Se siete spaventati dall’incredibile mole di contenuto che The Binding of Isaac: Afterbirth+ offre oppure non riuscite mai a ricordare bene quali oggetti vi saranno di ostacolo o di vantaggio nella vostra lotta contro Satana, questa breve guida fa al caso vostro.

Non sempre è semplice capire quali oggetti vanno presi, specie perché le circostanze possono rendere oggetti all’apparenza deleteri fondamentalmente ottimi per la situazione corrente. La seguente guida esula dai Patti con Satana (esplorati nell’altra guida), dalle Pillole o altri oggetti e si concentra sugli oggetti presenti nelle Item Room, nei Patti con gli Angeli e in tutte le altre fonti di oggetti, che dovrebbero essere assolutamente evitati dai giocatori o perlomeno ignorati.

Se siete giocatori alle prime armi del rogue-like targato Edmund MacMillen, potreste scoprire qualche trucchetto per non rovinarvi la partita mentre, invece, se siete giocatori navigati, potrete contribuire aggiungendo oggetti da evitare, secondo il vostro parere, o, nel caso vi mancasse qualcosa, fare un ripasso in vista di un Mega Satana o un Delirium all’orizzonte.

Soy Milk

Partiamo con l’artiglieria pesante: Soy Milk, 99/100, rovinerà la partita in qualsiasi caso. Le lacrime sparate saranno infinitamente di più ma il vostro danno sarà quasi totalmente abbassato assieme al contraccolpo delle lacrime stesse. Si tratta di un compromesso infelice che non vale assolutamente lo scambio e, perciò, risulta estremamente svantaggioso in quasi tutte le circostanze.

Breath of Life

Questo oggetto attivo è estremamente difficile da usare e richiede un timing al limite del disumano. Breath of Life è un’attiva inusuale: per utilizzarla bisogna tener premuto il tasto d’attivazione. Così facendo, faremo scendere le cariche dell’attiva progressivamente, fino a giungere allo zero. Appena le cariche si esauriscono, il personaggio ottiene l’invincibilità ma se si terrà premuto il tasto di attivazione anche un secondo di troppo, subiremo danni.
Inutile dire che in un gioco come Isaac è praticamente impossibile mantenere il sangue freddo necessario a tener conto del tempo passato su un tasto, figurarsi quando, nelle situazioni concitate, si riesce a prevedere il momento esatto in cui si prende danno. Inoltre, la maggior parte dei danni subiti dai giocatori sono dovuti spesso a distrazioni, ovvero proiettili vaganti che sfuggono alla vista, punte e altre amenità, tutti elementi che sfuggono al controllo di questo oggetto.
A meno che non siate dotati di un timing perfetto, di un sangue freddo al limite dell’umano e di molta concentrazione, questo oggetto estremamente rischioso è da tenere alla larga. Piuttosto usate un D6, o qualsiasi altro oggetto in grado di trasformarlo in qualcos’altro: così è solo un’occupazione di uno spazio riservato ad un oggetto attivo migliore.

Dead Sea’s Scrolls

Altro oggetto attivo, altro oggetto da lasciarsi alle spalle. Questo imprevedibile oggetto attivo, al suo utilizzo, scatenerà in maniera casuale l’effetto di un altro oggetto attivo (N.B. Dead Sea’s Scrolls può, oltretutto, scatenare il potere di un limitatissimo numero di oggetti attivi). Si tratta di un vantaggio: più o meno. Alcune volte potremmo avere fortuna e ottenere l’effetto che ci serve nel momento giusto, mentre altre volte no. Si tratta di un oggetto molto divertente in early-game ma risulta, anche a partire dalla fine del Basement, troppo casuale per poter essere realmente efficace ed utilizzabile. Esiste decisamente di meglio.

Notched Axe

Prendete molto con le pinze questo particolare consiglio. Anche qui abbiamo un’attiva da lasciare in caso si trovi di meglio. Non ho mai giocato, in 300 ore di gioco, una partita in cui ho pensato: “Meno male che ho raccolto Notched Axe: mi ha cambiato la partita”. Un oggetto attivo con tre cariche in grado di rompere i massi presenti in una stanza è, a mio avviso, praticamente ininfluente. Oltretutto, con l’aggiunta in Afterbirth+ di nuove stanze particolarmente ricche di bombe incastonate nelle rocce, sarà ancora più rischioso utilizzare questo tipo di oggetto. Anche i funghi sono pericolosi, dato che hanno la possibilità di esplodere in una nube di veleno quando vengono distrutti.
Si rivela utile solo se avete letteralmente consumato ogni esplosivo a disposizione o, comunque, si ha peccato nella gestione delle risorse.

Cursed Eye

Questo oggetto permetterà di sparare in successione quattro lacrime ma si dovrà tener premuto il tasto di sparo per un po’ di tempo. Come oggetto non sembra male, se non fosse che, se si viene colpiti mentre si carica il colpo, cosa che può accadere spesso, si verrà teletrasportati in un’altra stanza a caso, costringendovi non solo a rifare tutta la strada perdendo tempo ma anche a rifare tutta la stanza dall’inizio. Una vera seccatura, specie se si tratta di un boss dei piani alti con tanta salute. Vorreste rifare dall’inizio la bossfight di Hush o Delirium? Io personalmente non ci tengo.

Fire Mind

Si tratta di un oggetto molto potente ma particolarmente rischioso. Rende infuocate le lacrime sparate dal personaggio, provocando danni nel tempo da fuoco sui nemici, e, occasionalmente, esplodono. Non si può prevedere quando queste esploderanno e, perciò, si può facilmente essere coinvolti in un’esplosione che danneggerà i preziosissimi cuori a disposizione del povero Isaac. Si tratta di un ottimo oggetto da giocare a distanze ragguardevoli ma sulla corta distanza è più un malus che un bonus.
È troppo rischioso, specie perché sono più i nemici che corrono addosso ad Isaac di quelli che stanno a distanza.

Curse of The Tower

Date retta al nome di questo oggetto: è una maledizione. Ogni volta che Isaac verrà colpito, appariranno 6 bombe già innescate in punti casuali della mappa, similmente a quanto accade usando Anarchist Cookbook. Tuttavia, se può sembrare un bonus perché effettivamente pulisce rapidamente la mappa, si rivela essere un vero e proprio malus, poiché non si può controllare il momento in cui appariranno le bombe e quindi il rischio di prendere ulteriori danni è notevole. Da evitare se non si è provvisti di Pyromaniac o Host Hat.

The Wiz

The Wiz è un oggetto passivo che garantisce lacrime spettrali (ovvero in grado di oltrepassare gli ostacoli) ma che devia le lacrime in diagonale, permanentemente, in modo simile alla pillola “R U A Wizard?”.
Inutile dire quanto questo oggetto proponga uno scambio oltremodo scomodo e poco vantaggioso, dato che obbligherà il giocatore a diminuire il DPS, poiché verrà concentrato metà del danno effettivo su ogni creatura. Infatti, è molto facile colpire un nemico con tutte le lacrime, poiché queste viaggiano in un verso unico, davanti a noi. Con questo oggetto, ciascun occhio si rivolge da un lato diverso e, di conseguenza, non è più possibile concentrare tutte le lacrime sul bersaglio, poiché queste vanno in una diagonale a destra e poi a sinistra.

No. 2

Un altro oggetto difficile da controllare. Sparando lacrime per un certo periodo di tempo, Isaac defecherà una bomba. Anche questo oggetto risulta imprevedibile, poiché nella tensione di una stanza particolarmente movimentata, non sempre si tiene conto di quante lacrime si sparano. Inoltre, alcune stanze presentano dei “safe-spot” che spesso si sfruttano per risolvere i grattacapi in maniera più semplice. Ecco, dimenticatevi di poterli utilizzare se prenderete questo particolare oggetto, in quanto fermarvi vi esporrà al rischio di essere coinvolti in un’epslosione inaspettata.

Si tratta, ovviamente, solo di consigli. Se siete giocatori navigati, o possedete una conformazione di oggetti che vi rende vantaggioso l’uso di questi oggetti, non esitate a raccoglierli, poiché il bello di The Binding of Isaac sta proprio nel trovare un oggetto inutile che diventa improvvisamente utile in base alle circostanze.