Il presidente della programmazione HBO, Casey Bloys, si è recentemente espresso in merito all’attesissima stagione conclusiva di Game of Thrones. L’occasione si è presentata nel corso di un’intervista rilasciata a ew.com, di cui riportiamo in seguito una traduzione. Ovviamente non si è parlato soltanto della nota serie tratta dai romanzi di George R. R. Martin, ma anche di Westworld e Dedimonde.


Stagione finale di Game of Thrones: capisco che l’editing stia procedendo ma mi sembra di aver capito che tutti gli episodi sono di durata compresa tra i 50 e i 90 minuti – non è tipo una stagione di episodi da due ore, in altre parole.

Non due ore? Si, non lo saranno. Non che abbia visto, in ogni caso.

Quando vedremo un trailer della stagione finale?

È una buona domanda di cui non conosco la risposta.

Quest’anno?

Penso di si, ma non so.

Qual è stata la tua reazione personale leggendo i copioni? Cosa ti emoziona di più del finale?

Penso sia epico. Penso che i fan lo adoreranno. Penso sia un buon modo di uscire di scena per uno dei più grandi show nella storia della televisione, e le persone ne saranno molto felici. Ci sarà tanto di cui discutere.

C’è possibilità di fare alcuna proiezione nei grandi schermi per la stagione finale, come avete fatto prima con IMAX?

Ne abbiamo parlato nel corso degli anni. Finisce ad essere una discussione di marketing. Il mio modo di vederla è che qualsiasi cosa facciamo con Game of Thrones, la priorità è che i nostri utenti siano i primi a vederla.

Lo show è riuscito a tenere la trama nascosta – almeno per adesso. Cosa state facendo sul lato del network per tenere le cose al sicuro?

Le nostre misure di sicurezza sono state più imponenti nel corso degli anni, a causa di vari hack e leak. Abbiamo raggiunto un buon livello di sicurezza. Ovviamente, quando sei in produzione c’è una probabilità più grande che ciò accada. Ma per quanto ci riguarda in HBO le nostre precauzioni sono piuttosto alte.

Per il prequel, l’autore George R. R. Martin ha suggerito il titolo “La Lunga Notte”. Avete qualcosa su cui lavorare, almeno?

No, lo stiamo aspettando… siamo ovviamente emozionati per il copione e per la storia.

Ho sentito che il copione del prequel di Max Borenstein ha suscitato qualche interesse. C’è speranza di una luce verde per un secondo prequel di GoT quest’anno o rimarranno sullo scaffale fin quando non vedrete come si rivelerà essere?

No. Il processo di sviluppo è stato molto positivo. Altre persone si sono impegnate, le cose non si sono messe insieme… È giusto dire che siamo emozionati per questa storia, speriamo di girare nel primo quarto del ’19. Non anticipo altra mossa o altri prequel fin quando non vedremo il primo.

Avete scelto il copione di Jane Goldman, l’unica donna direttrice di show tra i cinque in sviluppo; qual è il suo modo di vedere Westeros rispetto allo show che tutti conosciamo?

Il tempo della storia, altri 8000 anni prima gli eventi di GoT, è abbastanza lontano da farlo sentire una storia diversa, un mondo diverso, perché lo è – i regni non esistono in questo momento. Non stiamo provando a fare un Game of Thrones parte II. Nessuno sta imitando quanto è stato fatto da David Benioff e Dan Weiss. Quando lo abbiamo impostato, c’è tanto in gioco, tante dinamiche collegate a Game of Thrones, ma è diverso abbastanza per il suo periodo e personaggi.

Come hai detto prima, il rumor che prevedeva l’avvio del prequel in ottobre era falso. Ma pianificate di girare a Belfast e utilizzare la crew e le strutture di produzione che avete costruito lì?

È molto probabile che finiremo lì, Belfast è molto alta sulla lista ed è una scelta sensata. Ma non c’è un 100% ancora.

Parlando di Westworld. La terza stagione sembra essere più da 2019 o 2020?

Non lo so.

È veramente possibile il 2019 a questo punto?

Tutto è possibile. Gli showrunner hanno preso una vacanza meritata, ma la cosa carina di loro è che sono sposati e quindi quando vanno in vacanza so che parlano dello show. Si stanno prendendo un po’ di tempo per capire costruttivamente dove portarlo, ma non sono tornati con un piano definitivo. A questo punto, tutto è possibile.

Demimonde, di J.J. Abrams; cosa ti emoziona di quella storia?

È epico. È una storia di famiglia. Cosa lo rende attraente è che è una grande tela, ma fondamentalmente è incentrato su quello che fai per i tuoi bambini.

_____________________

Volendo riassumere: è probabile che quest’anno vedremo un trailer dell’ottava stagione di Game of Thrones, e la sua messa in onda è prevista per la prima metà del 2019. Gli episodi dureranno dai 50 ai 90 minuti.

Per quanto riguarda il prequel, le riprese saranno avviate nel primo quarto del 2019 e non si pensa attualmente a metterne un secondo in produzione. Incertezze anche sulla terza stagione di Westworld, che comunque è prevista per il 2019 o il 2020.

Trono di Spade