the bit age pikmin

Questo numero di The Bit Age parlerà di una serie, tutto sommato, abbastanza recente, uscita in solo 4 capitoli coprendo ben 3 console, nell’arco di 15 anni.

L’autore della nuova IP è il leggendario Shigeru Miyamoto che nel 2002 lancia il gioco in concomitanza dell’uscita europea del Nintendo Gamecube.

Il Gioco

Pikmin è di difficile collocazione quando si parla di genere, essendo un prodotto che possiede elementi di uno strategico in tempo reale, platform 3D e rompicapo. I più vecchi di noi (magari qualche possessore di Amiga o 3DO) di certo si ricorderanno di Lemmings della DMA Design pubblicato dalla storica Psygnosis; il gioco in questione ricorda molto le dinamiche di Pikmin e probabilmente lo stesso Miyamoto ne avrà tratto ispirazione.

Ma cosa dobbiamo fare in Pikmin? Lo scopo del gioco è recuperare i 30 pezzi della nostra astronave “naufragata” sul pianeta dei Pikmin, nei panni del capitano Olimar. Ad aiutarci nella missione esplorativa e di recupero ci saranno i Pikmin, creature autoctone che popolano la superficie del pianeta e che potremo far collaborare con noi e tra loro per completare le relative missioni.

Il gioco è ambientato sulla terra di un lontanissimo futuro post apocalittico. E a nostra disposizione avremo degli strumenti decisamente avveniristici. Il tutto però doveva avvenire nel giro di 30 giorni.

Copertina della Versione GameCube di Pikmin

Il gioco sfruttava appieno le notevoli capacità tecniche del Gamecube, sfoggiando una grafica dettagliata e colorata. Raccolse voti molto alti dalla critica, persino un 9.1 da IGN che lo esaltava per la qualità delle texture (molto ben definite vista la memoria abbondante del Gamecube), per la musica sinfonica, e per il gameplay ibrido che si adattava a numerosi stili di gioco e categorie di giocatori.

I Pikmin

I Pikmin sono creature biologicamente provenienti dal regno vegetale ma con caratteristiche antropomorfe e modalità di azione tipicamente animale (avete presente Groot di Guardiani della Galassia?!). Come è lecito aspettarsi nascono da semi che cadono sul terreno e danno vita ad un gambo con foglia, che Olimar strappa letteralmente dal terreno dove risiede il corpo antropomorfo del Pikmin. I semi vengono rilasciati da una specie di Pianta Madre a forma di cipolla e vi devono ritornare durante le buie ore della notte, pena la loro morte. Se i Pikmin non vengono strappati dal terreno possono diventare prima Bulbi e poi fiori. Ovviamente gli stadi evolutivi che culminano con il fiore sulla testa, piuttosto che una foglia ne determinano anche delle caratteristiche; ad esempio un Pikmin del medesimo colore che ha un fiore sulla testa è nettamente più forte e veloce di uno che ha una foglia.

I Pikmin possono usare le loro escrescenze per colpire ed abbattere ostacoli e nemici; possono trasportare i resti delle creature abbattuate e certe pillole colorate nelle loro basi per creare altri pikmin.

Copertina della versione Nintendo gamecube di Pikmin 2

I Pikmin esistono di 3 tipi nel primo capitolo della saga poi divenuti 5 in Pikmin 2 e ben 7 nel terzo capitolo:

  • Pikmin Rossi: Resistono al calore/fuoco e fanno più danni rispetto agli altri;
  • Pikmin Blu: Riescono ad entrare in acqua senza affogare e possono salvare gli altri pikmin che vi entrano;
  • Pikmin Gialli: Sono piccoli e leggeri, di solito vengono lanciati e possono usare le rocce bomba.

Creature complesse e affascinanti, non credete?!

Trama

Il protagonista, comandante Olimar, proviene dal pianeta Hocotate e la sua astronave Dolphin viene colpita da un meteorite mentre passa vicino al nostro pianeta. Precipitando sul nostro pianeta la sua navicella spaziale si frantuma in 30 pezzi, e per poter tornare alla sua missione iniziale dovrà recuperarli tutti, sparsi in giro per il suolo.

Una classica orda di Pikmin al nostro comando.

Oltre che a contare sull’aiuto dei Pikmin disporrà di una serie di attrezzature di vario scopo che dovranno essere utilizzate nelle maniere più disparate. Il tutto però deve avvenire in 30 giorni, trascorsi i quali il suo sistema di sopravvivenza cesserà di funzionare.

Il gioco dispone di ben 3 finali differenti. Se si raccolgono solo i pezzi necessari a far volare la Dolphin, Olimar se ne andrà non sapendo cosa sia successo ai suoi amici Pikmin. Se invece riuscirà a raccogliere tutti e 30 i pezzi Olimar andrà via con la consapevolezza che i Pikmin saranno in grado di abbattere ogni nemico da soli. Tuttavia se non dovesse riuscire a raccogliere i pezzi necessari entro i 30 giorni i Pikmin raccoglieranno le spoglie di Olimar e li porteranno alla loro Cipolla generatrice che lo trasformerà in un Olimin.

Gli altri capitoli

WiiU copertina Pikmin 3

Nel secondo capitolo della Saga uscito sempre per Gamecube nel 2004, Olimar dovrà tornare sulla terra per raccogliere dei tappi di enorme valore che gli serviranno per appianare i debiti della riparazione della Dolphin sul suo pianeta. Questa volta però non sarà solo ma si avvarrà dell’aiuto del suo amico Louie. In questo capitolo avremo a disposizione altri 2 colori di Pikmin: Viola e Bianchi.

A differenza del primo capitolo, in Pikmin 2 potremo giocare ad una modalità a due giocatori, dei quali uno impersonerà Olimar e l’altro Louie.

Nel terzo capitolo, uscito per la sfortunata Wii U nel recente 2013, i Pikmin avranno a che fare con nuovi personaggi capitati sul pianeta terra in seguito ad un emergenza alimentare.
Qui troveranno ad aiutarli non solo i Pikmin in altre 2 varianti di colori, ma anche Olimar e Luie che gli forniranno oggetti importanti per il ritorno a casa.

Questo è un piccolo resoconto preso da Wikipedia sui voti ottenuti dai 3 capitoli di Pikmin su tutte le piattaforme cui sono usciti.

Game GameRankings Metacritic
Pikmin
(GCN) 87%
(Wii) 79%
(GCN) 89
(Wii) 77
Pikmin 2
(GCN) 89%
(Wii) 84%
(GCN) 90
Pikmin 3
(Wii U) 87%
(Wii U) 87

 

Hey Pikmin

Questo è l’ultimo capitolo, ad oggi, della saga creata da Miyamoto ed è uscito poche settimane fa (28 luglio 2017) per la console Nintendo 3DS, sviluppato da Arzest e pubblicato da Nintendo. Potete trovare tutti i dettagli direttamente da Nintendo cliccando qui. Ci saranno numerose novità e altri nuovi Pikmin, senza dimenticarci di Olimar.

Il futuro

Ci sarà mai un 4 capitolo per Nintendo Switch? A questa domanda ha risposto direttamente Miyamoto durante l’E3 2017, confermando che è già in sviluppo e ne sapremo certamente di più entro la fine di questo anno.