Dal 26 al 28 gennaio si è tenuta la Global Game Jam 2018: in uno spazio di tempo di 48h i partecipanti si sono ritrovati nei vari siti designati per unire idee e formare gruppi volti allo sviluppo di giochi e videogiochi innovativi da presentare poi all’intera community.

Abbiamo avuto la possibilità, come 17k Group, di recarci presso uno di questi siti, ed in particolare quello di Padova, ovvero la sede dell’istituto della Event Horizon di Padova, una scuola volta al videogame che offre corsi che spaziano dal Game Programming, al Game Design, al Game Concept Art ed altro ancora.

UN EVENTO A TEMA

Come ogni anno, viene assegnato un tema dagli organizzatori della Global Game Jam, che funge da filo conduttore per tutte le idee che i partecipanti mettono insieme durante la prima fase dell’evento.

Il tema scelto per questo anno è stato quello della TRASMISSIONE: il primo passo fondamentale, nella sede padovana, è stato quello di organizzare un brainstorming tra tutti i partecipanti, dove le idee riguardanti il tema sono state scritte su una lavagna e ridotte fino a raggiungere dei veri e propri progetti su cui iniziare a lavorare.

La maggior parte dei partecipanti all’evento presso la sede di Padova sono stati studenti della scuola, oltre ad alcuni professori ed esterni, come alcuni membri di Gamera Interactive, che ha la sua sede all’interno dell’istituto.

Partecipanti al lavoro

Un tema ausiliario, per quello che abbiamo potuto vedere, è stato quello dell’aiuto reciproco: non sono stati formati dei gruppi specifici che lavoravano separati su progetti distinti, ma bensì vi è stata un organizzazione volta al supporto fra tutti i partecipanti, con programmatori che si sono divisi e aiutati sui vari progetti, 3D artist che hanno prodotto assets per più gruppi e così via.

NASCITA DI UN IDEA

Una volta selezionate le migliori idee, queste sono state convertite in veri e propri progetti, che hanno portato alla realizzazione finale di 4 videogames ed un gioco da tavolo, tutti con idee molto originali, caricati poi sul sito della Global Game Jam che racchiude tutte le creazioni di questi giorni a livello mondiale.

Ogni progetto ha dato vita ad un idea specifica del tema trasmissione, dando significati ed interpretazioni molto differenti: da chi l’ha intesa sotto forma di vera e propria trasmissione di un segnale, alla trasmissione di un colore, alla trasmissione di poteri ed altri ancora.

Una volta deciso quali sarebbero stati i progetti da portare avanti, i vari partecipanti si sono dedicati con tutti loro stessi alla produzione di assets e codici in questa corsa contro il tempo per dare vita alle loro idee.

I PROGETTI

Come abbiamo detto, il risultato della fatica dei partecipanti è stata la produzione di ben 4 videogames e di un gioco da tavolo. La maggior parte dei videogames prodotti è di tipo cooperativo, quindi richiede la presenza di 2 o più giocatori, eccetto per un single player, realizzato dai ragazzi di Gamera Interactive.

RUMBLE TROUBLE

Rumble Trouble

Rumble Trouble è un gioco realizzato per MS Windows da alcuni dei partecipanti, parte dall’idea di trasmissione intesa come telepatia.

Rumble Trouble è una gara fra giocatori, fino a 4, sotto forma di sottomarini e dirigibili, in cui l’obbiettivo sara quello di primeggiare sui propri avversari: sarà possibile sparare per rallentare gli avversari, e difendersi in base alla combinazione di colori di colpi sparati e scudo eretto.

Nel gioco si sentiranno delle vibrazioni nel controller, ed in base alla direzione e alla durata della vibrazione sarà necessario premere uno dei 2 o entrambi i grilletti per avanzare.

Questo indie game è stato realizzato grazie alla collaborazione di numerose persone di cui potete trovare l’elenco completo qui, oltre alla possibilità di scaricare una versione eseguibile.

TROUBLING TANDEM

Troubling Tandem

Nasce invece dall’idea di trasmissione sotto forma di scambio di comandi Troubling Tandem, un gioco cooperativo in stile endless runner, in cui due giocatori controllano un tandem: un giocatore avrà il controllo dei pedali, e quindi la possibilità di accelerare e decelerare, mentre l’altro controllerà la direzione.

L’obbiettivo è quello di proseguire lungo il percorso tappezzato di ostacoli: ogni tanto avverrà uno scambio, in cui i controlli dei giocatori saranno invertiti, e chi quindi prima controllava la direzione prenderà i comandi di quello che pedalava e viceversa, rendendo così il gameplay molto divertente.

Potete trovare qui l’elenco di tutti i partecipanti al progetto ed un eseguibile scaricabile gratuitamente.

DYE PHANTOM DYE

Dye Phantom Dye

Il terzo progetto realizzato si chiama Dye Phantom Dye e questa volta parte dall’idea di trasmissione del colore.

Due giocatori si trovano all’interno di una mappa con stanze e corridoi, popolata di fantasmi bianchi: l’obbiettivo è quello di colorare i fantasmi con la propria torcia (ad un giocatore sarà assegnato il colore rosso e all’altro il blu) acquisendo punti per ogni fantasma bianco colorato e riducendo i punti dell’avversario se gli si sottrae un fantasma era già stato colorato.

Alla fine del tempo limite, il giocatore che avrà un punteggio maggiore, e quindi più fantasmi colorati dalla sua parte, avrà vinto.

Dye Phantom Dye risulta essere notevolmente apprezzabile sia dal punto di vista grafico che da quello del gameplay; è inoltre il progetto che ha richiesto la partecipazione di un numero di persone maggiore tra quelli realizzati; qui potete trovare tutte le informazioni a riguardo ed un eseguibile.

LUSUS NATURAE

Lusus Naturae

Realizzato da alcuni membri del team Gamera Interactive, Lusus Naturae è un gioco che ha inteso la parola trasmissione come trasmissione di poteri: è un single player in cui interpreteremo la parte di una ragazza in cerca della sorella perduta, che affronterà delle battaglie contro dei nemici.

Ogni volta che batteremo uno dei nemici, avremo la trasmissione: la nostra protagonista prenderà le sembianze del nemico appena battuto, e quindi rispettivi attacchi e movimenti.

Nonostante la breve durata del gameplay a causa dei tempi ristrettissimi in cui è stato realizzato, tecnicamente risulta essere il miglior progetto, anche perché è stato prodotto da ragazzi con un esperienza maggiore nel settore videogames, provenienti da una vera e propria azienda quale Gamera Interactive.

Qui troverete l’eseguibile del gioco e i nomi delle persone che lo hanno realizzato.

RADIO WARZ

Radio Warz

Volutamente lasciato per ultimo, Radio Warz è l’innovativo gioco da tavolo realizzato da alcuni ragazzi che hanno partecipato alla Global Game Jam, nonché vincitore della premiazione interna come miglior gioco realizzato durante questo evento.

Nasce dall’idea di trasmissione di frequenze radio: avremo una serie di territori da conquistare in base agli obbiettivi che ci capiteranno, con la possibilità di rubare le frequenze degli avversari.

Il vincitore sarà alla fine quello che avrà conquistato tutti gli obbiettivi, o altrimenti quello che ne avrà conquistati di più alla fine della partita.

Un complimento speciale va ai ragazzi che lo hanno realizzato, riuscendo a presentare un idea veramente innovativa unita ad un gioco che diventa sempre più divertente mentre si avanza nella partita.

Potete trovare qui l’elenco dei vincitori (interni) che hanno realizzato questo progetto, e tutti i files necessari alla produzione di questo gioco da tavolo (compreso il regolamento); i ragazzi hanno anche realizzato un tumblr di Radio Warz che trovate qui.

CONCLUSIONI

Tirando le somme, la Global Game Jam è stata sicuramente un successo, permettendo il confronto tra le idee di ogni partecipante e la realizzazione di queste in progetti veri e propri. Grazie al bel clima di collaborazione che si è sviluppato fra i partecipanti, siamo sicuri che tutti siano usciti soddisfatti, dall’organizzazione fino ad ogni persona presente.

Premiazione GGJ

Un ringraziamento particolare va a tutte le persone con cui abbiamo potuto parlare durante la Global Game Jam, sempre disponibili e cordiali, nonché a Event Horizon per averci permesso di essere presenti.