Il game director di Destiny 2, Chris Barrett, e il project lead, Scott Taylor hanno rilasciato un’interessante intervista ai microfoni di Heavy riguardo le novità in arrivo con I Rinnegati, l’espansione in uscita il 4 settembre.
Tra dettagli relativi alla lore e contenuti end-game, ecco cosa hanno svelato.

Heavy: La morte di Cayde-6 è stata sicuramente una sorpresa, così come ci ha sorpresi colui che ha premuto il grilletto. Perché avete scelto Uldren come antagonista principale di I Rinnegati?
Barrett: Senza fare spoiler, perché abbiamo scelto di far scoprire ai giocatori un sacco di cose interessanti sul conto di Uldren e sul perché abbia agito in questo modo.
Per una volta, il cattivo non sarà qualche mostro gigante, ma qualcuno con cui puoi parlare, una vera nemesi che garantirà una nuova esperienza di gioco in Destiny 2.
Uldren è stato un personaggio ambiguo in Destiny, non si capiva fino a che punto fosse disposto ad aiutare i guardiani. Questa ambiguità è perfetta per il personaggio che abbia voluto proporvi.

Heavey: Possiamo affermare con certezza che Uldren è responsabile per la fuga dei Baroni?
Taylor: Sin dall’inizio della campagna scoprirete che lavorano insieme. Abbiamo obiettivo molto più ampi, non solo uccidere Cayde quindi; nel dettaglio Uldren desidera ottenere qualcosa.

Heavy: Incontreremo uno specifico casato dei Caduti oppure i nemici provengono da diverse fazioni?
Taylor: I nemici fanno parte degli Infami, un gruppo di Caduti che è stato rianimato. Sono morti diverse volte e diverse volte sono stati rianimati; potete pensarli come dei veri e proprio zombie caduti. Non hanno un casato, giusto?
Barrett: Esatto. Sono Caduti non-morti, ciò li rende di per sé alquanto agghiaccianti.
La loro diversità si rifletterà anche nel gameplay che sarà piuttosto diverso da quello dei Caduti tradizionali grazie a diverse abilità uniche.

Heavy: Ci potete anticipare qualcosa riguardo queste nuove abilità o dobbiamo aspettare di vedere in game?
Barrett: I giocatori sono sempre affamati di novità e informazioni, vi sveleremo qualcosa in più nel corso dell’estate.
Una delle unità che adoro di più sono i Ravager, nemici armati di una sorta di mazza infusa con fiamme magiche. Queste unità hanno vizio di correre addosso agitando le mazze verso il nemico. Se riuscirete a colpire la mazza di queste unità vedrete una bella esplosione a catena che incendierà i nemici vicini.
Tutti gli Infami avranno nuove armi e nuove abilità.

Heavy: Possiamo aspettarci di rivedere Petra, Variks e Mara Sov?
Taylor: Allora, vi diremo alcune cosette. Come, ovviamente, avete già capito ritorneremo sull’Atollo per affrontare Uldren e la nuova minaccia. Petra farà sicuramente parte dell’azione con un ruolo piuttosto importante nella trama. Saprete qualcosa anche riguardo Variks, ma ciò potrebbe arrivare in maniera diversa rispetto a ciò che vi aspettate.
Per quanto riguarda la Regina, a me non piace essere coinvolto negli affari di famiglia. L’ultima persona che conosco che ha fatto ciò si è beccata un proiettile, ragion per cui non mi addentro nel gossip della famiglia Sov.

Heavy: sia La maledizione di Osiride che La mente bellica hanno avuto campagne piuttosto corte, quanto sarà lunga la campagna di I Rinnegati?
Taylor: Stiamo preparando un sacco di cose riguardo al mondo in cui avanzerete, anche in maniera non lineare. I Rinnegati potrebbe essere la più grande espansione mai inserita in Destiny, immaginate qualcosa di più grande rispetto al Re dei Corrotti per farvi un’idea.
Due nuove location, nuove attività che non sono direttamente collegate alla campagna ma che saranno comunque missioni da portare a termine.
Seppur non sia facile da valutare, posso dire che la campagna sarà ben più lunga delle precedenti.
Barrett: Non vogliamo che i giocatori vivano un’esperienza rapida e di facile completamente, vogliamo rivitalizzare Destiny come hobby. Abbiamo due nuove destinazione tra cui la Città Sognante che, per certi versi, ricorda le dinamiche dell’Astrocorazzata. È un’area piena di segreti da scoprire e di attività da svolgere che vi terranno occupati per giorni se non mesi. Siamo davvero eccitati di aver inserito tutte queste cose nel gioco.

Heavy: Quanti nuovi assalti verranno aggiunti con i Rinnegati?
Taylor: Ci saranno tre nuovi assalti, disponibili per tutti, più uno extra per gli utenti PlayStation.

Heavy: Possiamo aspettarci attività speciali end-game come il Protocollo oppure Azzardo sostituisce queste attività?
Taylor: Allora, Azzardo avrà i suoi set, le sue armi e le sue esotiche. Tutto ciò che riguarda l’end-game sarà relativo alla Città Sognante che è stata pensata proprio per questo motivo.
Nel riparleremo nel dettaglio più avanti.
Barrett: Azzardo non sarà un qualcosa simile al Protocollo, sarà una cosa mai vista in Destiny 2. In ogni caso, continueremo a investire in attività cooperative PvE simili al Protocollo che andranno a far parte dell’end-game.