Sonic ManiaSonic Mania, fin dalla sua presentazione nel 2016, si è rivelato un titolo molto atteso e carico di responsabilità. Non solamente perché ha l’onore di celebrare il venticinquesimo anniversario della celebre icona di SEGA ma, soprattutto, perché dalla sua accoglienza dipenderanno le sorti del futuro della saga dell’amato porcospino blu. Il titolo, sviluppato a quattro mani da Christian Whitehead e dal Sonic Team, si presenta quindi come un omaggio agli elementi che hanno reso i primi cinque, storici, titoli (dal primo Sonic fino ad arrivare a Sonic CD) dei capolavori senza tempo, amalgamando le migliori location del passato, volti noti, nemici storici e alcuni elementi inediti in una meravigliosa grafica retrò che traspira “SEGA Mega Drive” da tutti i pixel. Vediamo insieme se la nuova fatica di SEGA riesce a raggiungere le vette del passato, donandoci finalmente un sequel degno dei Sonic migliori.

 

Ritorno al Futuro!

Lo sviluppo di Sonic Mania cominciò nel 2016 quando Christian “Taxman” Whitehead (noto nella community di Sonic per gli ottimi fan-games creati negli anni), presentò una versione embrionale del gioco, chiamata Sonic Discovery, al producer della serie Takashi Iizuka. Vedendo la cura maniacale intrapresa nella riproposizione dei dettagli, che resero celebre la serie nel 1991, Iizuka ribattezzò il gioco Sonic Mania e, affiancando a Whitehead gli sviluppatori della software house PagodaWest Games, diede il benestare per il progetto, definendolo “la migliore celebrazione per i 25 anni della mascotte di SEGA“.
La trama si riallaccia perfettamente alla fine di Sonic & Knuckles e, con un Dottor Robotnik intento a voler utilizzare i poteri della “Pietra del Tempo” per conquistare il mondo, sfrutta un semplice escamotage narrativo per giustificare il riutilizzo di location famose (opportunamente rielaborate) e di poter pescare a piene mani dalle meccaniche più significative e apprezzate della serie.
I 26 livelli che compongono Sonic Mania (12 zone con due atti ciascuno, più alcune segrete e dannatamente ispirate) includono sia aree recuperate dai vecchi titoli, e saggiamente rielaborate, che alcune mappe completamente inedite fra le quali: Studiopolis Zone, Press Garden Zone, Mirage Saloon Zone e Titanic Monarch Zone.  Tutti le aree, rispettando lo stile originale della serie, prevedono diverse soluzioni per essere portate a termine, riportando l’esplorazione ad avere un impatto importante nei livelli e ponendo nelle mani del giocatore la scelta di giocare il titolo in maniere più ragionata, per poter trovare tutti i collezionabili e le aree speciali, o di giocarlo sfruttando la velocità che ha sempre contraddistinto la serie di Sonic.
Sonic ManiaLe nuove aree, create appositamente per il titolo, sono molto ispirate e mostrano un ottimo level design da parte del team di svliluppo. La transizione fra la verdeggiante e intramontabile Green Hill Zone e, ad esempio, la nuovissima Mirage Saloon Zone, risulta naturale e mai forzata, restituendo nel giocatore il senso di continuity da troppo tempo assente nelle produzioni dedicate al velocissimo porcospino blu. Se dovessimo trovare “a forza” una sbavatura nel comparto artistico, potremmo sostenere che i nuovi livelli tendono ad un manierismo e ad una caoticità a tratti eccessiva, ma nulla che possa inficiare concretamente la bontà del titolo ideato da Whitehead. Le peculiarità dei tre protagonisti, inoltre, permettono approcci alle mappe diametralmente opposti che, oltre ad aumentare notevolmente la longevità, diversificheranno notevolmente il Gameplay e l’esperienza di gioco, riducendo al minimo ogni sorta di fastidioso effetto back-tracking. La planata, unita alla possibilità di arrampicarsi sulle pareti, di Knuckles si rivelerà efficace per la scoperta di aree “uniche” a lui dedicate, così come sorvolare le mappe con Tails permetterà di atterrare su alcuni livelli speciali che lo Spin Dash di Sonic non ci permetterebbe, altrimenti, di raggiungere. Giocare l’intera avventura con tutti e tre i personaggi si rivelerà, quindi, l’unico modo per poter scoprire tutti i segreti sparsi qua e la e poter completare al 100% Sonic Mania.

Sonic Mania
La velocità è nulla… senza controllo!

Alcune delle aree nascoste, celano al loro interno una riproposizione dei famosi “livelli speciali” di Sonic 3. Muovendo il nostro personaggio in un ambiente in tre dimensioni, l’obiettivo di queste piccoli mini-game sarà quello di mutare il colore di tutte le sfere da blu a rosso, studiando l’ambiente circostante e l’eventuale contatto con le palline di colore diverso e i differenti effetti a loro correlati. Non si dispone di un tempo limite per completare questi brevi puzzle, a volte decisamente impegnativi, ma più i secondi passeranno e più velocemente si muoverà il nostro eroe, rendendo più ostica la sua manovrabilità. Una sfida ulteriore, per i più sadici, è data dal poter cercare e raccogliere anche tutti gli anelli sparsi in queste aree sferiche per ottenere una moneta d’oro al loro completamento. Se nel terzo capitolo della saga, la risoluzione di questi livelli ci premiava con l’ottenimento di un Chaos Emeralds, in Sonic Mania, invece, ci verrà donata una moneta, di valore differente in base al risultato ottenuto, che servirà a sbloccare i copiosi Extra presenti all’interno del gioco e che comprendono la possibilità di usare, all’interno della modalità senza salvataggio, alcune abilità di Sonic provenienti da altri titoli della serie. I livelli speciali, ispirati a Sonic 3, sono in totale 32 e il loro completamento permetterà di sbloccare ulteriori sfide a tempo puramente opzionali.
Sonic ManiaAd aumentare ulteriormente la longevità del titolo, troviamo l’inedito sistema di ottenimento dei Chaos Emeralds ideato dal team di sviluppo. All’interno dei vari livelli, esplorandoli minuziosamente, potremmo trovare degli anelli di dimensioni davvero enormi, saltando al loro interno ci ritroveremo all’interno di piccole sezioni 3D dove dovremmo inseguire un UFO per sottrargli il Cristallo del Caos che tiene fra le mani. La buona riuscita dell’impresa è strettamente collegata alla velocità del nostro personaggio che, a sua volta, verrà incrementata raccogliendo gli anelli sparsi per lo stage. Questi 7 mini-giochi, dalle dinamiche apparentemente semplici, si riveleranno via via più ostici nel proseguire dell’avventura e il loro completamento ci darà la possibilità di raccogliere tutti i Chaos Emeralds che conferiranno a Sonic un potere che molti di voi ricorderanno… anche se Whitehead ci ha voluto sorprendere ulteriormente con una chicca che sarebbe davvero sgarbato rivelarvi.
A completare l’immensa mole di contenuti che compongono Sonic Mania, ci sono alcune modalità opzionali come “Crono” (la classica modalità a tempo che farà la gioia di ogni speed-runner) e “Competizione” (che permetterà a due giocatori di sfidarsi in veloci gare a punti) entrambe ben curate e ricche di sorprese che i fan storici ameranno sicuramente… qualcuno ha per caso detto Dr. Robotnik’s Mean Bean Machine?

Sonic Mania
I nuovi Boss si sposano perfettamente con quanto visto in passato!

Sonic in tutto il suo splendore!

Se la miriade di contenuti, e l’elevata rigiocabilità, di Sonic Mania non bastassero a convincervi della sua bontà, si aggiunge un comparto tecnico davvero ben confezionato e con pochissime sbavature.
La grafica del gioco, che apparentemente celebra i 16 bit che resero immortale il porcospino blu, è in realtà ricca di animazioni aggiuntive ed abbellimenti che non sfuggiranno ai più attenti. La risoluzione di 1080p, su tutte le piattaforme, dona un valore aggiunto agli scenari già di per se ottimamente rivisitati e ridisegnati. La colonna sonora, ad opera di Tee Lopes, mescola abilmente i motivi storici della saga ai brani nuovi composti per l’occasione, non sfociando nell’ovvio ma proseguendo, anche con la musica, la continuità tanto cercata dal team di sviluppo. I 60 fps granitici, in tutte le versioni del gioco, sono semplicemente la ciliegina sulla torta di un comparto tecnico che pecca solo di piccolissime sbavature (dei micro bug in un paio di aree) tranquillamente trascurabili.
Sonic Mania è disponibile da oggi su Nintendo eShop, Playstation Store, Xbox Marketplace e Steam al prezzo di 19,99€ e, lasciatecelo dire, sarebbe un crimine non correre a comprare questo sequel atteso da venti, lunghissimi, anni.

PRO CONTRO
  • Sonic in tutto il suo splendore.
  • Ricco di contenuti e con una rigiocabilità elevatissima.
  • Le novità inserite si sposano perfettamente con le vecchie meccaniche.
  • Rapporto qualità prezzo incredibile
  • i nuovi livelli tendono ad un manierismo e ad una caoticità a tratti eccessiva

 

Conclusione
Voto
9
CONDIVIDI
Articolo precedenteAnnunciati i dettagli della beta privata di CoD: WW2
Prossimo articoloUna nuova mappa co-op di Mario + Rabbids rivelata da IGN