State cercando un titolo ambizioso, Open World, Rpg, e per certi versi horror? Bene allora abbiamo il gioco che fa per voi, e stiamo parlando ovviamente di Prey, titolo targato Bethesda Softworks, ambientato in una stazione spaziale piena di terribili alieni.

Molti di voi da questa nostra prima descrizione potrebbero rimanere molto scettici, pensando a Prey come ad un comunissimo “Alien” firmato dalla casa statunitense. Ma non è così, con questo titolo, Bethesda ha deciso di spaziare completamente da tutte le sue IP precedenti e da tutto quello riguardante il mondo Sci-Fi in senso lato. Andiamo quindi ad indagare su tutto quello che si sa ad oggi su Prey:

Bethesda ha negli ultimi mesi rilanciato molti trailers nei quali vengono presentate molte caratteristiche del gioco. Primo fra tutti il trailer qui sopra che descrive nel dettaglio la storia nei decenni precedenti agli eventi che ci vedranno come protagonisti e successivi alla scoperta russa di alieni nello spazio. Ci troveremo contro quindi, potenti specie aliene denominate Typhon, dalle abilità singolari ed apprendibili cosicché potremo aumentare le nostre possibilità di sopravvivenza all’interno della stazione. Dovremo però star attenti nel potenziarci attraverso i “Neuromod” (particolari apparecchi che consentono degli upgrade delle facoltà mentali dei soggetti) infatti essi ci renderanno sempre più simili agli alieni portando tutti i sistemi di sicurezza all’interno della stazione a prenderci di mira, destando inoltre anche i terribili “Incubi”, creature aliene enormi e la cui presenza è sempre poco raccomandabile. Di certo però il gioco varrà la candela: le abilità imparabili sono circa una ventina (non contando nemmeno i potenziamenti di ognuna) e spaziano da quelle dei piccoli “Mimic” a quelle di enorme “Spettro“.

Infatti non avremo a che fare solo con “dociliMimic, ma saremo messi alla prova contro creature quali Incubi, Spettri, Telepati e Tessitori, e tutti ansiosi di prender il controllo, o comunque di eliminare, ogni essere umano all’interno della TranStar. Per contenere questa “spiacevole situazione” lo staff della TranStar ha lasciato un po ovunque nella stazione Neuromod ed armi sia all’avanguardia che non. Sarà infatti possibile ottenere armi quali il cannone “Gloo” (arma che ci permetterà sia di isolare attraverso una sostanza viscosa cavi elettrici e incendi di varia natura, sia di creare ponti e percorsi attraverso la stessa sostanza, rallentando addirittura i Typhon ostili) o il caro vecchio fucile a pompa che mantiene la sua classica efficacia anche su Prey. Menzione speciale va fatta per la granata riciclante, oggetto duttile e dal duplice utilizzo, essa infatti quando lanciata risucchia verso di se tutti i materiali circostanti trasformandoli in elementi utilizzabili per la costruzione di nuovi Neuromod, nuove armi, munizioni e tanto altro.

Interessanti sono anche le infinite possibilità di combinazioni tra abilità ed armi, che permetteranno al giocatore di sottrarsi da situazioni di estremo pericolo. Stando al trailer rilasciato da Bethesda e che vi riproponiamo proprio qui sopra, sembrerebbe che l’unico limite a queste combinazioni possa esser la nostra fantasia. Stando inoltre a quanto detto recentemente dagli sviluppatori sarà impossibile completare e sbloccare tutte le abilità in una sola “run“, sottolineando inoltre che per la vastità delle zone giocabili, per la particolarità delle situazioni e dei personaggi NPC, ogni partita risulterà esser diversa dalle altre.

Veniamo ora però ad un punto ancora molto oscuro e poco delineato dagli sviluppatori: chi impersoneremo? Bethesda ha rivelato che in Prey prenderemo i panni dello scienziato Morgan Yu, fratello del presidente della TranStar Alex Yu. Ad oggi però di Morgan si sa ben poco oltre a queste informazioni. Non sappiamo quale fosse il suo compito all’interno della stazione, ne in che rapporti fosse col fratello e col resto del personale nella stazione. Di fatto però Morgan ha perso la memoria ed è ad un punto di svolta della sua vita poiché saremo noi a prendere il controllo delle sue azioni avendo carta bianca su tutto quello che sarà il suo futuro, nonostante il suo passato che di tanto in tanto tornerà a far capolino.

Insomma Prey sembrerebbe esser davvero una perla nascosta, tanto che molti dei giocatori che hanno avuto la possibilità di provarlo non hanno esitato a compararlo con titoli quali Half Life e Bioshock, andando a sottolineare le molteplici caratteristiche tra il gioco e le già due celebri IP. E voi? Avete intenzione di reperire questo particolare titolo targato Bethesda? Vi ricordiamo che il titolo uscirà per PC, Ps4 ed Xbox One il 5 Maggio. Continuate a seguirci per ulteriori informazioni su questa perla nascosta e su molte altre.