Siamo in aria di Lucca Comics & Games, e dopo l’esperienza fatta alla Milan Games Week (della quale abbiamo scritto in questo articolo) vi parliamo ancora di Snake Eyes, il videogioco ufficiale di Sine Requie, il pluripremiato gioco di ruolo italiano. Come già sappiamo, Sine Requie: Snake Eyes è finanziato, sviluppato e pubblicato da Unreal Vision e, ovviamente, approvato da Serpentarium Games. Con l’inizio della fiera di Lucca è stato lanciata anche la campagna di raccolta fondi su Kickstarter, per poter portare a termine il progetto nel miglior modo possibile. Questa volta abbiamo avuto modo di provare una demo più lunga e completa, che ci ha mostrato meglio il funzionamento delle meccaniche di gioco e i personaggi della storia.

Come già vi abbiamo raccontato, Snake Eyes è un gioco incentrato sulla narrazione degli eventi, con meccaniche di combattimento a turni e gestione delle risorse. La nuova demo che abbiamo provato consisteva in un tratto di avventura più lungo, che mostrava meglio le diverse componenti principali del gioco, dal combattimento allo spostamento sulla mappa, l’interazione con luoghi e personaggi e la gestione delle risorse e delle condizioni dei personaggi. Questi sono Rossano Mazzoni, l’Inquisitore invasato nella fede, Vilma Livetti, l’Excubitor sarcastica e arrogante, Ultimo Terziani, il Converso coraggioso e uomo d’azione, e Rodolfo Stefàni, il notaio erudito e meticoloso. Viaggiando e compiendo azioni essi si stancheranno, si affameranno, perderanno sanità mentale e -in caso di ferite- forza vitale. Sarà compito nostro gestire il riposo e le risorse per mantenerli vivi e in forze per compiere la missione.

I nostri quattro personaggi sono in missione per conto di Dio, diretti a Ravenna, e si ritrovano a dover attraversare un fiume. Arrivati al piccolo paese di Sant’Ezechiele parlano con il Padre Semplice del posto, tale Don Avati, che per passare la notte li sistema in un casolare abbandonato ma ben tenuto e promette loro l’uso della barca del villaggio. In questo piccolo paesino i protagonisti si trovano ad affrontare diverse situazioni a seconda delle scelte fatte e delle strade percorse: possiamo combattere i morti una volta o intraprendere più combattimenti, andarcene verso Ravenna in cinque minuti lasciando la città immersa nelle sue menzogne o risolvere il mistero e punire i peccatori!

La narrazione è organizzata in modo semplice ed efficace, seguiamo i nostri personaggi nello svolgersi degli eventi finché non abbiamo la possibilità di fare delle scelte, che effettuiamo sia attraverso le risposte durante i dialoghi, sia scegliendo strade diverse: a seconda della scelta fatta scopriremo o accadranno cose diverse. Inoltre, ogniqualvolta si presenterà l’occasione di compiere un’azione, le sue conseguenze saranno determinate dalla pesca di uno o più Arcani Maggiori, proprio come nel gioco di ruolo cartaceo: dal successo completo (Il Matto, Il Carro o Le Stelle) al fallimento più catastrofico (La Torre, La Morte, Il Diavolo).

Insomma, Snake Eyes promette bene, si presta per essere un intrigante passatempo, soprattutto su dispositivi mobili, ottimo per giocare in viaggio o quando si ha poco tempo libero. Non è ancora stata annunciata una data precisa per l’uscita di Sine Requie: Snake Eyes, ma secondo gli sviluppatori potrebbe essere pronto fra marzo e aprile del 2018, su Steam per Windows e Mac e su mobile per Android e iOS, a seconda di come andrà la raccolta fondi su Kickstarter.