Giusto da qualche giorno, siamo a conoscenza del fatto che la macchina creativa di Niantic non si è fermata con Pokémon GO. Infatti, la casa madre di Ingress e Pokémon GO ha confermato la collaborazione con Warner Bros e WB Games per dare alla luce il videogioco di realtà aumentata Harry Potter: Wizards United.

Ciò potrebbe portarci a pensare che Niantic abbia intenzione di abbandonare il supporto, finora sempre presente, a Pokémon GO per concentrarsi esclusivamente sul nuovo gioco per dispositivi mobili ma non è così, dichiarando, invece, che verranno pubblicati aggiornamenti e migliorie per Pokémon GO anche nel 2018 e oltre, quindi il fenomeno mondiale che ha segnato indelebilmente l’estate del 2016 non cesserà di vivere come l’ormai quasi defunto Ingress, che può essere definito come un grande campo di prova utilizzato per realizzare progetti dalla più ampia portata come, appunto, Pokémon GO e, ora, Harry Potter: Wizards United.

Non a caso Pokémon GO ha da poco concluso il suo evento di Halloween e, a breve, dovremmo aspettarci il rilascio dei Pokémon originari di Hoenn, appartenenti quindi alla terza generazione di mostriciattoli tascabili ideati dalla casa di sviluppo nipponica Game Freak. Non dimenticatevi di continuare a seguirci per ulteriori aggiornamenti sul gioco a tema Harry Potter di Niantic.