Siamo nel pieno degli annunci a tema videoludico e, anche quest’anno, Blizzard allestisce un palco per la canonica Blizzcon. Si tratta dell’undicesima edizione della Blizzcon e la stessa Blizzard si è presentata in pompa magna come solo lei è in grado di fare. Sulle note di Knights of Cydonia dei Muse, si apre la opening ceremony, quella parte del Blizzcon riservata agli annunci riguardanti i titoli che Blizzard sta supportando al momento.

Ci duole mettere le mani avanti fin da subito ma Blizzard non si è sbottonata per nulla riguardo il tanto chiacchierato Diablo.

Bando alle ciance, vediamo cosa ha deciso di mostrare Blizzard in questa undicesima Blizzcon.

Starcraft

La prima bomba che sgancia Blizzard riguardo Starcraft II è il fatto che verranno introdotti due nuovi eroi, Mira Han e Matthew Horner. La seconda bomba è che Starcraft II sarà completamente gratuito. Avete letto bene: a partire dal 14 novembre 2017, potrete giocare a Starcraft II senza nemmeno comprarlo. Più nello specifico tutti avranno la possibilità di giocare alla campagna Wings of Liberty in maniera completamente gratuita mentre, invece, a chi possiede già il gioco verrà data la possibilità di giocare l’espansione Heart of the Swarm. Verrà permesso a tutti l’accesso al ranking ladder e a tutti gli eroi fino al livello 5.

Heroes of the Storm

Il nucleo dell’annuncio che ha riguardato il moba targato Blizzard, Heroes of the Storm, riguarda principalmente l’arrivo di due nuovi eroi nel roster a disposizione dei giocatori: Hanzo e Alexstrasza. In pieno stile Blizzard, i due nuovi personaggi giocabili in Heroes of the Storm vengono presentati con delle sequenze animate davvero spettacolari e dinamiche che ne mettono in risalto le caratteristiche. Se volete scoprire cosa sono in grado di fare questi due nuovi eroi, vi basta seguire questo link per vedere le abilità di Hanzo o quest’altro se volete scoprire le caratteristiche di Alexstrasza.

Non dovrete aspettare molto prima dell’arrivo di questi due nuovi campioni nel Nexus, poiché il loro arrivo è previsto a breve, ovvero fra novembre e dicembre di questo stesso anno.

Sono state annunciate ulteriori skin che arricchiranno il vostro guardaroba, specie se relativo ai due nuovi eroi in arrivo.

Hearthstone

Ciò che Blizzard ha voluto compiere con Hearthstone questa volta, è un vero e proprio ritorno al passato. Si assiste ad un ritorno al passato vero e proprio, ad un fantasy classico popolato da mostri, caverne, dungeon da esplorare e ricchi bottini da accaparrarsi. Il feeling generale della nuova espansione così presentata si fa molto “D&Desco” così come la sua presentazione. “Kobolds and and Catacombs”, Coboldi e Catacombe nella versione italiana, viene presentata proprio come se si stesse procedendo all’interno di una campagna di un GDR cartaceo e il pubblico interagisce con la presentazione scegliendo i percorsi da seguire. In questa maniera sono state svelate alcune carte che verranno aggiunte con l’espansione:

Fa capolino la prima vera e propria arma leggendaria di Hearthstone: la Dragon Soul, in grado di evocare potenti draghi al comando del giocatore. Inoltre, per tutti coloro che si collegheranno ad Hearthstone lunedì 6 novembre, la carta Marin the Fox verrà distribuita in esclusiva.

Se la nuova espansione non vi basta, potrete sempre contare su Dungeon Run, una nuova modalità in giocatore singolo completamente gratuita. Esatto, non si dovrà pagare per avere accesso. Tale nuova modalità presenterà connotazioni fortemente roguelike: si potrà scegliere un deck preconfezionato che segue la logica di una “classe” e si inizia una cosiddetta “run” per svilupparlo fronteggiando nemici in difficoltà crescente. Perdendo la run, si perderà il mazzo costruito e si dovrà ricominciare daccapo come in tutti i roguelike che si rispettino. Kobolds and Catacombs comprenderà 135 nuove carte ed è l’ultima espansione per Hearthstone prevista per il 2017.

Overwatch

Lo sparatutto ibrido di Blizzard colpisce ancora il pubblico duramente, infiammando l’utenza con la presentazione clamorosa tenutasi quest’anno. Sul palco assistiamo a numerose e gradite novità sul fronte Overwatch, quali: una nuova mappa, un nuovo personaggio e un nuovo corto animato.

Il nuovo eroe si chiama Moira e ricopre il ruolo di “support”. Qui potrete ammirarla in tutta la sua tenebrosa bellezza.

Da come è stata presentata, Moira sembra un ibrido fra Zenyatta, Mercy e un eroe DPS, in quanto è in grado di fornire ingenti cure, provocare danni e colpire gli avversari con debuff. Il suo background rimane ancora avvolto nel mistero ma è dato per certo che è coinvolta negli eventi di Blackwatch e Talon.

Per l’ultima parte della sequenza a tema Overwatch, ha fatto la sua apparizione durante lo show il doppiatore di Reinhardt, Darin De Paul. La sua presenza, ovviamente, non risulta casuale, poiché il nuovo corto animato della Blizzard su Overwatch ci presenta proprio un Reinhardt giovane, impetuoso e arrogante nel momento della sua maturazione. Qui potrete trovare il nuovo corto su Reinhardt e la storia della sua cicatrice.

World of Warcraft

Il gioco che, in certo senso, ha fondato il concetto di MMORPG è ancora supportato da Blizzzard, dopo tutti questi anni. World of Warcraft, si arricchirà di un ulteriore tipo di server, creato appositamente per ospitare giocatori nostalgici, chiamato World of Warcraft: Classics. Non è stata annunciata nessuna data sul suo rilascio ma i fan più affezionati del gioco sono già in fibrillazione per questo ritorno alle origini. Proprio così, con i server World of Warcraft Classics, Blizzard intende creare un server specifico per chi intende giocare “vanilla”, ovvero così come uscì il gioco.

Per quanto riguarda la nuova espansione, invece, Blizzard non bada agli orpelli: Battle of Azeroth sposta nuovamente il focus dell’attenzione sui dissapori fra Alleanza e Orda.

Questo è il trailer di annuncio, a cui presto seguirà la cinematic intro dell’espansione vera e propria. La nuova espansione Battle of Azeroth contiene: nuovi continenti (Kul Tiras, popolato dall’Alleanza e Zandalar, dominio dell’Orda), avventure al livello 120, nuovi dungeon e raid da affrontare con i propri compagni, isole non scoperte da esplorare, e diversi fronti di battaglia in contesa. Quest’ultima feature rende la fazione di appartenenza più influente che mai sul modo di giocare a World of Warcraft. Ciò che avrà luogo saranno delle vere e proprie contese fra i due schieramenti e, di sicuro, si prospetta una lotta epocale.

Cosa vi aspettavate da questo Blizzcon? Cosa vi ha deluso, oppure, cosa vi ha maggiormente colpito? La mancanza di Diablo dovrebbe farci sperare in annunci futuri o farci rassegnare ad un silenzio stampa? Fatecelo sapere con un commento!