Della lineup che Bandai Namco Entertainment ha portato all’E3 di Los Angeles abbiamo visto in anteprima Dragonball Xenoverse 2, in uscita per PS4, Xbox One e PC.


Tra le prime cose dette durante la presentazione a porte chiuse e che ci ha colpito maggiormente è il senso di continuità presente dallo scorso capitolo della serie. Se avrete giocato il primo capitolo di Xenoverse infatti, il vostro eroe sarà presente anche in questo nuovo secondo capitolo, e avrà un certo impatto all’interno della narrazione della storia e sulla città centrale, che sarà ben 7 volte più grande di quella presente nello scorso capitolo. Questa crescita avviene perché sarà possibile avere fino a 300 giocatori nella città (che ricordiamo avere la funzione di hub centrale), che avranno finalmente anche la possibilità di volare liberamente e usare dei veicoli, come richiesto a gran voce dalla community.

Dragon-Ball-Xenoverse-0719-01
Dopo un breve tour volante della città, abbiamo visto un combattimento tra Tharles e Gohan (versione del futuro): qui gli sviluppatori ci hanno confermato che il gioco girerà a 60fps e che come abbiamo notato io e gli altri colleghi giornalisti presenti in sala, durante i combattimenti sono presenti più particellari, ombre ed effetti di luce migliorati rispetto al capitolo precedente.
Per quanto riguarda il set di mosse, è stata introdotta il “dash”, una mossa che ci consentirà di avvicinarci al nemico evitando con più facilità i suoi colpi a distanza. Oltre a questo, è stata aggiunta una barra della stamina che impedirà a noi, ma anche ai nostri nemici, di teletrasportarsi in continuazione, cosa che nel precedente capitolo era assente e rendeva il gioco frustrante in alcune occasioni. Anche questa è una modifica basata sul feedback degli utenti, a cui gli sviluppatori hanno dato (e vogliono dare) grande importanza, garantendo supporto alla community con continui aggiornamenti per tutto l’anno ed eventi a tempo.