Non solo abbiamo giocato giochi AAA alla Games Week, ma abbiamo avuto anche l’opportunità di provare Indie quasi tutti completamente sviluppati da italiani, ed è questo il caso di Terrorbane.

 

Terrorbane è una meta-avventura parodistica dove il giocatore si trova forzato da uno sviluppatore (personaggio all’interno del gioco) a testare il suo ultimo omonimo progetto. Peccato che il gioco sia piagato da innumerevoli bug e imprecisioni nel codice, oltre che da una storia e dei personaggi veramente strampalati. Il giocatore dovrà quindi armarsi della sua fidata lista dei bug e partire per l’avventura in una terra dove tutto può succedere: gente che cammina sull’acqua, templi che esplodono e salamandre cyber-punk pronte a farvi dubitare della vostra stessa sanità mentale! Soltanto un vero eroe potrà scovare tutti i bug e scoprire il vero segreto dietro a Terrorbane

Questo è il concept di Terrorbane, un gioco che in solo 20 minuti di prova ci ha fatti innamorare.
Il gioco sfrutta il bug come punta di diamante per tenervi incollati allo schermo e ciò permette agli sviluppatori una grossa varietà a livello di narrativa; dalla demo provata ci aspettiamo moltissime ore di risate. Vi basti sapere che nel menù vedremo il castello capovolgersi e glithcarsi più volte e la stessa cosa accadrà al nostro personaggio mentre lo muoveremo.
Inoltre la storia del gioco si svilupperà in base alle scelte che noi affronteremo e quindi le ore che passeremo giocando saranno parecchie.
Sotto questo velo ironico si nasconde un grande “riconoscimento” da parte degli sviluppatori a moltissimi giochi che hanno lasciato un segno nelle nostre menti e infatti nel titolo potremmo trovare molti riferimenti non sempre facili da cogliere.

Il gameplay ricorda molto un GDR vecchio stile come può essere un The Legend of Zelda: A Link to the past o un Final Fantasy, ma anche un The Stanley Parable grazie alla componente del contatto diretto con lo sviluppatore. Nel gioco ci sono scontri apparentemente simili a Final Fantasy, ma il combattimento in se sarà tutt’altro che serio e anzi, potrebbe concludersi in una maniera totalmente inaspettata. Il gioco è pieno di dialoghi e soltanto leggendoli potremmo goderci il gioco appieno e ridere di conseguenza, infatti un fattore molto appagante di questo titolo è la curiosità di sapere quale discorso bizzarro ci porterà ogni NPC che incontreremo.
Come preannunciato nel concept, avremo la funzionalità di segnarci tutti i bug che scopriremo e troveremo aspetto davvero appassionante.

Terrorbane è sviluppato con motore grafico di Unity e da quanto abbiamo visto ci ha sorpreso parecchio. Il comparto grafico è pulito e senza sbavature; tutti i personaggi e i paesaggi, realizzati interamente dagli sviluppatori, sono molto ben curati e belli da vedere. Le musiche sono gradevoli e ben adeguate nell’avventura.
Per quanto riguarda il comparto tecnico non possiamo dirvi di più in quanto non abbiamo ricevuto molti dettaglio in merito ma, a detta degli sviluppatori, il gioco non sarà troppo esigente di risorse e non ci dovrebbero essere problemi a farlo girare anche in pc un po’ vecchiotti.

Questo è tutto ciò che possiamo dire su questo bel progetto made in Italy di BitNine Studio che prospetta delle piacevoli ore davanti al PC.

All’inizio dell’articolo trovate il trailer del gioco e se volete provarlo vi basterà accedere al loro sito per scaricare la demo gratuita.

Il gioco uscirà inizialmente per PC a inizio primavera 2018.

Se volete rimanere aggiornati sul gioco continuate a seguirci e supportate il team di sviluppo seguendoli sul loro Twitter e Facebook.