Sempre più spesso si sente parlare di Bitcoin o del mining di criptomonete, dovuti anche al prezzo delle componenti Pc in crescita proprio per la pratica. Prima di proseguire, è bene definire l’argomento. Cosa sono le criptovalute? In sintesi, è una moneta virtuale generata con particolari algoritmi in grado di essere utilizzata per gli acquisti nel web.

Procediamo! La scheda madre di cui vi andremo a parlare, la H110 Pro BTC+ di ASRock, ha come particolarità l’essere sviluppata proprio per poter ‘farmare’, o meglio generare, la precedentemente nominata moneta virtuale. Può infatti essere collegata a ben 13 GPU adibite al mining. C’è però da fare attenzione in quanto Windows permetterà l’utilizzo solo di 8 degli slot disponibili, mentre Linux permetterà di sfruttare il massimo della combinazione. Il prezzo ufficiale per il mercato europeo, purtroppo, non è stato ancora rilasciato. Di seguito, potete trovare le caratteristiche della scheda.

  • ASRock Super Alloy
  • Supports 7th and 6th Generation Intel® Core™ i7/i5/i3/Pentium®/Celeron®Processors
  • Supports DDR4 2400/2133
  • 1 PCIe 3.0 x16, 12 PCIe 2.0 x1
  • Graphics Output: DVI-D
  • 7.1 CH HD Audio (Realtek ALC887 Audio Codec), ELNA Audio Caps
  • 4 SATA3, 1 M.2 (SATA3)
  • 4 USB 3.0 (2 Front, 2 Rear)
  • Intel® Gigabit LAN
  • Onboard Power On / Reset Button

In precedenza vi erano state anche diverse indiscrezioni secondo cui le note aziende AMD e NVIDIA, stessero lavorando per lanciare sul mercato delle GPU adatte proprio al mining di criptovalute. In questo modo, sarebbe stato possibile vedere anche un abbassamento dei prezzi delle schede di fascia consumer, tutt’ora elevati proprio per l’attività.