Pachter Sea of Thieves

Sea of Thieves è un titolo per certi versi molto controverso, amato da alcuni e odiato da altri con il risultato finale di non convincere pienamente come esclusiva per le console Microsoft.
Sea of Thieves, per quanto piacevole, difficilmente riesce a tener testa a titoli come God Of War di Sony o la triade “The Legend Of Zelda: Breath Of The Wild“, “Super Mario Odyssey” e “Xenoblade 2” messa in campo da Nintendo.
Come mai l’esclusiva Microsoft non ha colpito il bersaglio?

La risposta a questo quesito viene dalle parole del tanto discusso analista Michael Pachter (Wedbush Securities):


Vedete, io credo con tutto il rispetto che a Rare abbiano poca capacità nell’innovare.
I ragazzi di 343 sviluppano Halo ed è fantastico, si tratta di un titolo che li spinge a dare il massimo di modo di apportare sempre qualcosa di nuovo ogni 2-3 anni nell’universo di Halo.
I ragazzi di The Coalition sviluppano Gears Of War e fanno esattamente la stessa cosa dei ragazzi di 343.
Rare invece dal canto suo non è mai stata molto brava ad innovare.


Sea of ThievesPachter ha inoltre voluto dire qualcosa di più proprio sul genere stesso del gioco, ovvero i Pirati, definendolo (almeno per i suoi gusti) un genere di nicchia.


Ritengo che il genere piratesco sia un tema oltraggiosamente stupido, ma si tratta nuovamente di una mia opinione.
Non apprezzai nemmeno Assassin’s Creed Black Flag proprio per via della sua ambientazione piratesca ma conosco benissimo persone che prediligevano proprio quella parte del gioco.
Quindi ritengo che si tratti sostanzialmente di un’utenza di nicchia, io non sono motivato ad andare a cercare 400 tesori per poi mettermeli sulla nave, finirei solo col sentirmi un container o una nave cargo.
Non riesco a entrare nel mood, non lo capisco.
Inoltre non amo particolarmente i giochi dove altri giocatori online possono venire a rubarti la roba e devi andare a riprendertela con le armi in mano.
Non è il mio genere.


Pachter ha inoltre sottolineato come Sea of Thieves è solamente l’ultimo dei giochi targati Microsoft che ha fallito nell’ottenere i risultati sperati facendo inoltre menzione del fatto che paragonandola a Sony Microsoft non ha abbastanza studios per reggere con i suoi competitors.xbox game pass


Credo che la scelta di Microsoft in merito a cosa sviluppare vada molto in base alle capacità che hanno al loro interno e per Rare credo proprio sia andata così.
Questo è il massimo che Rare è riuscita a fare, è dura da accettare ma è così.
Ci sono un sacco di rumor di Microsoft che intende comprare EA o Bethesda proprio perché ultimamente si è diffusa la percezione che Microsoft abbia la seria necessità di più contenuti esclusivi.

Onestamente ritengo che Sony abbia una più ampia banda di studios ricchi di talento con valutazioni che superano spesso il 90.
Microsoft semplicemente non ne ha abbastanza.
Avevano Lionhead e non è andata a finire bene.
Si sono fossilizzati con Rare per vent’anni e non ha funzionato.
Credo che Rare sia andata sempre più peggiorando.


Sempre in tema di esclusive Microsoft Pachter si è invece espresso positivamente su State Of Decay 2 affermando che nonostante il genere zombie sia ormai “troppo sfruttato” un sequel per i primo State Of Decay potrebbe starci benissimo dopo tutti questi anni.State Of Decay 2


Beh, un altro gioco di zombie!
Sapete, State Of Decay è divertente, è impacciato certo, ma posso capirlo perché è un gioco veramente assurdo.
Ho amato il primo capitolo ma è una delle ragioni per cui sono stanco del genere zombie, mi sento di aver giocato ormai tutto il giocabile in merito.
Ma in fondo sono passati anni dal primo capitolo quindi potrebbe benissimo funzionare.


Fateci sapere cosa ne pensate di queste pesanti parole di Pachter su Sea of Thieves e Microsoft e non dimenticate di seguirci sulle nostre pagine social e su 17kgroup.it per notizie sempre nuove!