LEGO Marvel Avengers è l’ultimo titolo targato LEGO sviluppato da Traveller’s Tales e dopo LEGO Marvel Super Heroes uscito oltre due anni fa sarebbe potuto essere un capolavoro

LEGO Marvel Avengers (che da ora in poi chiameremo Lego Avengers per comodità) si presenta come i classici giochi dedicati ai mattoncini con piccole variazioni sul tema, infatti le gag tutte gesticolate sono state sostituite da battute recitate (già successo ne LEGO Il Signore degli Anelli) e doppiate e un sistema di combattimento lievemente modificato.

GAMEPLAYlego1

Come già accennato all’apparenza sembra il classico LEGO ma vi sono piccole differenze che hanno diversificato il gameplay, ad esempio dopo aver colpito ripetutamente un nemico apparirà il tasto azione per eseguire un uccisione speciale che coinvolgerà entrambi i personaggi in una delle più famose scene tratte dai film, come Thor che scaglia un fulmine contro lo scudo di Cap ed elimina tutti i nemici attorno.
Nota dolente in certi punti di esplorazione libera dove avremo una tale vastità di azione che, vista l’assenza di indicazioni, rimarremo spiazzati e non sapremo dove andare. Durante le fasi iniziali del gioco ci ritroveremo a Manhattan con la sola indicazione di Coulson “Andiamo, ci sono delle persone che vogliono incontrati” e ho speso oltre due ore a capire che dovevo trovare un velivolo dello Shield in una banchina nascosta da degli edifici, un indicatore sulla mappa non sarebbe stato per nulla fastidioso. Contrariamente gli indovinelli presenti nei vari livelli sono molto semplici da risolvere, ad esempio Captain America può interagire con i supporti con il logo del suo scudo, Thor può usare i fulmini per caricare gli oggetti che lo richiedono, gli agenti dello Shield possono interagire con gli scanner dello Shield e così via.
Seppur la possibilità di giocare in co-op è una delle parti più divertenti dei giochi del brand, in Lego Avengers vi sono alcuni punti in cui il giocatore 2 resterà semplicemente a guardare mentre l’azione sarà concentrata solo sul primo.

lego2
Beh, in effetti… ci serviranno molte frecce!

TRAMA
A differenza di LEGO Marvel Super Heroes dove la trama è totalmente ispirata, Lego Avengers ripercorre le trame dei due film sui Vendicatori in maniera più o meno fedele e in maniera superficiale Captain America il Primo Vendicatore ed i film della fase due sui singoli eroi (Iron Man 3, Thor the Dark World, Captain America ed il Soldato D’inverno), a causa di tale superficialità il gioco può essere goduto appieno solo da chi i film li ha visti. In tal senso un approccio più vicino a LEGO Marvel Super Heroes sarebbe stato più efficace. Una volta terminate le varie missioni ci rivoteremo con la possibilità esplorare liberamente varie location dove troveremo missioni secondarie, enigmi e attività minori; le location varieranno tra Manhattan, Asgard, Malibù, l’Elivelivolo dello Shield, la Base dello Shield e Washington.
Una cosa legata a doppio filo con la trama sono i personaggi presenti nel gioco, a differenza del gioco precedente i mutanti sono stati rimossi in favore dei personaggi principali, quelli secondari e gli antagonisti dei film sui Vendicatori…e personaggi totalmente fuori luogo. Per raggiungere i 200 personaggi utilizzabili infatti sono stati aggiunti nel gioco personaggi come la appena introdotta nei fumetti Lady Thor, il dragone Fin Fang Foom ed altri sconosciuti a coloro che di Marvel hanno visto solo i film. Esclusi dal gioco sono i personaggi dei Guardiani della Galassia, magari per un futuro dlc.

COMPARTO TECNICO
Seppur le console di nuova generazione siano in commercio da oltre due anni i giochi targati LEGO continuano ad uscire sulle console della scorsa generazione, ciò comporta nessuna reale miglioria o avanzamento tecnico tra un gioco e l’altro. Ad esempio Manhattan stessa è presa dal precedente capitolo e semplicemente riempita di collezionatili quando con la potenza delle nuove console questa zona sarebbe potuta essere molto più ampia.
Le animazioni sono uno degli elementi meglio riusciti del gioco, da quelle nelle cutscene a quelle legate al combattimento, sfortunatamente molte animazioni seppur fantastiche sono rovinate dai dialoghi presenti.
Il level design è molto ispirato e risulta più tridimensionale rispetto ai predecessori, in alcuni livelli i due giocatori si ritrovano letteralmente su due piani diversi ma in alcuni punti questo viene penalizzato da bug minori che costringono il giocatore a riavviare la partita (oggetti chiave non interagitili ad esempio).

DIALOGHI E GAG
I dialoghi sono il problema vero del gioco, l’idea di sostituire le gag e le scene mimate era già stata introdotta ne LEGO Il Signore degli Anelli ma qui il tutto viene rovinato dal doppiaggio, seppur un paio di doppiatori siano gli stessi dei film gran parte sono stati sostituiti. Se si trattasse di un brand semi sconosciuto non sarebbe un problema ma si tratta di una serie di film (12 ad oggi in 7 anni) i cui personaggi e doppiatori sono universalmente riconosciuti, sentire battute famose recitate con il tono sbagliato abbassa la qualità globale del titolo.
Seppur i dialoghi siano una nota dolente anche la quantità e la qualità media della gag non è da meno, ad esempio l’eccessiva qualità di bibite in mano ai personaggi presenti nelle cutscene è decisamente inappropriata, mentre altre gag sono semplicemente geniali…come questo blue screen!

COMMENTO FINALE
LEGO Marvel Avengers è un gioco molto lineare che segue lo stile classico della serie LEGO peccando di qualità su alcuni punti cardine quale la narrazione e la superficialità nel modo in cui sono affrontati i film sui singoli Vendicatori. Un gioco che promette una dozzina di ore per completare la modalità storia e altrettante per sbloccare tutti i personaggi ed i collezionatili. Un gioco per tutti ma più adatto ai fan dei film Marvel che già conoscono le storie sugli eroi della Casa di Idee.

 

LEGO Marvel Avengers è disponibile per Xbox 360, Xbox One, Ps3, Ps4, PsVita, Nintendo 3DS, Nintendo WiiU, PC.