Nel mondo del gaming ci sono tantissime tipologie di videogiochi e, di conseguenza, moltissimi sono i tipi di videogiocatori che sono sempre alla ricerca del miglior hardware a disposizione sul mercato.
Razer lo sa bene e per questo mantiene sempre la leadership nel settore degli accessori da gaming sfornando prodotti che hanno un’elevatissima qualità e che sono studiati appositamente per soddisfare qualsiasi tipologia di utenza.
Quest’oggi vi parleremo del Naga Hex V2, seconda versione del mouse dedicato ai giocatori di MOBA, lanciato recentemente sul mercato da Razer.


SPECIFICHE TECNICHE

Il Naga Hex V2 è un mouse per destrorsi di ottima qualità, sia dal punto di vista tecnico che costruttivo.
Al suo interno è presente un sensore laser 5G da 16000 DPI, che permette un’elevata mobilità anche su schermi 4K o configurazioni multischermo. Essendo dedicato specificatamente ai MOBA abbiamo potuto constatare che non si adatta molto ai lavori di precisione, sia in ambito gaming che in ambito professionale. Del resto essendo un accessorio che punta tutto sulla velocità è normale che la precisione ne risenta!
Ne sconsigliamo quindi l’uso con programmi o videogiochi che necessitano di un mouse preciso o la vostra pazienza verrà messa a dura prova.
Resta comunque ottimo da usare anche al di fuori dei videogiochi e per un uso normale, grazie al selettore per i DPI che ci consente di aumentare o diminuire la risoluzione, senza staccare la mano dal mouse.

naga hex v2

Razer ha lavorato molto sull’ergonomia di questo mouse, che effettivamente risulta molto comodo e non stanca la mano e il polso. I pulsanti destro e sinistro sono leggermente incavati verso l’interno per accogliere indice e medio, la rotellina centrale può essere cliccata sia verso il basso che verso destra e sinistra. Subito sopra la rotellina sono presenti due pulsanti che ci consentono di aumentare e diminuire i DPI, anche se consigliamo di farlo nei momenti in cui non si sta giocando, essendo in una posizione leggermente scomoda per essere raggiunti durante il gioco.
Sul lato sinistro, troviamo la thumb wheel, sette pulsanti disposti in circolo e a portata di pollice. Questo cerchio di pulsanti ci ha piacevolmente sorpreso. Al centro c’è una superficie gommata che permette un ottimo grip tra pollice e mouse anche senza stringere troppo, i pulsanti meccanici sono quindi facilmente raggiungibili ed è praticamente impossibile cliccarne uno per errore.

A livello costruttivo il Naga Hex V2 da un’ottima sensazione di solidità. La parte superiore è in plastica opaca che, oltre a permettere un ottimo grip, nasconde molto bene le ditate o il sudore e avendolo provato in alcune delle giornate più bollenti di questa estate, non possiamo far altro che apprezzare.
Nella parte inferiore del mouse troviamo i mousefeet o ‘’Zero-acoustic Ultraslick’’ come li chiama Razer, che garantiscono un’ottima scorrevolezza su qualsiasi superficie. Ovviamente poi c’è il sensore laser al centro, che è un Philips Twin Eye o PTE (versione PLN2034), usato in molti prodotti Razer.

Il collegamento con il PC avviene tramite un cavo USB da 2.1 m interamente ricoperto in treccia di tessuto e con il connettore placcato in oro, accorgimenti che garantiscono sia un’ottima connessione sia una protezione per il cavo stesso.

Inoltre è presente Chroma, la feature di Razer per la personalizzazione che tramite i vari LED RGB permette di creare combinazioni di colori (16.8 milioni) per rendere unico il proprio Naga Hex V2.

A seguire trovate le specifiche complete.

naga hex v2

 


GALLERIA


SOFTWARE – RAZER SYNAPSE

A corredo del mouse troviamo Razer Synapse, software dedicato ai dispositivi della casa che permette di personalizzare funzioni ed estetica per avere il controllo totale dei propri dispositivi. I vari profili poi sono sincronizzati in cloud, in modo da averli disponibili su ogni PC con cui si effettua l’accesso al proprio profilo.
Vi abbiamo già parlato di questo ottimo software nella nostra recensione della Deathstalker Chroma, che ovviamente presenta più possibilità di personalizzazione rispetto al Naga Hex V2.
Possiamo decidere la modalità di illuminazione (fissa, intermittente, in base ai click, etc etc), i colori a scelta tra le palette già presenti o crearne di nuove.
Sul lato funzionale troviamo la mappatura dei pulsanti che permette di impostare fino a 8 mappature differenti a profilo per i 14 pulsanti presenti sul mouse, di cui i 7 circolari sono specifici per i MOBA.

Non mancano ovviamente le personalizzazioni per quanto riguarda la risoluzione del sensore e la velocità di spostamento del mouse, come anche il Polling Rate per aumentare la frequenza di aggiornamento per il dispositivo.

Troviamo poi una sezione dedicata alle Macro, dove possiamo registrare e salvare sequenze di azioni per poi assegnarle ad un tasto, in modo da riprodurle con un unico click.

Infine abbiamo le sezioni dedicate alle Chroma App e alle statistiche. Nella prima troveremo tutte le applicazioni compatibili con Chroma e che potranno prendere il controllo dell’illuminazione del mouse autonomamente, mentre nella scheda statistiche troviamo tutte le informazioni sull’utilizzo del nostro mouse suddivise per data e videogioco. In questa scheda potremo vedere il numero di click effettuati giocando un titolo specifico, gli spostamenti del mouse e tante altre statistiche “per nerd”.

PRO CONTRO
  • Ottima qualità costruttiva
  • Estremamente comodo
  • Molto veloce
  • Grandi possibilità di personalizzazione
  • LED RGB 16.8 milioni di colori
  • Ottimo software a corredo
  • Non adatto ad usi professionali
  • Prezzo leggermente superiore alla media

 

Conclusione
Voto
8.5
CONDIVIDI
Articolo precedenteFallout 4 “Nuka World” ha una data di rilascio?
Prossimo articoloAnnunciato The Art of Gears of War 4
Da sempre appassionato al mondo della tecnologia e dei videogames, ha alimentato le sue passioni entrando a far parte del 17K e fondando una società di assistenza informatica. Ricopre i ruoli di newser e redattore.