa della sua devozione per il Grande Viaggio e gli ideali Covenant. In seguito al vuoto di potere dovuto all’assenza dei Profeti, ‘Taralumee ha tentato di consolidare la sua posizione e guadagnare potere fra coloro ancora fedeli al Covenant, per scopi ancora sconosciuti.

Quando è nato Michael Stanforth, noto anche come “Il Vice Ammiraglio”?

Il Vice Ammiraglio Michael Stanforth è nato il 15 Luglio 2486.

La “Bibbia di Halo” era dettagliata e pianificante a sufficienza per coloro che lavoravano a Bungie, al punto tale per cui avrebbero potuto prevedere il ruolo del Didatta e della Bibliotecaria in Halo 4? Letteralmente prevedere gli eventi di Halo 4?

L’alone di mistero intorno alla “Bibbia di Halo” arriva fino agli albori di Halo. Andiamo dunque a vedere un’intervista con Robt McLees, la cui maestria di penna e pennello hanno reso possibile la vera esistenza di Halo:

Che cos’è esattamente la Bibbia di Halo?

In assenza di una migliore descrizione, si tratta della congregazione di bugie, dannate bugie e mezze verità intorno alle quali è costruito l’universo di Halo. E’ il tomo che descrive le decisioni principali (e che di conseguenza viene esteso da queste ultime), un indispensabile strumento che ci aiuta a mantenere il filo conduttore di tutte le storie che abbiamo raccontato. Non neghiamo di aver fatto errori in questo senso (ma stiamo comunque migliorando).

Qual’è lo scopo di un siffatto documento? Non è una vera Bibbia; Joe Staten lo definisce “il deposito delle buone idee”; dunque, è realmente così?

E’ entrambi, a dire il vero. Vi sono molte buone idee e molto altro lì dentro, ma viene anche usato per istruire i nostri partner riguardo a specifici aspetti dell’universo di Halo. Che si tratti della nomenclatura di una specifica razza aliena o di un particolare cantiere navale UNSC, le capacità di un’arma o veicolo (vi sono differenze tra gioco e storie narrate), o le motivazioni che animano un gruppo o un singolo.

Per qualunque intento e scopo, questo vale ancora oggi. Sebbene la Bibbia di Halo include piani su piani per storie ancora da raccontare, è più precisamente una nebulosa da cui le stelle e i mondi di Halo vengono prodotti e fatti esistere, sperando che il loro futuro sia radioso e continui a irradiare i fan con il calore delle loro storie per un lungo tempo a venire.

Qual’è il nome della fregata FFG-127, e qual’è il nome e classe della DD-993?

La FFG-127 vista nella cinematica introduttiva di Halo 3: ODST è di classe Charon, una fregata leggera di nome UNSC Chioglossa. La Chioglossa venne danneggiata durante le fasi iniziali della Battaglia della Terra, il 20 Ottobre 2552, mentre la ciurma tentava di respingere valorosamente il Profeta del Rimorso e la sua flotta, Sacred Consecration.

Per quanto riguarda la DD-993, vista in Halo: Legends The Babysitter, ovvero la UNSC Kronstadt, si tratta di una nave di classe Diligence che iniziò la sua vita sotto l’Autorità di amministazione coloniale come nave di prevenzione della guerra. Venne decommissionata e poi ripristinata durante la guerra coi Covenant.

 Il caporale Palmer di Halo: Evolution nella storia “Palace Hotel” è lo Spartan Sarah Palmer?

No.

I Cambiamenti di corazza e sembianze dei Sangheili nei videogame verranno spiegati canonicamente?

Innanzitutto, in futuro discuteremo più ampiamente riguardo a questo argomento, lo abbiamo accennato in diverse occasioni. Fisiologicamente, i Sangheili raggruppano una grande varietà di fenotipi, con differenze in forme del cranio e sembianze della pelle. Per quanto riguarda le corazze, per farla breve le loro corazze sono disponibili in tantissime varianti di forma e colore, alcune designate per ruoli specifici e particolari obiettivi missione, mentre altre hanno origine in un sistema gerarchico. Per esempio la corazza da combattimento Ranger ha moltissime varianti, tutte pensate per un preciso scopo. Altre corazze, perfino i colori in alcuni casi, sono più di natura cerimoniale. A complicare la cosa vi è un contrasto tra tradizioni Sangheili e preferenze dettate dai Covenant.

Quali sono le dimensioni del UNSC Condor?

Lunghezza: 42.8m

Ampiezza: 25.2m

Altezza: 13m

VARIANTI:

D80: Modello originale basato sul Pelican D77C. Le sue potenzialità di viaggio iperspaziale erano limitate, con tempi di transito circa doppi rispetto a veicoli più grandi a disposizione ai tempi.

D81: Modello del dopoguerra, dotato di motore transluminare più efficiente. L’alloggio per l’addetto armi/sensori in genere veniva rimosso o trasformato in un seggio dedicato a VIP.

D81WP: Le varianti WP (Weapon Package) viene commercializzata dalla Misriah Armory all’UNSC, a corpi paramilitari e di sicurezza intraplanetaria. Mantiene il doppio autocannone del D79.

U81: Designazione non ufficiale per Condor utilizzati dall’ONI per ricognizione e sorveglianza. Indistinguibile dall’esterno da un velivolo civile, dispone di strumentazione per la guerra elettronica, un insieme di sensori passivi e un motore transluminare militare. Spesso rinominato “Subprowler” (predatore) perché adatto a missioni sotto copertura, sebbene non disponga di mimetizzazione ottica e dai sensori.

Nei giochi in edizione Anniversary (CEA, H2A), la nuova grafica è “più canonica” di quella vecchia? Mi riferisco ad esempio a grandi modifiche quali ad Alta Opera o alla Mente Suprema.

Nella maggior parte dei casi, gli elementi visuali definiti “Anniversary” sovrascrivono i precedenti. La Mente Suprema è fra quelle.

Come ha fatto Jun-A266 a fuggire da Reach?

Jun-A266 (unico superstite del Noble Team), al momento è impiegato nel programma Spartan-IV in una posizione importante; tuttavia i documenti che raccontano come sia sopravvissuto a Reach rimagono nascosti e inaccessibili.

 

In seguito 343I dice che è disposta a far chiarezza su cose poco chiare, errori o contraddizioni che possono emergere dall’Universo di Halo. In seguito viene annunciata una analisi più o meno approfondita della campagna virale HUNTtheTRUTH anche su Cannon Fodder.
Infine 343 ringrazia chi ha partecipato al contest di immagini di Sangheili indetto circa due settimane fa, annunciando un successivo contest basato su immagini di Droni (Yanme’e)