“E se il massacro di 30 anni fa in quella baita fosse accaduto realmente senza l’intervento del paranormale?”

Grossomodo è con questa premessa che l’intera puntata “Delusion” gira su sé stessa. Ogni tanto può capitare nelle serie televisive che ci stia un episodio “What If?” a gettare le redini per la trama di turno e questo è uno di quei casi. Sin dall’inizio il nostro Ash (Bruce Campbell) viene bombardato dai suoi concittadini di Elk Groove che gli urlano in faccia di aver massacrato i suoi amici 30 anni prima, ovviamente ignari del Necronomicon e degli avvenimenti demoniaci. “Delusion” infatti vede Baal condizionare mentalmente il nostro anti-eroe in un manicomio, mentre quest’ultimo deve riuscire a realizzare se si tratti di un’illusione o meno. Abbiamo di fronte una puntata più sperimentale rispetto agli standard visti finora ed è altamente apprezzabile.

La star dell’episodio è senza ombra di dubbio lo stesso Bruce Campbell. Oltre ai soliti exploit tipici del personaggio, abbiamo anche i momenti più seri che l’attore americano riesce a governare in maniera piuttosto buona. Ci sono dei richiami Bubba Ho-Tep, film in cui Campbell era protagonista dove interpretava un presunto Elvis Presley in una casa di cura. La sua bravura torna inoltre nelle scene (se vogliamo definirle slapstick) in cui interagisce con sé stesso-marionetta Ashy Slashy. Probabilmente se lo metteranno in vendita on line lo prenderò [ndr.]. Una critica che è stata mossa all’episodio, piuttosto ingiusta a dire il vero, è il fatto che non ci sono chissà quali sfruttamenti o approfondimenti di Pablo/Greg, Kelly/Amanda e Ruby/infermiera. La risposta è, ovviamente, “E grazie!” perché non sono i veri Pablo, Kelly e Rubi. Non c’era tutto questo bisogno di sfruttarli. Anzi, Kelly/Amanda è stata sfruttata a sufficienza, mentre invece abbiamo una dimostrazione più chiara (non totale, più chiara) dei poteri di Baal che finora non avevamo ancora potuto ammirare se non per il suo modo di travestirsi.

Una cosa di cui possiamo stare certi, però, è che il cambio di registro che si è sentito nelle ultime due puntate sta proseguendo, offrendoci puntate di qualità più alta rispetto alla stagione precedente. Questa “Delusion, per esempio, ha una regia, montaggio e gestione delle tempistiche che la sopraelevano rispetto alle altre a livello di qualità. Rispetto alle precedenti, inoltre, questa sembrava durare ancora di più e se anzi fosse durata anche il doppio, sarebbe stato fantastico. Purtroppo però gli episodi non durano più di 25/27 minuti ed è un vero peccato, visto il potenziale enorme di Ash vs Evil Dead. La cosa positiva, e che continua ad esserlo, è l’assenza di puntate filler in questa stagione. Forse giusto la scorsa 2×06 “Trapped Inside” aveva pochi elementi come la trascendenza tra Pablo e il Necronomicon e aveva l’aspetto di una puntata di transizione, ma a compensare il tutto c’è stata la demonizzazione della sorella di Ash. Lieta ancora la presenza di Chet (Ted Raimi) anche solo per pochi secondi.

Il teaser rilasciato in occasione della prossima puntata mostra i nostro anti-eroe preferito andare contro i suoi amici per “distruggere il Necronomicon”…. ossia Pablo.