La redazione di iFixit ha pubblicato un video teardown su Xbox One X – come è solita fare per (quasi) ogni prodotto tecnologico introdotto sul mercato. Smontando la nuova ammiraglia marchiata Xbox, è possibile esaminarne le componenti e fare opportune considerazioni sulla riparabilità del sistema.

Un eventuale intervento tecnico risulterebbe generalmente semplice a causa dei pochi accessori richiesti per farsi strada all’interno del prodotto. Un design modulare, pulito e sensato, favorisce la sostituzione di componenti quali hard disk, ventola, dissipatore, scheda di rete, PSU e scheda frontale. Lo smontaggio, tra l’altro, sembra essere più facile rispetto a quanto visto con l’Xbox One originale.

Xbox One X ottiene un punteggio di riparabilità pari a otto punti su dieci. Ciò che non convince il team di iFixit è che per la sostituzione dell’hard disk – un Seagate 5200 RPM da 1TB – sia necessario rompere diversi sigilli, invalidando la garanzia. Un upgrade dell’hard disk interno è inoltre reso più complicato da una particolare formattazione di quest’ultimo. Questo “difetto” era stato riscontrato anche su Xbox One S.

A scopo informativo ricordiamo che PlayStation 4 Pro aveva ottenuto l’anno scorso un punteggio identico, evidenziando una buona riparabilità ostacolata solo dalle varie viti e sigilli di sicurezza che inevitabilmente ne rallentano lo smontaggio, nonostante l’hard disk fosse facilmente estraibile per un eventuale upgrade.

Se volete approfondire l’argomento, a questo link trovate l’articolo completo su Xbox One X realizzato da iFixit. La guida completa per lo smontaggio, segnaliamo, non è stata ancora pubblicata.