Dopo qualche giorno dalla fine della Beta di Monster Hunter World è giunto il momento di raccogliere le nostre idee e sensazioni. Il periodo di prova del prossimo titolo della serie di Capcom è durato giusto una manciata di giorni, ma sono stati più che sufficienti per affrontare più e più volte il mostruoso mondo di gioco.

C-C-C-COMBO SLAYER!

Confermiamo nuovamente che si tratta di un mondo di gioco che brulica letteralmente di vita. Ad ogni passo saremo circondanti da piante e animali di ogni varietà, siano essi terrestri o acquatici. Naturalmente non mancheranno alcune creature volanti, come ad esempio i Kisashanma visti nella video-guida #10. Ogni creatura è fonte di risorse e di sfida. Sarà possibile pescare, cacciare, o perfino imbattersi in minuscole creature solo apparentemente inoffensive. In ogni caso, tutto potrà essere opportunamente sfruttato a vostro vantaggio, incluso l’ambiente.

Monster Hunter World Beta Screen
Ricordatevi di mangiare come si deve che dovete crescere, a’nonna.

Infatti basterà un minimo di pianificazione e accortezza per far scattare delle trappole naturali quali il crollo di rocce o la rottura di una diga, eventi utili a favorire la sconfitta di un mostro. In maniera simile è stato divertente sfruttare un mostro per attaccarne un altro. Nel nostro caso il party di cacciatori ha ingaggiato un Anjanath e si è successivamente trovato lungo il percorso di un Gran Jagras e relativa famigliola. Inutile sottolineare quanto appagante sia stato vedere il grosso rettile bipede azzannare alla gola il coloratissimo lucertolone, poi ritiratosi rovinosamente.

Ovviamente le nostre armi e la nostra abilità nel padroneggiarne al massimo le caratteristiche sarà il fulcro delle nostre battute di caccia, e ancora una volta Monster Hunter premia l’affinità, l’adattabilità, e la sperimentazione. Come anticipato, il nostro personaggio non sarà strettamente legato a una classe, quindi potrà imbracciare ogni tipo di arma. Starà a noi decidere quali ci daranno il feeling maggiore, e potremo conoscerle al meglio nella modalità “Addestramento”. Qui abbiamo sperimentato le diverse combo, la loro velocità, ma anche le munizioni delle armi a distanza. Inizialmente snobbate per la mancanza di effetti scenici paragonabili a quelli delle nostre asce, questa categoria di armi si è invece rivelata molto utile nel party. Le differenti munizioni possono paralizzare, stordire, o perfino riportare coi piedi per terra un Rathalos infuriato. In generale, nonostante ci siano armi più efficaci di altre su determinati mostri, tutte possono portare ad un risultato positivo. Ad esempio, il martello è l’arma più adatta ad aumentare le chance di rottura del muso del Barroth, cosa molto difficile con le altre armi!

Monster Hunter World Beta Screen

Ci siamo anche divertiti a sfidare il limite di tempo imposto dalla Beta, appena 20 minuti per tracciare e abbattere ogni obiettivo. Il nostro attuale massimo è stato abbattere un Juratodus e un Barroth nella stessa battuta di caccia. Un risultato senza lode e senza infamia per un party non affiatato e arrugginito. Siamo riusciti a esigere giustizia e vendetta contro l’Anjanath e il Diablos, sperimentando l’uso di trappole contro quest’ultimo. Meno successo invece con lo sfuggente Rathalos, ma avremo tempo di rifarci.

A tal proposito, si è rivelato molto utile il viaggio rapido tra un accampamento all’altro. Spostarsi rapidamente volando appesi a una grossa creatura volante è molto interessante, ma soprattutto immediato e senza tempi di caricamento.

Monster Hunter World Beta Screen

C’è stato ben poco spazio dedicato al compagno Palico. La sua funzione di supporto è stata sfruttata principalmente in veste di cura ferite, realizzata con un lancio di pozione sul proprio personaggio. L’effetto è simile a quello dello scoppio di una Vigorvespa, quindi niente di complicato. Avremmo comunque voluto dedicare più tempo e possibilità per capire come agiranno i nostri compagni pelosi e con quali modalità.

Nel complesso la Beta di Monster Hunter World si è rivelata istruttiva ed estremamente piacevole. Ancora una volta abbiamo appena scalfito la superficie di questo nuovo, vasto mondo. Sicuramente saranno apportate delle modifiche, speriamo soprattutto al moveset di alcuni mostri, risultati troppo erratici, rapidi, e talvolta imprevedibili. In ogni caso, siamo più famelici di un Gran Jagras e di questo Monster Hunter World ne vogliamo ancora e ancora di più!

A voi non stuzzica un’altra portata di mostro appena cacciato? A dirla tutta, potrebbe esserci qualcosa in più in arrivo a breve.