A un anno e mezzo dopo la sua uscita, Darkest Dungeon, torna a far parlare di se con il DLC The Crimson Court, che ci porterà a conoscere le vicende di gioventù disinibita dell’Antenato. La Corte, ormai Versailles decaduta e putrida, è diventata luogo di mostruosi vampiri e abomini bestiali. Per preservare la città (e i propri eroi) dalla distruzione, sarà necessario affrontarne i pericoli e vincerli.

Nuove Meccaniche

All’interno della Corte non avremo la solita e tranquillizzante luce della torcia, ma verremo accompagnati dalla luce di sangue. Questa luce aumenterà lo stress subito e la probabilità di subire sanguinamento. Le torce rimarranno dei consumabili che aumentano la precisione del party per una battaglia e potranno essere utilizzate per “ripulire” alcuni oggetti interagibili durante le esplorazioni.

Nuova nuova è la Maledizione Cremisi, una sorta di malattia che i vampiri sono in grado di infliggere con alcuni dei loro attacchi e che perdurerà anche dopo aver completato una missione. La maledizione funziona a stadi, inizialmente agisce come un debuff alle caratteristiche, ma con il passare del tempo il debuff aumenterà e trasformerà l’eroe che l’ha contratta in un semi-vampiro che passa i turni, attacca i propri compagni e aumenta lo stress del party. Tuttavia esiste un palliativo per questa maledizione ed è il Sangue, oggetto consumabile che si trova durante l’esplorazione. Facendo bere il Sangue a un maledetto, la maledizione diventerà un buff che aumenta danni, resistenze e velocità, per la durata di tre round al cui scadere, la maledizione tornerà al primo stadio. Inizialmente non sarà possibile rimuovere la Maledizione Cremisi.

Agli edifici potenziabili della città, si aggiungono i distretti, creabili tramite un progetto (drop di boss o di eventi della città) e una grande quantità degli oggetti già utilizzati per potenziare la città. I distretti danno bonus passivi alle varie classi oppure generano cibo, soldi o Sangue. Nonostante l’enorme prezzo per la costruzione, i bonus forniti risultano utili, sopratutto nelle fasi finali di gioco, dove effettivamente si hanno le risorse per costruirli.

Nuovi Nemici

La palude della Corte prolifica di Vampiri, pronti a tutto pur di placare la propria sete di sangue.

L’archetipo Vampiro è composto da esseri a metà tra le zanzare e gli umani, con una grande resistenza al morbo compensata da una bassa resistenza al sanguinamento. Come già detto la pericolosità maggiore di queste creature è la possibilità di applicare la Maledizione Cremisi. Tra i più ostici da affrontare, anche se è un mini-boss, c’è il Coccodrillo che è in grado di “nascondersi” dietro la vegetazione, rendendosi non sempre colpibile dalle skill degli eroi, per poi eseguire attacchi ad area dai danni abbastanza sostenuti. Dopo aver affrontato la Corte la prima volta, è possibile incontrare i vampiri anche in altri dungeon, obbligandoci alle volte a cambiare la strategia di gioco.

Altro nemico importante di questo DLC è il Fanatico, un mini-boss itinerante. Questo folle cacciatore di vampiri braccherà chiunque abbia contratto la Maledizione Cremisi. Il Fanatico può comparire casualmente all’interno di qualsiasi dungeon, ma solo se nel party è presente qualcuno di maledetto e dopo che in città è avvenuto l’evento che lo introduce. Questo mini-boss tenterà di bruciare uno degli eroi su di una pira che porta con se e terrà gli altri occupati con il suo martello.

Nuovi Aiuti

Al richiamo del Sangue, non ha potuto resistere il Flagellante, una nuova classe basata sulla quantità di vita a disposizione. Con due skill che possono essere attivate solo se si è sotto il 50% di HP, di cui una in grado di curare fino al 50% degli HP massimi, il Flagellante predilige le prime posizioni per attaccare e subire danni. Sì subire danni, perchè una volta sotto il 38% di HP, si attiva un buff ai suoi danni e alla sua probabilità di fare critico. Inoltre arrivato a 0 HP non incorre nel solito debuff, ma anzi cura tutto il party e si potenzia ulteriormente. Infine arrivato a 100 di stress l’unica afflizione che può ricevere ne potenzia il danno a sfavore della velocità e in caso di morte del Flagellante, il party verrà curato e tutti i nemici verranno stunnati.

Ultima nuova aggiunta a favore del giocatore, sono i nuovi set di trinket, specifici per ogni classe. Presi singolarmente sono già dei potenti trinket, ma una volta accoppiati con il proprio corrispettivo di set, danno un potenziamento ulteriore. Questi trinket hanno una loro rarità particolare, ma possono essere trovati anche al di fuori delle Corte.

Conclusioni

PRO
CONTRO
  • Nuovi nemici con meccaniche originali
  • Nuovo Eroe con meccaniche originali
  • Nuova parte di storia sull’Antenato
  • Nuovi trinket
  • Nuovi edifici con bonus da costruire
  • La difficoltà non corrisponde a quella descritta in gioco
  • I distretti richiedono molte risorse per essere costruiti

The Crimson Court è sicuramente un buon DLC, che aggiunge qualcosa di originale e porta nuove sfide ai giocatori, tuttavia andrebbe giocato durante il mid-late game, nonostante sia possibile già accedervi durante le prime esplorazioni di gioco. Il DLC al momento è disponibile solo su PC, per il mondo console ci sarà da aspettare, anche perchè a detta degli sviluppatori, vogliono prima trovare una versione stabile e bilanciata.