Rocket Wars è un titolo Indie sviluppato da Archon Interactive e pubblicato da Rooftop Panda, il gioco è un’arena shooter 2D dove, con la nostra navicella spaziale, dovremo battagliare contro i nostri nemici e compiere l’obiettivo previsto.

Rocket Wars ha un gameplay molto semplice, ci troveremo in un’arena 2D con visuale dall’alto dove il nostro obiettivo sarà quello di sconfiggere le tre navicelle spaziali avversarie arrivando al punteggio previsto dalla modalità di gioco. Per vincere una partita in Rocket Wars dovremo essere molto abili nell’usare le varie armi a disposizione nella nostra battleship, questa equipaggerà una normale arma di base (illimitata e dall’alto rateo di fuoco) ed una serie di armi aggiuntive che potremo utilizzare solo raccogliendo i power-up nell’arena, tra queste abbiamo un colpo ad area, delle lame rotanti, mine, raggi laser ed altre armi letali che ci permetteranno, se ben utilizzate, di spazzare ogni nemico dalla mappa di gioco. Rocket Wars è un titolo concepito per il PVP locale, infatti prima di ogni partita avremo la possibilità di collegare uno o più pad al pc (fino ad un massimo di 4) per iniziare un match contro i nostri amici.

PAD O TASTIERA?

Il titolo di Archon Interactive è giocabile sia con il gamepad che con la tastiera, però consigliamo l’utilizzo del controller, dato che con la tastiera diventerà difficile governare al meglio la navicella nell’arena circolare, così come sarà ancora più arduo mirare ed abbattere i nemici, all’opposto l’utilizzo della navicella spaziale con il gamepad è molto intuitivo, ci basterà utilizzare il classico analogico per muoverci nell’arena, LT per eseguire uno sprint, A per sparare ed X per utilizzare i colpi speciali che troveremo disseminati campo di battaglia.

Prima di iniziare una partita a Rocket Wars dovremo selezionare la modalità di gioco e, in base a questa, ci saranno delle piccole variazioni nel gameplay. Il giocatore potrà scegliere tra il deathmatch, il deathmatch a squadre, la modalità Nuke King e sopravvivenza. La modalità “base” del gioco è quella deathmatch, forse questa è la meno divertente offerta dal titolo, dato che consiste nell’eliminare dieci avversari per vincere la partita. La modalità deathmatch è meno appassionante rispetto a quella a squadre dove il divertimento, proprio perché divisi in due team, sarà maggiore. All’opposto la migliore modalità di gioco è quella Nuke King dove una tra le quattro navicelle porterà una bomba a bordo, questa applicherà dei bonus e dei malus al giocatore, infatti la navicella diventerà più grande e lenta ma avrà una resistenza ed una potenza di fuoco maggiori, vincerà chi avrà eseguito più punti che verranno totalizzati mantenendo la bomba più a lungo, eliminando il numero maggiore di nemici possibile (sia con che senza la bomba), eliminando il nemico che porta l’ordigno e, infine, facendosi esplodere al temine della partita distruggendo tutte le navi avversarie. In ogni caso Rocket Wars saprà regalarvi delle partite molto avvincenti in ogni modalità, tutto grazie ad un’intelligenza artificiale davvero ben fatta che riuscirà a metterci in difficoltà match dopo match. Sono più che certo che se con gli amici in PVP locale otterremo delle partite divertenti, invece nei vari match contro la IA ci saranno partite più combattute ed emozionanti.

COLLEZIONALE TUTTE

Gli sviluppatori hanno implementato in Rocket Wars anche un normalissimo sistema di esperienza, questo ci consentirà di sbloccare navi e skin ad ogni level up. Ogni navicella che sbloccheremo avrà determinati bonus malus, ad esempio alcune saranno più maneggevoli a discapito della resistenza, altre avranno un rateo di fuoco superiore a scapito della maneggevolezza. L’utilizzo delle nuove navicelle sarà molto utile nelle varie partite, grazie ad i vantaggi che ognuna di queste fornirà. Sbloccare una skin risulterà totalmente inutile, cambierà l’aspetto e la colorazione della nostra battleship ma non ci sarà nessun vantaggio da sfruttare in battaglia.

Rocket Wars è un titolo interessante e va valutato per l’indie quale è, un gioco con un gameplay semplice ed immediato che, se riuscirà ad appassionarci, ci porterà via qualche ora in solitaria e tantissime in compagnia con gli amici. Una grande mancanza è l’assenza di un comparto multiplayer online, nel caso in cui fosse stato presente il titolo avrebbe sicuramente avuto maggior senso.

Consigliamo l’acquisto di Rocket Wars per quelle partite PVP locali da fare in compagnia con gli amici, all’opposto per il single player è uno di quei giochi che, dopo qualche ora, avrà già annoiato per la ripetitività offerta nelle partite.

PRO CONTRO
  • Ottima l’intelligenza artificiale dei bot
  • Perfetto per i pvp e le coop locali
  • Il gioco potrà risultare ripetitivo in solitaria
  • Manca il multiplayer online