Left 4 Dead

Al termine dello scorso anno abbiamo mostrato una serie di mod che permette alla versione pc di Left 4 Dead 2 di assumere una veste simile al mondo di Halo; principalmente si tratta di modelli poligonali di armi, personaggi e oggetti scenici, ma il più grande impatto visivo è dovuto alle mod dell’interfaccia grafica che simulano l’Hud di una corazza Mjollnir. L’immersività è ulteriormente amplificata da alcune mod al reparto sonoro.

Lo scar-L diventa un BR di Halo 3, con tanto di effetti sonori. Gli infected sono Forme da combattimento e i loro attacchi in massa sembrano l’assalto dei Flood

Nel corso di quest’anno sono state introdotte ulteriori modifiche che permettono una simulazione ancora maggiore, grazie alla sostituzione degli infected normali con forme flood marine, di alcuni infected speciali con varianti a tema Halo come uno Spartan infetto di Halo 4 e di alcuni oggetti scenici quali graffiti, messaggi su monitor o posters.

Recentemente anche il menù principale è stato modificato, con musiche di Halo 3: ODST e icone che riprendono i temi della campagna di Halo.

L’attacco di un infected/Flood ad un Survivor/Spartan armato di machete/lama energetica.

Su steam è disponibile una collection di mod realizzata da noi, contenente tutte le mod più interessanti fra quelle disponibili su Steam Workshop e che non dovrebbe causare alcun conflitto interno; le mod hanno effetto sia sulle campagne del primo che del secondo Left 4 Dead. Se non siete pratici di Steam Workshop, è sufficiente iscriversi alla collezione per avviare il download dei suoi contenuti, ed una volta avviato Left 4 Dead basta attendere il caricamento nel menù principale.

Doveste ancora essere indecisi, ecco un video dimostrativo delle mod in azione.