Carisimmi lettori di The Tower-Destiny Italia ecco a voi l’episodio numero 40 della nostra rubrica dedicata alla Lore di Destiny. In questo articolo vi parlerò di cinque elementi scomparsi o eliminati, per ora, dalla trama del nostro amato gioco. Buona lettura!

I SETTE SERAFINI

I Sette Serafini restano per il momento un’ incognita, si sa solamente che Bungie ha ideato una fazione con tale denominazione ma nulla più.
L’unico collegamento che abbiamo è luogo noto come “Bunker del Serafino” sulla Terra ossia uno dei complessi controllati dalla Mente Bellica Rasputin (il luogo lo visitiamo nel corso della missione “Assedio della Mente Bellica durante l’attacco dell’Alveare allo stesso Rasputin).
Che i Sette Serafini siano sette potenti Menti Belliche? Nella tradizione ebraica i Serafini sono angeli che difendono il paradiso, un po’ come le Menti proteggono il Sistema Solare. Speriamo che Bungie inserisca al più presto tale fazione per dissipare ogni dubbio.

seven_seraphs_wallpaper_by_mystic_95-d75czgn

CHARLEMAGNE

Rimaniamo sempre nell’ambito delle Menti Belliche e parliamo di Charlemagne (ossia Carlo Magno), la grande mente difensiva che nelle prime stesure della storia di Destiny avremmo dovuto incontrare su Marte.
Il ruolo di Charlemagne avrebbe dovuto essere simile a quello di Rasputin, difendere e preservare i segreti dell’Età dell’Oro conservati a Libernia e in generale sul pianeta rosso.
Si vociferava inoltre di un Incursione ambientati proprio su Marte nella “Volta di Carlomagno” ossia la sua installazione principale dove probabilmente si sarebbe dovuto combattere contro i Cabal. Ma non è tutto, la location di questa incursione e della di Volta di Carlomagno, secondo vari leak, sarebbe il Monte Olympus ossia il colossale vulcano marziano alto all’incirca 22.000 metri.
Auspico vivamente che prima o poi questo raid venga inserito in gioco in quanto potrebbe risultare davvero spettacolare.

Destiny-Prepares-Mars-Art-and-Science-Tour-for-Friday-473459-2

IL PRINCIPE ULDREN

Uldren, fratello e braccio destro della Regina degli Insonni Mara Sov, è comparso ripetutamente nella storia di Destiny, tuttavia con un ruolo piuttosto marginale rispetta alla stesura originaria. 
Uldren infatti, in qualità di Signore dei Corvi, avrebbe dovuto incontrare il nostro guardiano/a nel Cosmodromo durante le prime missioni della storia per avvisarci delle intenzioni poco chiare dell’Oratore e del Viaggiatore stesso.
Bungie decise poi di accantonare la storia del “Viaggiatore Cattivo” o almeno così pare per ora, di conseguenza venne riscritto il ruolo di Uldren che divenne una semplice spalla della più interessante Regina.

EUROPA

Uno dei punti di forza di Destiny sono indubbiamente le ambientazioni, dalla Terra alla Luna fino a Venere e Marte i pianeti fanno da sfondo, e che sfondo, alle imprese dei nostri guardiani. Nelle prime stesure della campagna di Destiny avremmo dovuto visitare anche la luna ghiacciata di Giove Europa, località dove probabilmente avremmo incontrato i Nove.
Europa sarebbe stata una location piuttosto particolare vista la sua natura di mondo congelato, non escludo che in futuro visiteremo questo satellite, proprio per vedere faccia a faccia gli enigmatici e sfuggenti Nove.
Destiny_Europa

IL FARO (COME ZONA SOCIAL)

Secondi alcuni rumor piuttosto insistenti, il Faro era stato ideato come una zona social a tutti gli effetti, simile quindi alla Torre, all’Atollo e al futuro Picco di Felwinter.
Al Faro avremmo incontrato quindi Osiride e il suo Culto, con vendors dedicati e unici; a quanto pare Bungie poi scelse di destinare il Faro ad un uso più ristretto come luogo simbolo del successo nelle Prove di Osiride.
Restano tracce di questa natura social della location più famosa di Mercurio? La risposta è si. Sul Faro compaiono alcune zone bloccate da muri di energia, usati solitamente per separare i giocatori dalle aree non accessibili, che potrebbe precluderci il passaggio ad un ampia porzione di “mappa” non sfruttata.

destiny___mercury__the_lighthouse_entrance_view_2__by_1337ninjasakura-d8uefdz

CONCLUSIONE

La trama di Destiny ha avuto una storia piuttosto travagliata fatta di tagli, cambiamenti e semplificazioni, ora Bungie sembra essere intenzionata a curare maggiormente l’aspetto narrativo (già con il Re dei Corrotti si sono notati decisi passi in avanti). Non ci resta che aspettare, con ansia, i Signori del Ferro per scoprire cosa ha in serbo per noi l’universo di Destiny.