Una vittoria incredibile; dopo che il Belgio (nei panni del ministro della giustizia) ha confermato la settimana scorsa che avrebbe indagato sulle accuse di gioco d’azzardo non regolamentato (loot boxes), nei videogiochi popolari come Overwatch, grazie alla controversia avuta con Star Wars Battlefront 2, c’è stata una dichiarazione:  I “Loot Boxes sono effettivamente gioco d’azzardo“, dicono, “e ci muoveremo per farli vietare nell’Unione europea“.

Questa è una notizia fantastica per molteplici ragioni: se le loot boxes sono illegali in Europa, allora gli editori avranno due opzioni, o sviluppare due versioni dei loro giochi (uno con loot boxes, uno senza), o rinunciare a un’uscita in Europa (quindi, metà del mercato per la maggior parte degli editori occidentali). Pertanto, a meno che gli editori non si inventano altro, non avranno alcuna scelta se non quella di rimuovere le loot boxes dai loro titoli; se questo regolamento passa.

E’ molto probabile che questo regolamento passerà; facciamo qualche esempio: i Game Corners nei giochi Pokemon (rappresentazioni di casinò con slot in gioco, che usano solo la valuta di gioco per le vincite interne ad esso) sono stati rimossi da tutti i titoli Pokemon dopo il 2009, con l’accusa di promuovere il gioco d’azzardo: questa è una situazione molto meno grave di quella odierna.

In altre parole, possiamo pensare alla fine delle loot boxes nei giochi. Sembra che l’equivoco di EA con i loot boxes di Star Wars Battlefront 2 sia stata la causa scatenante.

Che ne pensate? Secondo voi è una scelta giusta? Fatecelo sapere con un commento!