Salve a tutti fedelissimi lettori di The Tower-Destiny Italia e benvenuti a un nuovo episodio di Destiny Lore, questa volta vi parlerò della storia di alcune delle armi più famose, e più potenti, che abbiamo impugnato per combattere l’Oscurità. Alcune vengono dal passato, altre sono state plasmate su misura con l’obiettivo di distruggere il male.
Buona lettura!

ARMI GLORIOSE DAL PASSATO

Certe volte è necessario arrangiarsi per sopravvivere, sfruttando ciò che il passato ci offre e renderlo moderno e affidabile. In Destiny questo concetto è incarnato da due armi: il Supercella Zhalo e l’Oltre il Nulla. Il primo è un potente fucile automatico, chiaramente basato sull’AK 47 di fabbricazione sovietica, che fu modificato da creatori che rimangono ignoti. L’Oltre il Nulla invece è un fucile dal design assolutamente classico, alcuni credono che sia stato utilizzato nell’Età dell’Oro per liberare la Terra da un terribile ciclo di guerre. Altri ritengono che sia un manufatto dell’Età dell’Oro creato per rendere onore ai cecchini di un tempo.

maxresdefault

UN’ARMA FUORI DAL TEMPO

Il Senza Tempo di Spiegare è una delle armi più particolari, secondo le analisi esso è il leggendario Fucile dell’Ingnota potenziato nel futuro e poi rimandato nel presente. Esso è stato costruito dal celebre guardiano Praedyth, basato sul progetto dell’arma della Ignota Exo, e poi lasciato alla deriva nel tempo. Il progetto originale dovrebbe aver avuto origine durante l’Età dell’Oro, basata quindi su tecnologie ormai perdute.

316547-ffaf1

UNA FONDERIA UNICA

Tutti conosciamo le Fonderie della Città: Suros, Omolon, Hakke, Daito, Cassoid, Nadir e Tex, ma pochi conoscono la Gemini. Essa ha prodotto una sola arma ossia il Booleana Gemini. Questo fucile da ricognizione è stato progettato dai tecnici insieme ai Guardiani, che hanno particolarmente apprezzato la sua versatilità.

LA GEMELLA DIMENTICATA

Aculeo e Ultima Parola, due armi leggendarie di cui ho già parlato in un’altro articolo, sono i cannoni portatili più famosi. Pochi sapevano invece che la Tex Mechanica avesse progettato una sorella dell’Ultima Parola ossia il Primo Maleficio. Ideate con caratteristiche agli antipodi rispetto all’arma di Shin Malphur, il Primo Maleficio è una pistola per tiratori infallibili.

primo mal

FUCILI A POMPA PER TUTTI I GUSTI

Nelle situazioni di scontro ravvicinato niente è meglio di un buon fucile a pompa per sentirsi dei veri Terminator che falciano nemici senza sosta.
Il Vituperio fu realizzato dalla Cassoid per una giovane e abile strega nota con il nome di Ikora Rey, che spesso se si salvò la vita grazie a questo fucile in grado di rigenerare i colpi.
Vi piace la caccia invece? Bene il Quarto Cavaliere è quello che vi serve, il suo stile classico unito alla potenza di fuoco devastante lo rende adatto alla caccia della preda più ambita del Sistema Solare ossia i Cabal.
A volte un’arma serve per colpire altre per difendere se stessi e i propri cari, questo è il caso dell’Accompagnatore. Questo fucile, palesemente ispirato alle armi Winchester, apparteneva alla mamma di Amanda Holliday. Il suo progetto fu poi perfezionato dalla Tex, realizzando così l’arma che impugnano attualmente i nostri guardiani.

the-chaperone

LE ARMI DELLE MACCHINE INVINCIBILI (forse)

Da sempre nell’arte bellica si copiano le armi nemiche più efficaci per sfruttarle a proprio vantaggio, in Destiny abbiamo due esempi: l‘Infinito Tascabile e il Mitoclasta Vex.
L’Infinito Tascabile nacque grazie alla ricerche della squadra perduta di Tuyet. Costruire quest’arma fu abbastanza semplice, comprenderne il funzionamento invece resta un mistero: sembra che tragga la sua energia direttamente dalla rete dei portali Vex.
Il Mitoclasta appare come qualcosa di ancora più insolito, un’arma apparsa da uno squarcio temporale adatta alle mani umane. Il suo funzionamento e le ragioni della sua comparsa restano un mistero.

IL POTERE DELLA FUSIONE 

Lo abbiamo adorato tutti, e lo vorremmo ancora, sto parlando del Rompighiaccio. Quest’arma nacque come un progetto segreto dell’Avanguardia che intendeva creare un’arma sempre carica che imbrigliasse il potere delle fusione nucleare. I primi esemplari si dimostrarono piuttosto instabili, tuttavia alcuni guardiani scelsero comunque di impugnare questa potente arma nei campi di battaglia.

IceBreaker

TROVIAMO LA BELLEZZA NELLA DISTRUZIONE

Concludo questo articolo dedicato alle armi esotiche parlando della Crux-Lomar, la fonderia creata da questi due ingegneri specializzata nella realizzazione di lanciarazzi.
Quando si parla di lanciarazzi non si può pensare che a lui, il lanciamissili per eccellenza ossia il Gjallarhorn. Realizzato a seguito della Battaglia della Breccia, fu forgiato dalle armature dei guardiani caduti e sfrutta la luce residua per infliggere danni ingenti. Il Gjallarhorn è dunque un simbolo nonché una delle armi più potenti di sempre.
La Crux-Lomar però non ha prodotto solo il Gjalla, ma anche il Verità. Questo lanciarazzi è dotato di alcune tecnologie sperimentali che gli consentono un tracciamento particolarmente efficace e determinato.
Ultimo prodotto dei due esplosivi ingegneri è il Soffio del Drago, un’arma ritenuta più forte della creatura mitologica da cui prende il nome. Il suo look anni ’40 lo rende affascinante, e le sue nuove granate al Napalm lo rendono molto divertente da utilizzare.

gjallarhorn4

CONCLUSIONE

Queste sono solo alcune delle armi esotiche, se l’articolo vi è particolarmente piaciuto prenderò in considerazione l’ipotesi di scriverne una parte due.