Bethesda

Bethesda stupì un po’ tutti quando decise nel 2016 di portare uno dei suoi titoli più famosi, ovvero The Elder Scrolls V Skyrim, sulla neonata Nintendo Switch ma i risultati delle vendite della nuova versione del titolo mostrarono una calorosa accoglienza.

Nel corso dell’anno successivo sulla console di casa Nintendo fece la sua comparsa anche DOOM in un porting che seppur apparentemente impossibile dette veramente un’ottima impressione sulla piccola console portatile.BethesdaOra, forti di questi successi, quelli di Bethesda hanno finalmente rivelato una data di uscita anche per il loro terzo porting su Switch, ovvero Wolfenstein 2: The New Colossus.
L’accoppiata fra Nintendo Switch e Bethesda sembra quindi essere veramente proficua per entrambe le società e le conferme di ciò arrivano proprio dalle parole di Pete Hines durante una recente intervista con GameReactor:


A game like Doom or Skyrim or Wolf II… there is an audience for those games on [Nintendo] consoles.
We’ve seen that so far. Nintendo’s been really pleased obviously, and we didn’t have a crystal ball to know, “Oh this will definitely their best-selling thing” but we saw it early, we felt like there was something we could support and our games would resonate, and they have, and obviously Nintendo’s crushing it with their hardware sales which is great.Bethesda


Hines ha anche sottolineato che hanno tutta l’intenzione di continuare questa collaborazione con Nintendo nei loro titoli futuri ma ha anche aggiunto che non sarà semplice effettuare ogni porting su Switch.
Difatti a causa delle ridotte prestazioni della console di casa Nintendo si dovrà sempre fare un lavoro extra per far si che i giochi girino come si deve senza perdere contenuti o denaturarsi a causa dell’hardware “limitato“.


From Nintendo, they’re thrilled as hell.
Last Nintendo game I guess we did before this would have been like Star Trek Tactical Assault or something – we did a DS game.
I can’t even keep them all straight, it was a long time ago, but we hadn’t done anything on Nintendo hardware in a long time.
But we’ve always talked to those guys.
Our philosophy hasn’t changed in all my time at Bethesda, which is we put all this effort into making these games, we’ll put them out on as many platforms as will support the game as the developers have designed it.
Now in the case of Switch, okay we’ve gotta do a little work to make sure it runs right and gives the right thing.
We don’t want to cut out half of the story or make sacrifices that change the game, but if a device will support what we’re doing, we’ll absolutely put it out because we want as many people as possible to play these great games that our developers make.Bethesda


Fateci sapere cosa ne pensate delle parole di Pete Hines nei commenti e non dimenticate di seguirci sulle nostre pagine social e su 17kgroup.it per notizie sempre fresche!