E’ dalla fine della prima stagione, nell’ormai lontano 2015, che il pubblico appassionato dell’opera di ONE, disegnata poi da Yusuke Murata nell’edizione manga, attende il seguito.
One Punch Man è stato un fenomeno che ha scosso l’ambiente degli anime giapponesi, proponendo uno show che incarna la destrutturazione di tutti quei cliché che ci siamo sorbiti negli anni guardando shonen su shonen.

Ebbene, dopo la serie manga (che, dal punto di vista di trama, va di gran lunga oltre al combattimento contro Lord Boros visto nell’ultimo episodio della serie animata) e, soprattutto, dopo una serie di rumor infondati e silenzio radio, è stato reso ufficiale che la seconda serie di One Punch Man possiede una data di uscita, nipponica, concreta, fissata per il fin troppo lontano 2020.

Tuttavia, la premiere della seconda stagione avverrà il 12 agosto di questo stesso anno, fra pochi giorni, e si terrà proprio là dove nasce: nella Terra del Sol Levante.
Ci auguriamo vivamente che la serie vega doppiata per poter tornare a vedere (o meglio “sentire“) il dinamico duo Alessandro Campaiola/Flavio Aquilone rispettivamente nei panni del protagonista Saitama e Genos il Cyborg.