Tra le molteplici attività che possiamo affrontare in Sea of Thieves, esclusiva crossplay tra PC e Xbox di Rare e Microsoft Studios, vi sono le battaglie navali PvP.

Sebbene il gioco non sia una vera e propria simulazione piratesca, bensì una realtà più scanzonata ed arcade, ci sono delle regole marinaresche e di fisica che vanno rispettate, inoltre anche le due tipologie di navi disponibili (per ora) seguono regole differenti.

Ecco per voi 5 consigli per padroneggiare bene i vostri vascelli e dominare i mari e i combattimenti che ne conseguiranno.

Sempre pronti

Prima che un combattimento inizi, è essenziale avere un discreto stock di assi di legno e palle di cannone. Come regola generale, si dovrebbe cercare di mantenere almeno venti pezzi di ogni risorsa sulla vostra nave per ogni evenienza, anche se un surplus di uno di questi non è mai una cosa negativa.

Tavole di legno e palle di cannone sono così vitali perché sono le forniture primarie utilizzate nel combattimento navale. Le assi di legno permettono di riparare i danni allo scafo in modo che l’acqua non allaghi la nave e non la faccia affondare, mentre le palle di cannone sono le munizioni necessarie per i cannoni sul ponte. È possibile trovare entrambe queste risorse piuttosto facilmente in botti presenti in tutto il mondo di gioco, in modo da tenere d’occhio e afferrarne il maggior numero possibile.

Manovrare la nave per colpire i nemici

A differenza di alcuni altri giochi o di alcune navi viste in Pirati dei Caraibi (la Wicked Wench di Salazaar, ad esempio), le navi in Sea of Thieves non hanno cannoni nella parte anteriore o posteriore della nave. Pertanto, è essenziale che si tenga sempre un lato della nave allineato con il tuo nemico. In questo modo, si può costantemente sparare su di loro e, si spera, costringerli a concentrarsi sulle riparazioni, invece che sparare a loro volta.

Questo manovra può essere difficile dal momento che la vostra imbarcazione non si gira come una bicicletta, tuttavia rimane importante cercare di guardare la direzione verso la quale si sta girando il vascello avversario e magari allinearsi di conseguenza. Questo dovrebbe consentire di prevedere i loro movimenti e renderà più facile sapere in che modo ruotare il timone.

Alzare parzialmente le vele

Alzare le vele rende piuttosto facile girare la vostra nave in fretta, ma vi renderà anche un bersaglio stazionario. Per rimanere in movimento, ma anche per dare al timoniere una migliore maneggevolezza, alzate le vele a metà. E’ fondamentale per dare ai vostri artiglieri un buon tiro, quindi non abbiate paura di cedere l’alta velocità per un migliore controllo. Una velocità più lenta è in realtà un vantaggio, perché è possibile circolare intorno all’avversario costantemente invece di farlo a sprazzi.

Padroneggia i tiri con il cannone

Quando si spara sulla nave nemica, è necessario ricordare che le palle di cannone hanno un arco di traiettoria e non viaggiano dritte e immediate. Pertanto bisogna ragionare sui vostri colpi e mirare leggermente in alto a dove si desidera che vada la palla di cannone. Fate sempre attenzione al modo in cui l’altra nave sta navigando, e puntare il fuoco sempre nella parte bassa, vicino alla chiglia, in modo da farle imbarcare più acqua e più velocemente. Ciò garantirà quasi sempre il successo.

Prendi in mano l’archibugio

Sia che vogliamo salire a bordo (arrembaggio) di una nave nemica o difendere la propria, dovremo sempre avere nel nostro inventario un Archibugio. Progettato come un’arma efficace a distanza ravvicinata, l’archibugio è in grado di uccidere altri pirati in un sol colpo se puntiamo al viso. Inoltre, massimizza i danni nel medio corto raggio e spara una rosa di proiettili, quindi è lo strumento perfetto per combattere su una nave. Potete trovarne uno nell’arsenale della vostra nave.

Avete altri suggerimenti da aggiungere a questa guida, non esitate e fatecelo sapere, saremo lieti di aggiungerli citandovi! Non dimenticatevi di seguirci e trovare altri pirati come voi nel nostro gruppo Facebook italiano di SoT.