Queens-WrathFedelissimi lettori di The Tower-Destiny Italia benvenuti ad un nuovo episodio della nostra rubrica dedicata alla Lore di Destiny; questa volta vi parleremo dei boss che affrontiamo nelle Prigioni degli Anziani. Dai Cabal ai Vex, passando per i Caduti e l’Alveare fino agli ultimi arrivati ossia i Corrotti, nelle celle dell’Atollo ci scontriamo con potenti leader nemici, alcuni di loro hanno una storia piuttosto interessante, vediamo quindi di approfondirla.
Buona lettura!

N.B. Verranno presi in considerazione solo i boss che hanno il nome proprio.

L’ALVEARE

L’Alveare è la fazione che più abbiamo affrontato nel corso di questo primo capitolo di Destiny, nelle Prigioni ci troviamo di fronte due boss di questa temibile razza: Urrox e Gurlot.
Urrox, Principe delle Fiamme, è un principe senza potere, vegliò su una covata andata perduta e dimenticata. Con ciò che rimane di essa egli combatte nelle Prigioni degli Anziani, cercando di bruciare qualsiasi portatore di Luce che gli si pari d’innanzi.
Gurlot il Sudicio è un orco nato lontano dal potere delle Fosse di Evocazione, per questo motivo è stato plasmato da forze disperate; egli è un marciume e una malattia che prende forma e tenta di soffocare la Luce con la sua bile, sacrificando ai Vermi le proprie vittime.

destiny-urroxs-flame-prince

I CABAL

La potenza e l’efficienza Cabal non vengono meno nelle Prigioni degli Anziani, dove schiere di legionari e psionici affrontano senza paura i Guardiani. Tra i leader delle forze Cabal spicca Valus Trau’ug, il cui nome è traducibile “in meno parole, più fatti”. Egli organizzò una spedizione militare contro l’Atollo senza l’appoggio dell’Alto Comando Cabal, prese con sé i suoi legionari più fedeli e uccise gli ufficiali che si opponevano al suo volere, divenendo così un traditore. L’attacco contro l’Atollo non ebbe tuttavia successo e Trau’ug venne catturato in circostanza mai chiarite, Varisk si dimostra piuttosto vago a riguardo.
Ora Trau’ug e Val’arun guidano le schiere Cabal nelle Prigioni degli Anziani, applicando le loro acute strategie contro i Guardiani.

destiny-prison-of-elders-valus-trauug-670x388

I CADUTI

Le Prigioni degli Anziani nacquero in primis con lo scopo di contenere prigionieri caduti di alto rango come arconti, prelati arconti e addirittura Kell, come per esempio il temibile e celebre Skolas. Oltre alle potenti eminenze cadute le Prigioni ospitano anche un dio-servitore ricostruito ossia Kaliks Rinato. Questo strano essere meccanico venne creato con le parti di servitori di rango inferiore dai seguaci più zelanti di Kaliks Primo, con la speranza di ricreare il loro dio. Kaliks Rinato è considerato da questi devoti prigionieri come la resurrezione del loro Primo servitore, essi faranno di tutto per proteggerlo e per accrescere il suo rinato potere; potrebbero persino fondare un nuovo Casato, per questo motivo Kaliks Rinato va rottamato una volta per tutte.

Kaliks-Reborn-Destiny-980x500

I CORROTTI

L’arrivo di Oryx nel Sistema Solare ha cambiato ogni cosa, anche l’Atollo ha subito il prezzo della guerra contro il Re dei Corrotti. Dopo la scomparsa della Regina Mara Sov, Petra e Variks hanno preso il potere affiancati dalle tencidi sopravvissute alla battaglia di Saturno, esse stanno conducendo esperimenti che hanno portato con sé l’arrivo dei Corrotti nelle Prigioni degli Anziani (per approfondire tali argomenti ecco il link dell’articolo che li tratta nel dettaglio), guidati da eminenze di vario genere.
Noru’usk è un comandante Cabal corrotto dal potere di Oryx, egli guida letali orde di falangi e di psionici corrotti, troviamo poi la Mente Sediziosa, potente idra separata dalla rete Vex e intrisa del potere della corruzione per portare una nuova battaglia basata tanto sulla logica quanto sulla furia.
Non manca nemmeno un leader caduto del casato dei Diavoli corrotto, tale Keksis, ne tanto meno una eminenza dell’Alveare ossia Saylok il Profanato, l’aggettivo profanato deriva dal fatto che gli Insonni sondarono la sua mente per comprendere come ragionano i Corrotti: trai labirinti della psiche di Sylok emerse solo dolore e la volontà di trovare ancora più dolore come unico scopo della sua aberrante esistenza.

Destiny-Prison-of-Elders-Sylok-700x389

I VEX

Quando si pensa ai Vex in rapporto con le Prigioni degli Anziani ci si chiede come abbiano fatto gli Insonni ad intrappolarli, insomma i Vex sono capaci di teletrasportarsi e non sarebbero certo fermati da porte e sbarre. La risposta a questa domanda è piuttosto semplice, i Vex hanno scelto di stare nelle Prigioni.
Qodron il Gurardiaporta è arrivato nelle Prigioni con un preciso scopo, combattere e schiacciare la Luce per garantirsi un futuro vittorioso grazie alla conoscenze apprese lottando contro i Guardiani.

Destiny-Forever-Eater-Guide-Qodron

CONCLUSIONI

Le Prigioni degli Anziani sono un luogo che racchiude in piccolo il pericoloso e belligerante universo di Destiny, un luogo dove i nostri Guardiani lottano come gladiatori per sconfiggere ondate di nemici e per ottenere potenti ricompense. Chissà se prima o poi non rimarrà più nessuno da battere.