4A Games ci ricasca di nuovo, non riesce proprio a fare a meno del genere post-apocalittico. Arktika.1 è una base militare circondata da nevi e ghiacciai, dove avvengono strani esperimenti e noi dovremmo investigare su ciò. Questo è grossomodo ciò che ho potuto capire della trama durante la mia prova all’evento Nvidia della Gamescon 2017. Ma al momento possiamo accantonarla in favore del gameplay.

Arktika.1 è uno shooter in prima persona per Oculus Rift e Oculus Touch, di conseguenza non si può vedere le proprie braccia ma le mani sì. Durante il tutorial iniziale, ho provato tutte le armi disponibili che vanno dalla revolver alla mitraglietta laser, passando per pistole shotgun e pistole con lock-on semi-automatico, inoltre sono presenti granate con diversi effetti e uno scudo energetico portatile. Quasi tutte le armi hanno due modalità di fuoco: quella normale e quella caricata. Ogni arma ha un suo metodo di ricarica: per la pistola classica bisogna abbassare il controller vicino alla cintura e ritirarlo su, come nei vecchi arcade, mentre la revolver andrà inclinata a destra per aprirne il tamburo e poi riportata in posizione per poter sparare.

Presa confidenza con le armi, il tutorial ci mostra come funziona la parte di movimento del personaggio. Come nella maggioranza degli shooter in prima persona che sfruttano il Vr, non  è possibile muoversi liberamente utilizzando gli analogici dell’Oculus Touch. Il sistema di gioco permette di “schierarsi” tra alcune posizioni predefinite e passare da una all’altra. Vi sono posizioni più sicure e altre più esposte, sta al giocatore decidere dove mettersi e quando. Inoltre è possibile interagire con alcuni elementi dell’ambiente e utilizzarli come coperture momentanee.

Finito il tutorial, scelgo di portare con me la revolver e la mini-shotgun laser e vengo indirizzato verso un ascensore. Questa è l’entrata per i laboratori, luogo che brulica di guardie armate e corazzate. Oltre alla sicurezza ci sono anche un paio di esperimenti: cani delle dimensione di una tigre, che cercano di portarsi a casa la cena (Noi). Durante la mia esplorazione ho dovuto oltrepassare anche piccole sessioni di puzzle game, dove bisogna risolvere rompicapi interagendo con l’ambiente.

A4 Games ha acquisito molta esperienza nel genere post-apocalittico e in Arktika.1 prova a mischiarlo allo sci-fi. Oltre alle già citate armi laser, sono presenti nuclei energetici e strumenti tecnologici, come palmari con scanner laser e visori per la realtà artificiale. Il tutto impacchettato nei classici ambienti scuri e ristretti tipici dei Metro.

Nota particolarmente positiva va all’implementazione su Oculus Rift e Oculus Touch. Il visore permette una totale immersione nell’ambiente di gioco e diventa fondamentale durante le parti di combattimento più concitate, permettendo di spostare immediatamente e in modo intuitivo la visuale oppure di nasconderci dietro una copertura spostandoci noi stessi in modo semplice e naturale. Idem per gli Oculus Touch, dove danno il meglio durante le sessioni di shooting, permettendo di prendere personalmente la mira utilizzando la ghiera e il collimatore dell’arma, come se la stessimo impugnando nella realtà.

Arktika.1 promette bene a livello tecnico e potrebbe portare il genere shooting su Vr a nuovi livelli, mentre per giudicare la trama bisognerà aspettare la release completa. Che ne pensate?