xbox one x e3 2017

Secondo le parole di  Jez Corden, Microsoft starebbe già lavorando alla prossima console che arriverà idealmente intorno al 2020 circa. Ci spiega però che la macchina differisce dal concetto di “nuova generazione”, puntando invece a essere legata alla precedente Xbox One X come quest’ultima lo è con la classica Xbox One.

Si parla dunque di un sistema che rimane costantemente collegato senza escludere gli hardware precedenti, puntando sulla retrocompatibilità dei titoli, e se dovesse seguire la stessa logica applicata ad oggi, garantirà anche a Xbox One X la piena compatibilità con i giochi in uscita sulla prossima Xbox, rendendola di fatto una console molto duratura nonostante la sua natura mid-gen. Si potrebbe intatti dire che secondo Microsoft, il concetto di generazione sia concluso andando a rinnovare l’hardware ma permettendo di poter giocare comunque i propri titoli preferiti sulla piattaforma, come se fosse un PC, adattanto i dettagli alla potenza che la console ci fornisce.

Riguardo le esclusive, tuttavia, non ci sono ancora voci in capitolo ma secondo Corden, il caro Phil Spencer ha le idee chiare e ha recepito il feedback. Cosa possiamo aspettarci nei prossimi anni da Microsoft e la sua nuova concezione di console?  Cosa bolle in pentola nell’azienda? Non esitate a lasciarci le vostre idee nei commenti.