Il produttore di Resident Evil ha detto in una recente intervista che vuole che il prossimo reboot live action sia più ricco di azione rispetto ai film precedenti. Non è un segreto che Hollywood abbia lottato per l’adattamento dei videogiochi sul grande schermo negli anni e con Paul W.S. Anderson la serie di film di Resident Evil è stato l’unico che ha prodotto i vari capitoli consecutivamente con successo. È senza dubbio la serie di film di videogiochi di maggior successo che abbia mai conquistato lo schermo e Constantin Films vuole continuare questa striscia.

Resident Evil: The Final Chapter è uscito nei cinema all’inizio di quest’anno, e non quattro mesi più tardi, Constantin Films ha già annunciato i piani per riavviare il franchise con James Wan (Conjuring, Aquaman) e Greg Russo nella sceneggiatura. Wan si è fatto un nome come maestro moderno dell’orrore creando franchise horror come Saw, Conjuring e Insidious, tra altri progetti più piccoli. Nell’avere a bordo Wan, questo ha dato ai fan speranza che il prossimo riavvio sarebbe stato più horror rispetto ai film precedenti. Purtroppo, questo non sembra essere il caso.

Il produttore del videogioco e dell’anime Hiroyuki Kobayashi ha lavorato sul franchise di gioco di Resident Evil sin dalla sua nascita, producendo anche due adattamenti animati: Resident Evil: Degeneration e Resident Evil: Damnation. Con il suo terzo film animato, Resident Evil: Vendetta, rilasciato questo mese, ha recentemente parlato con Collider sul film e sul franchise nel suo complesso. Sebbene siano ancora in fase di progettazione, Kobayashi afferma di volere che il nuovo reboot live-action rimanga focalizzato sull’azione.

A me personalmente piace la regia di Paul. W.S. Anderson nei vari film della sga. Mi piacerebbe vedere ancora un’approccio action”, ha detto Kobayashi.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento!