d12cd862d6eae7b6358d92a62cbf7c268d575dae (1)E’ passato più di un Anno (15 mesi ad essere pignoli) e, nella nostra community, abbiamo trattato tantissimi argomenti, cercando di dare risposte alle numerose domande che il nostro amato gioco ci “pone” di volta in volta.
Cerchiamo ancora una volta, di dare una risposta ad una domanda che, probabilmente, ci siamo fatti poche volte: chi sono i giocatori di Destiny e, soprattutto, cosa vogliono ancora da questo gioco?
Destiny ha effettivamente cambiato gli stereotipi classici dei giocatori on line? Oppure sono sempre gli stessi? Per rispondere nel modo più preciso possibile a questa domanda, dobbiamo fare delle domande a voi, cari lettori!
Ho fatto una semplicissima intervista a quelli che sono, secondo me gli stereotipi classici dei giocatori di Destiny.
Faccio una premessa: ovviamente mi occuperò di parlare con persone sane (per quanto mi è possibile giudicarle tali), non terrò mai in considerazione gli eccessivi: volgari, ossessionati dal drop, egocentrici, nichilisti e così via.
La prima Intervista è con un nostro caro amico, che gioca a Destiny quasi solo per il PvP: Omar.
Omar, è ormai un anno che giochi a Destiny e dopo tanti aggiustamenti e patch, il gioco ha raggiunto il giusto equilibrio o c’è qualcosa che miglioreresti?
Finalmente credo che ci sia un ottimo equilibrio, ormai i giocatori in Crogiolo usano le armi delle categorie più disparate e gli archetipi usati sono praticamente tutti (tranne ovviamente i fusione che sono ben più che rari da vedere).
Ma c’è qualcosa che cambieresti ancora? Magari nella modalità che è la maggior espressione del competitivo: Le Prove di Osiride.
Beh se devo essere onesto si potrebbe migliorare la zona di conquista che appare allo scadere del tempo, che è quasi sempre a vantaggio di una squadra piuttosto che un’altra.
Dev’essere un gran seccatura per chi, come voi, ama tantissimo fare il competitivo, dover “abbassarsi” (Sarcarsmo ndMax) a fare incursione o modalità PvE per poter salire di luce e diminuire il gap con gli altri giocatori?
Si vero, ci sono alcune cose davvero seccanti e ci piacerebbe che le ricompense per il competitivo (Osiride) fossero al pari di quelle di un incursione anche se dovessero alzare ancora la difficoltà.
Beh tutto sommato lo Stendardo è stato ampiamente adeguato sia come Drop che come gestione in generale.
Beh si, ma è solo una volta al mese.
Una domanda un po’ scomoda. Cosa ti spinge a giocare così tanto a destiny, per te che ami in modo particolare il competitivo, piuttosto che altri titoli come CoD o Halo?
Francamente la svolta sono state le prove di Osiride! La tensione e quel subbuglio di sensazioni che si hanno quando stai 7-0 / 8-0, gareggiando con persone che sono inevitabilmente brave come te, ti appaga moltissimo, sia che vinci sia che perdi.
Cosa ne pensi infine del livello generale di bravura dei giocatori di Destiny.
Parafrasando il fatto che un buon giocatore ottiene sempre buoni risultati anche con armi non adeguate a dispetto di chi invece è mediocre e usa armi migliori. Ritengo che (almeno su XboxOne) ci sia un buon livello, difficile trovare persone veramente inadeguate , ma è altresì vero che quelli veramente forti sono piuttosto rari.

Destiny_crucible

Passiamo ora a chi, invece, a Destiny gioca a praticamente tutte le modalità di gioco, e lo fa dal Day One: Mattia.

Ciao Mattia, Destiny è stato il tuo primo gioco online o avevi già giocato a qualcosa di simile?
Francamente è stata la mia prima vera esperienza solo online, prima avevo giocato a molti FPS e anche in competitivo con gli amici, sia lan che splitscreen. Ma dopo 15 mesi credo di essermi ormai svezzato.
Direi proprio di si, quindi cosa ti ha veramente conquistato di questo gioco? Hai ben oltre le 2000 ore di gioco e fai tutte le attività presenti, non ti sei ancora stancato?
La gente! Se dovessi farlo da solo mi sarei stancato dopo massimo 20 ore di gioco. Ma il fatto di farlo insieme ad altri, e veramente la svolta!
Beh certo ma stiamo parlando cmq di un sacco di ore di gioco, sei sicuro che sia solo una questione di “gente”?
Ti racconto una cosa: all’inizio avevo molte difficoltà a trovare persone per giocare a Destiny e quelle poche che trovavo mi davano pochi stimoli per continuare a farlo. Un giorno cercando qualche gruppo LFG, mi sono imbattuto nella community di the Tower (il gruppo su facebook ndMax) e ho iniziato a conoscere delle persone. Con alcune di loro si è a poco a poco instaurato un profondo legame, e ci si trovava praticamente tutte le sere. Non era più necessario la LFG per me. Con il passare dei mesi abbiamo fondato un Clan e un gruppo whatsapp e poi ci siamo anche incontrati di persona. Il gruppo ormai si è allargato e Destiny è solo un pretesto per stare insieme. Mentre si gioca si parla anche di questioni personali, e spesso ci si confida, ormai siamo un gruppo di amici, non più un gruppo giocatori. Ma in tutto questo la Bungie non ci ha abbandonati, perché cmq siamo anche videogiocatori e vogliamo giocare a un titolo che ci soddisfa. E ad oggi Destiny, sebbene non sia certo perfetto, è un titolo completo ed equilibrato. Capace di accontentare tutti e stimolarci sempre con cose nuove. Abbiamo provato anche altri titoli, ma solo in caso altri del gruppo li avessero presi, e dopo averli spulciati per bene, siamo tornati sempre qui. Qui ci sentiamo a casa.
Come non darti ragione ma cosa vorresti ancora per migliorare la tua esperienza di gioco?
Ok visto che me lo chiedi, ti dirò che mi ha dato molto fastidio, anzi mi sento quasi offeso, che la Bungie abbia, di fatto, abbandonato tutte le attività anno 1. Noi ci abbiamo speso ore e sangue e almeno un nuovo livello di difficoltà potevano aggiungerlo alle incursioni scorse. Fosse anche solo per droppare un emblema.

034_1920_jessevandijk_cosmowall

E’ tutto guardiani, con questa chiacchierata con due esemplari classici di guardiani, ci siamo chiariti un po’ le idee di chi sono i giocatori di Destiny. E voi invece? Cosa ha portato questo gioco nella vostra vita e cosa vorreste vedere cambiato?