Mentre Bungie investiga sull’errore Moose, noi di The Tower-Destiny Italia, stiamo studiando alcuni dettagli della beta di Destiny 2, che a primo impatto potrebbero non essere scorti, ma che con maggiore precisione, possono rivelarsi importanti per poterci riflettere sopra.

Quest’oggi parliamo infatti della terza sottoclasse, mancante nella sessione beta che avrà fine giorno 24 Luglio alle 6 del mattino, ma che in qualche modo sembra essere confermata da quest’ultima.
Se si osservano attentamente i Cacciatori e gli Stregoni (niente Titani quindi), nella schermata di personalizzazione del personaggio, si può denotare come con un ritmo ciclico di 30/40 secondi, appaia un effetto attorno alle mani, esattamente delle particelle, che prendono il colore dei tre rispettivi elementi: Viola-Vuoto, Arancione-Solare, Azzurro-Arco.

Attualmente sappiamo che sottoclassi come Predatore della Notte ed Evocatempeste, non sono presenti nella beta, anche se Bungie non ha mai smentito né confermato la presenza della terza sottoclasse per il gioco completo. Tuttavia, per quanto potrebbe trattarsi di un bug e quindi queste speculazioni non farebbero altro che rimanere tali.
Sembra improbabile che Destiny 2 al lancio ci possa proporre la stessa situazione accaduta con Destiny 1 Vanilla, ove la mancanza di un elemento diverso per classe di Guardiano, portava (nel caso delle attività come Cala la Notte) a doverci adattare ai modificatori di quella settimana.
Con il cambio di gestione delle armi che ci porterà a utilizzare tantissimo le primarie in questo sequel, la mancanza di una terza sottoclasse potrebbe quindi rendere il tutto molto più difficile, cosa che Bungie non sembra intenzionata a proporre visto che tempo fa dichiarò che Destiny 2 sarebbe stato un titolo più accessibile a tutti (anche se questo non vuol dire che non possa effettivamente essere più difficile).

A livello di lore, potrebbe sorgere un’incongruenza: appare strano infatti, che si arrivi alla distruzione della Torre con una sottoclasse nuova e un’altra mancante, senza una giustificazione sensata. E’ più probabile pensare che dovremo difendere la Torre avendo solo le vecchie sottoclassi, inclusa la terza, e dopo la rimozione della Luce, doversi procurare nuovi poteri (come Bungie ha già dichiarato).
Questo potrebbe voler dire, quindi, che non solo acquisiremo le nuove sottoclassi in modo coerente per quanto concerne lo storytelling, ma che potremo giocare con le sottoclassi vecchie, incluse quelle inserite con Il Re dei Corrotti (magari modificate ad hoc come successo per Bomba Nova, Assaltatore e Pistolero) in Destiny 1, avendo quindi tre sottoclassi per personaggio di differente elemento.
In modo diverso Bungie potrebbe giustificare la mancanza della terza sottoclasse proprio per via della perdita della Luce, ma questo vorrebbe comunque dire inserirla per tutta la missione Ritorno a Casa, dato che sino ad allora avremo ancora la Luce, per poi perderla definitivamente per il resto del gioco.

Se siete curiosi di vedere nel dettaglio l’effetto particellare di cui stiamo parlando, vi indirizziamo al video nel nostro canale YouTube. Intanto fateci sapere cosa ne pensate. Vedremo la terza sottoclasse in Destiny 2?