Quando si parla di Gaming e intrattenimento sonoro, Turtle Beach è uno dei marchi più conosciuti e affidabili.
Recentemente abbiamo provato uno degli Headset Top di Gamma del brand le Stealth 420X appositamente studiate per Xbox One; oggi vi proponiamo invece la più piccola sorellina, studiata per essere perfettamente compatibile invece con PlayStation 4 e 3, ma anche Mac, PC e dispositivi mobile come PS Vita e Smartphone (e in realtà, anche con Xbox One se siete in possesso dell’adattatore stereo o di un pad con jack da 3.5mm).
L’esperienza di Turtle Beach in campo audio, unita ad un design accattivante e versatile, risultano essere un’accoppiata vincente che rende le Turtle Beach Recon 60P uno strumento utile per ogni attività.large_recon_60p_blk_r_angle

Nel corso di questa recensione, passeremo in rassegna le varie caratteristiche e specifiche tecniche, passando poi a una galleria fotografica, fornendo infine i nostri pareri basati sulla nostra esperienza con il prodotto.


CARATTERISTICHE

Partendo dalle caratteristiche forti di questo Headset troviamo infatti che la versatilità e la portabilità siano qualità cardine del prodotto.

  • Portale Dove Vuoi
    Le Recon 60P presentano padiglioni ruotabili che permettono alle cuffie di occupare meno volume quando le si trasporta, rendendo comodo anche appoggiarle attorno al collo.
  • Suono stereo amplificato
    Audio di gioco stereo amplificato di alta qualità sia su sistemi PlayStation 4 che PlayStation 3.
  • Usa solo ciò che ti serve
    Il microfono delle 60p è rimuovibile, il che permette a chi le utilizza di staccarlo nel caso si stiano usando le cuffie per il solo comparto audio, evitando così di avere l’inutile fastidio del microfono accanto al viso quando non se ne usufruisce.
  • Usale con tutto
    Come abbiamo accennato, le Recon 60P sono molto versatili, infatti nella confezione, oltre all’Headset e al microfono troviamo una serie di adattatori, tra i quali anche un adattatore USB che, oltre ad allungare il cavo delle Cuffie, permette di utilizzare il microfono dedicato anche su PC e Mac.
  • Altoparlanti a gamma intera
    Ampi altoparlanti al neodimio da 40 mm che garantiscono un ottimo suono stereo con alti frizzanti e bassi fragorosi.
  • Microfono regolabile
    Così come le cuffie, anche il microfono è regolabile, infatti la sua struttura permette di piegarlo a piacimento per avvicinarlo o allontanarlo dal viso facendo sì che resti in posizione finché non decidiamo di spostarlo nuovamente.
  • Comodi Comandi
    I comandi integrati sono posizionati alla perfezione per disattivare l’audio e regolare il volume con facilità.
  • Design accattivante e “a tema”
    Come abbiamo potuto notare per le Stealth 420x, col design dagli accenti verdi Xbox, qui troviamo al contrario accenti blu PlayStation, visibili nei padiglioni in pelle, nell’imbottitura dell’archetto e nelle giunture e loghi dei padiglioni.

GALLERIA

In questa parte della nostra recensione, vi mostreremo nel dettaglio la Recon 60P attraverso una galleria fotografica, per permettervi di avere una chiara idea della cuffia.


LA NOSTRA ESPERIENZA

Le Recon 60P si sono mostrate uno strumento utilissimo durante le giornate di test, sebbene un po’ scomode dopo diverse ore di utilizzo consecutive, scomodità tuttavia dovuta non ai padiglioni, che rimangono comunque morbidi e di buona qualità, quanto più per l’indossabilità della cuffia stessa. L’headset comunque mostra una qualità costruttiva robusta e versatile che ci ha permesso di portarle comodamente con noi in diverse occasioni.
La possibilità di ruotare i padiglioni di quasi 90°, infatti, ci ha permesso di “appiattire” il volume delle cuffie, rendendone più facile il trasporto, come al collo o in uno zaino.
Il fatto che il microfono sia rimovibile inoltre, rende più facile l’utilizzo dell’headset in mobilità, ciò rende le cuffie più adatte al movimento in città, senza doversi preoccupare di spezzarlo accidentalmente o danneggiarlo, oltre poi a rende l’aspetto estetico più “pulito”.
Parlando di estetica, prima di passare alla qualità audio vera e propria, le Recon 60P non passano inosservate, il blu elettrico, accostato al nero, da alle cuffie un tocco vivace ma serio allo stesso tempo che accompagnato dalla struttura compatta e simmetrica dell’headset, conferisce allo stesso un aspetto moderno e ben studiato.
large_recon60p467x564_e
Per quanto riguarda la resa audio del prodotto di casa Turtle Beach, non siamo rimasti delusi, il sonoro è di qualità, e sebbene si tratti di una cuffia stereo di fascia media, il suono è molto chiaro e i bassi sono abbastanza pronunciati.
Abbiamo testato le cuffie in diversi ambienti e con diversi scopi, dal gaming all’ascolto di file multimediali come film e musica, i padiglioni da 40 mm con l’imbottitura in pelle sintetica si stringono fermamente attorno alle orecchie permettendo di ascoltare un suono chiaro senza disturbi esterni, rendendo possibile senza troppi problemi la distinzione dei singoli suoni di gioco che siano spari o dialoghi in game.
I cavi di collegamento tra i padiglioni, convergono in un unico cavo dopo circa 20 centimetri per poi arrivare al jack passando per uno switch che presenta il controllo per il microfono e una rotellina per il volume, cosa risultata molto utile durante le sessioni di gioco online per poter disattivare e riattivare facilmente e velocemente il microfono mentre si gioca per evitare che il microfono catturi, seppure in minima parte, suoni indesiderati.
La presenza della spugnetta a ricoprire il microfono stesso infatti, fa sì che questo catturi il meno possibile suoni indesiderati, dando così un’ottima qualità di trasmissione della voce.
Ottima la resa anche tramite adattatore USB, utilissimo per il gaming su PC e per chiamate su Skype o Team Speak.


CONCLUSIONI

Alla luce di quanto abbiamo provato, siamo di fronte ad un prodotto dall’ottimo rapporto qualità prezzo, capace di regalarci intense sessioni di gaming senza sacrificare qualità audio. La cuffia viene promossa da Turtle Beach come altamente versatile, ed effettivamente, già dal contenuto del bundle, abbiamo tutto il necessario (o quasi) per poterla adattare a qualsiasi dispositivo.
La resa è di prim’ordine, la qualità delle comunicazioni e relativa registrazione del microfono, ottima.
Insomma con le cuffie Recon 60P, Turtle Beach è riuscita, indubbiamente, nell’impresa di realizzare un prodotto altamente accessibile e dall’ottima resa in tutti i campi.

large_recon_60p_blk_l_angle_w_mic

Le Ear Force Recon 60P di Turtle Beach si sono rivelate all’altezza delle aspettative, utilissime in viaggio e per il gaming, qualità audio soddisfacente grazie all’isolamento dai rumori esterni dato dai padiglioni, un po’ scomode alla lunga ma comodissime per la loro versatilità e vasta compatibilità con i diversi dispositivi, design accattivante e qualità costruttiva robusta.
Prezzo contenuto (circa 60€) per un rapporto qualità/prezzo più che buono!

PRO CONTRO
  • Buona versatilità e compatibilità
  • Incredibile qualità/prezzo
  • Ottimo Microfono
  • Buon isolamento dei padiglioni
  • Design accattivante
  • Ottima Portabilità
  • Forse un pelino plasticosa
  • Alla lunga, tendono a essere scomode
Conclusione
Recon 60P
8
CONDIVIDI
Articolo precedenteDeadpool bandito in Cina
Prossimo articoloIl DLC single player di GTA V: tra rumor e smentite
Sono una ragazza a cui piace moltissimo la cultura. Adoro leggere, scrivere, l'arte in generale e la musica che assume un ruolo di primo piano nella mia vita. Studio Lingue e Letterature Straniere a Pisa ma talvolta mi piace divertirmi a giocare ai videogames. Sono parte dello staff dietro il 17K Group fin dalla sua fondazione, e spero che la passione dietro esso riesca ad arrivare fino a voi! ;)