Nintendo è stata accusata di una presunta violazione di brevetti ai danni di una compagnia americana che produce controller per smartphone e tablet. La richiesta di Gamevice è quella di fermare le vendite di Switch e di essere risarcita per i danni: hanno dichiarato infatti che “la violazione di Nintendo ha causato e continua a causare danni irreparabili all’azienda“.

Switch, a detta degli avvocati, infrange almeno uno dei tanti brevetti detenuti dalla compagnia. Uno dei loro prodotti più recenti funziona infatti in maniera molto simile ai Joy-Con di Switch: si tratta di due controller utilizzabili con dispositivi Android e iOs, trasformando il dispositivo in un piccolo gamepad con schermo integrato.

Questa idea risulta essere stata brevettata nel 2015, ma già nel 2012 Gamevice aveva commercializzato un prodotto diverso, chiamato Wikipad, che era praticamente un tablet Android con controller rimovibili. L’idea è stata poi scartata in favore di controller collegabili a dispositivi già in commercio.

Nintendo non si è ancora espressa ufficialmente sulla questione, ma dubitiamo che abbia intenzione di cedere alle richieste di Gamevice.

A questo link potete trovare tutti i dettagli sulla questione legale. Nel frattempo, cosa pensate di questa (ennesima) più o meno non-fondata richiesta di risarcimento danni? Fatecelo sapere con un commento!