Negli ultimi anni, condividere le proprie partite è diventata una priorità per molti e per farlo vengono messi a disposizione tantissimi strumenti già dalle console stesse. Quando giochiamo al nostro gioco preferito e vogliamo immortalare qualcosa ci basta un tasto e la clip o lo screenshot viene salvato e condiviso nella nostra bacheca in pochi istanti sia su Xbox One che su PlayStation 4.
Lo stesso discorso dicasi per gli streaming su Twitch, avviata l’app si è pronti a condividere i propri migliori momenti con un vasto pubblico in tempo reale.
Dunque a questo punto sarebbe lecito chiedersi: perché far uso di una Capture Card?

Prima di tutto, la qualità delle clip non è spesso il massimo, per non parlare poi dei frustranti limiti (in termini di durata della clip) imposti dalle varie console. Fare streaming dalla console inoltre ha anche qui i suoi limiti di risoluzione, bitrate e framerate, quindi è chiaro che dal momento che si vogliano trasmettere o registrare contenuti con un minimo di qualità professionale non siamo sulla buona strada.ripsaw_04

Razer da un’ottima soluzione a tutto questo con la sua Ripsaw, una fenomenale scheda d’acquisizione a 1080p 60fps con latenza zero via usb 3.0. Questo significa che potremo addirittura fare a meno del passaggio diretto e giocare direttamente utilizzando lo schermo del nostro PC, con tutti i vantaggi che ne conseguono. Chi decide di acquistare una di queste periferiche non ha nulla da invidiare ai vari youtuber e streamer del web, grazie alla capacità di registrare video non compresso fino a 60mbps.

Nel corso di questa recensione andremo a dare uno sguardo da vicino alla periferica tramite una galleria fotografica per poi parlare delle specifiche tecniche, delle varie caratteristiche, dei vari software disponibili e infine concludendo con un verdetto finale sul prodotto.


GALLERIA FOTOGRAFICA

Per altre immagini: visita il sito ufficiale.


SPECIFICHE TECNICHE

specs

Prima di passare a parlare delle specifiche tecniche, sembra opportuno spendere due parole invece sui requisiti di sistema. La Razer Ripsaw gira esclusivamente su Windows, dal 7 al 10 sia in 32 che 64 bit chiaramente. I requisiti Hardware oltre alla porta USB 3.0 vanno interpretati: per riuscire a registrare a 1080p 60fps a qualità massima con tanto di overlay personalizzato è indubbiamente necessario un processore di ultima generazione (tra quelli indicati nell’immagine) e una buona scheda video. Nulla toglie però che PC meno potenti possano comunque reggere la registrazione/trasmissione video, ma si tratta di un salto nel vuoto in quanto si deve quindi scendere a compromessi (a livello di qualità immagine) e spesso il video stesso potrebbe poi essere ricolmo di artefatti o simili.
Se si sta cercando un’ottima qualità dell’immagine è indubbio che un portatile con i7 MQ di quarta generazione affiancato ad una GPU Nvidia 870M o superiore, oppure un PC Desktop degno di questo nome sono un requisito assolutamente necessario per godere appieno delle funzionalità della Ripsaw!

Passando in rassegna le varie caratteristiche, la Ripsaw funziona SOLO in USB 3.0 come già detto e dispone di un ingresso video HDMI e uno Component, mentre il pass-through audio/video avviene attraverso un unica uscita HDMI.
Sono disponibili due ingressi audio, nella parte frontale della scheda, entrambi jack femmina da 3,5mm, uno MIC-in e l’altro AUX-in.

razer-ripsaw-compare

Parlando di risoluzioni supportate, la qualità massima è di 1080p 60fps a 60mbps, un bitrate eccezionale che stacca di molto la Razer Ripsaw dalle altre schede d’acquisizione presenti in commercio che spesso si fermano su un, comunque ottimo, bitrate di 40mbps.

Ciò che invece ci ha lasciati positivamente colpiti è l’ottimo bundle che comprende una vasta quantità di cavi in modo da rendere la Razer Ripsaw una capture card estremamente compatibile, anche con console retrogaming.
Per uno sguardo più da vicino al tutto vi lasciamo al nostro unboxing!

Chiudendo la parentesi sulle specifiche tecniche accenniamo brevemente i vari software disponibili. La Razer Ripsaw non è dotata di alcun software appositamente studiato se non Razer Synapse, l’app universale di Razer, che viene utilizzata principalmente per il download dei driver più aggiornati.
Per configurare il proprio streaming la stessa ditta consiglia i ben più popolari software tra cui il gratuito e popolare Open Broad Caster e XSplit che invece comprende funzioni a pagamento.


 CONCLUSIONE

La Razer Ripsaw è una scheda d’acquisizione all’avanguardia coi tempi e con le esigenze di chi vuole produrre contenuti di qualità a livello professionale. Stiamo parlando di una capture card dalla capacità di registrazione video non compresso pari a 60Mbps e con latenza estremamente bassa grazie alla quale si può tranquillamente giocare dal software che si utilizza per trasmettere su Twitch o altre piattaforme. E’ indubbio come tutto questo sia un enorme vantaggio in quanto basterà un click per poter interagire con i propri follower o modificare in tempo reale il video della nostra trasmissione. Dite addio al dover switchare canale HDMI del vostro monitor o alle sessioni di streaming con mille schermi accesi, un semplicissimo dispositivo come Razer Ripsaw vi permetterà di avere il pieno controllo della vostra trasmissione senza dover rinunciare a confort e qualità dell’immagine.

La parte frontale

Confrontando il dispositivo con gli altri presenti in commercio si trova un’estrema somiglianza con l’Aver Media Live Gamer Extreme verso cui, parità di prestazioni, non ha assolutamente nulla da invidiare. Mettendo a confronto invece con la controparte di Elgato, la HD60S, la nostra protagonista vince per quanto riguarda la qualità dell’immagine, che trionfa sul bitarate di 40Mbps della scheda Elgato.
E’ giusto puntualizzare tuttavia come si tratti di formati video incredibilmente alti e nell’applicazione comune, quindi Youtube o Twitch, formati così alti sono assolutamente inutili in quanto non supportati; basti pensare che un video a 1080p 60fps su Youtube gira genericamente a 12Mbps.

alimentazione e ingresso component

La Razer Ripsaw è prodotto che a livello qualità prezzo riesce a offrire un bundle ottimo e una qualità video senza compromessi. L’unica nota negativa è la completa assenza di un software proprio e il dover invece ricorrere a programmi third party tra cui appunto Open Broadcaster che comunque non garantisce un’esperienza completamente user-friendly.
A nostro dire, questo potrebbe scoraggiare l’utenza inesperta o alle prime armi, che si troverà di fronte al dover leggere varie pagine di documentazione online prima di riuscire a capire come ottimizzare e utilizzare un, ottimo ma comunque complesso, software come OBS. Un’interfaccia personalizzata come quella proposta da Elgato col suo Game Capture HD Software, è la soluzione ottimale per l’utente che vuole iniziare o che non ha grosse competenze in materia.

PRO CONTRO
  • Qualità video senza compromessi
  • Latenza Zero giocando da PC
  • Bundle Ricco di accessori
  • Compatibile con una vasta gamma di console
  • Design lineare e pulito
 

  • Assenza di un software creato appositamente
Conclusione
Voto
9
CONDIVIDI
Articolo precedenteRECENSIONE FILM: Captain America – Civil War (2016)
Prossimo articoloBattlefield 1 – Tutto ciò che sappiamo fin ora
Geek a tempo pieno. Adoro le community e cerco di fare la mia parte nel rendere il settore dei videogiochi un po' più unito. Scrivo di giochi e tecnologia, nel tempo libero mi trovate sulla torre di Destiny o nel campo da battaglia su Halo!
  • Marco Pascale

    Ho deciso di acquistarla grazie a questa recensione. Grazie Marco 😉

  • Mi rende super entusiasta! Ti ringrazio 🙂

  • Avendo un MacBook potrò usare il Razer Ripsaw per fare acquisizione video e audio in HD ?
    Grazie

  • Mi pare che Ripsaw non supporti MAC! Scusa del ritardo Riccardo! 🙂 Ti consiglio Elgato per questo 😉

  • Ok grazie