Quest’oggi siamo qui per parlarvi di Steins;Gate Elite, una versione aggiornata della storia sci-fi originale raccontata nella classica visual novel del 2009 da 5pb. e Nitroplus. Parleremo di tutto ciò che c’è da sapere sul titolo in arrivo quest’anno su Nintendo Switch, Playstation 4 e Playstation Vita, e in soccorso arriva GamingBolt. Partiamo prima con qualche informazione basilare.

Al posto delle sequenza del titolo originale, Steins;Gate Elite utilizza i filmati dall’adattamento anime, inoltre il team di sviluppo ha collaborato con White Fox per realizzare nuove animazioni per presentare il gioco interamente animato. Il risultato è un romanzo visivo completamente animato per tutta la durata del gioco. Il titolo che sarebbe dovuto uscire il 15 Marzo 2018 in Giappone ha subito un ritardo ed è slittato a data da destinarsi sempre per il 2018.

Un localizzazione non è ancora stata annunciata. Coloro che ordineranno il gioco su Playstation 4 e Playstation Vita riceveranno una copia dello spin-off Steins;Gate: Linear Bounded Phenogram, invece coloro che lo ordineranno su Nintendo Switch riceveranno una versione del nuovo gioco Famicolle ADV Steins;Gate, un’adattamento della storia nel classico formato Famicon.

SVILUPPO

Il creatore della serie Chiyoshukura Shikura aveva l’ambizione di evolvere il genere delle visual novel, e ha presoo ispirazione dalla serie di giochi Yarudora, una serie di romanzi visivi FMV che Sony ha rilasciato in Giappone nel 1998, e da titoli come Dragon’s Lair. Come Steins;Gate, Yarudora è un romanzo visivo con percorsi ramificati basati sulle scelte dei giocatori durante il gioco.

Shikura apprezzava il modo in cui quei titoli mescolavano i punti di forza di un romanzo e degli anime, ma si rese conto che nel mercato di oggi un tale progetto avrebbe richiesto tante risorse e molto tempo. Da lì a Shikura realizzò che per un gioco del genere sarebbe stato necessario riutilizzare e riciclare il maggior numero possibile di animazioni.

La storia di Steins;Gate è stata scelta perché c’era già un adattamento anime completo e che aveva già coperto gran parte della storia. Naturalmente anche questo non era privo di sfide. Lo studio di animazione che ha originariamente creato l’adattamento anime, White Fox, è stato portato a lavorare su nuove animazioni per coprire pezzi della storia non inclusi nell’anime.

Inoltre, l’interazione del giocatore doveva essere considerata. L’animazione doveva essere creata per il giocatore che estraeva il proprio telefono cellulare in una varietà di situazioni e l’interfaccia utente doveva essere integrata perfettamente con l’animazione. L’animazione di alcune scene doveva essere decostruita, alterata e messa in ordine per far muovere i personaggi e parlare separatamente, dal momento che più personaggi che si muovevano e parlavano contemporaneamente non sarebbero stati integrati correttamente con le scelte del giocatore.

STORIA

Dato che Steins;Gate è un romanzo visivo con gameplay minimale, è molto arduo parlare della sua storia senza spoiler, ma GamingBolt ci è riuscito perfettamente. Steins;Gate segue la storia dello studente universitario Rintaro Okabe e dei suoi amici, che gestiscono un “laboratorio” per eseguire esperimenti scientifici e realizzare gadget inutili che chiamano gadget futuristici. Okabe è un personaggio, che si immagina essere uno scienziato pazzo e ama fingere che un’organizzazione anonima e indistinta segua ogni sua mossa e cerchi di raggiungerlo.

Ma quando Okabe finisce per inventare quello che pensava sarebbe stato un dispositivo innocuo – un microonde che può essere controllato tramite il telefono – finisce per avere il potere di trasportare le cose nel tempo, e la sua vita si trova subito in pericolo. Ora combatte contro un’organizzazione oscura che non si fermerà davanti a nulla per mettere le mani sulla sua tecnologia per il viaggio nel tempo, e cercando di proteggere i suoi amici e le loro stesse identità, Okabe finisce per divenire parte del tempo stesso in un’odissea epica.

GAMEPLAY

Dato l’essere un romanzo visivo, l’interazione che il giocatore ha nel mondo di Steins;Gate Elite è relativamente limitata. Il giocatore procede attraverso la storia tramite una singola azione e vede gli eventi accadere. In alcuni punti della storia, il giocatore avrà un’importante influenza su decisioni specifiche, come un’azione intrapresa da Okabe o chi chiama in un momento specifico. Queste decisioni vengono generalmente instradate attraverso il sistema “Phone Trigger” presente nel gioco originale e tale sistema è stato probabilmente conservato anche per questo remake.

Okabe verrà chiamato o invierà messaggi di testo durante tutto il corso della storia, e il giocatore sarà portato a scegliere se rispondere o ignorare le chiamare, e a rispondere a un messaggio scegliere come farlo, o se non farlo. Anche se in alcune occasioni sarà necessaria una risposta.

PERSONAGGI

I giocatori vestiranno i panni di un giovane eccentrico di nome Rintaro Okabe, che è il protagonista assoluto. Okabe fondò il Laboratori di Gadget Futuristici ad Akihabara e come fondatore si autodefinisce Membro del Laboratorio No. 001. Si riferisce a se stesso come uno scienziato pazzo e mostra un personaggio esteriore maniacale.

Amica d’infanzia di Okabe, Mayuri Shiina è il Membro del Laboratorio No. 002, nonostante sia un po’ infantile. La giovane donna perse la nonna in strane circostanze prima dell’inizio della storia, e Okabe creò il suo intero personaggio attorno a lei impedendole di crogiolarsi nel dolore.

Il Membro del Laboratorio No. 003 è l’abile programmatore di computer e hacker straordinario Iradu “Daru” Hashida. Daru e Okabe si sono conosciuti al liceo, quest’ultimo è uno studente dell’Università di Tokyo Denki del primo anno proprio come Okabe, che a volte può infastidire Daru con le sue più alte delusioni. Quando non lavora con i computer, si dedica alla cultura Otaku.

L’assistente di Okabe è Kurisu Makise, Membro del Laboratorio No. 004. È una ricercatrice di neuroscienze che ha già pubblicato il suo lavoro su una rivista accademica, facendola diventare un prodigio nella sua giovane età. Può essere pungente, ma si imbarazza facilmente quando viene chiamata tsundere.

Moeka Kiryu, Membro del Laboratorio n. 005 incontra Okabe ad Akihabara quando cerca un vecchio computer IBN 5100. La donna di 20 anni è incredibilmente timida, difatti invia messaggi anche a persone che ha dinanzi al posto di parlargli.

Luka Urushibara è una sorta di pupillo di Okabe. Faris Nyannyan lavora nello stesso bar di Shiina. L’ultimo Membro del Laboratorio No. 008 è Suzuha Amane, che sembra detestare Makise per ragioni sconosciute. Sta cercando suo padre ad Akihabara mentre lavorava part-time per il proprietario di Okabe.

Questo è tutto per oggi per quanto riguarda Steins;Gate. Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri social per non perdervi nessuna news al riguardo.