hmd-nokia-team-cover#2

Lo scorso 22 giugno la terrazza del Talent Garden di Milano ha ospitato un piccolo ma ricco evento di presentazione dei nuovi prodotti Nokia, anticipati lo scorso febbraio al Mobile World Congress di Barcellona.

A dar vita all’evento erano presenti Jon French e Alberto Colombo, rispettivamente Vice Presidente Area Ovest Europa e General Manager di hmd. global. Assieme a loro si sono affiancate altre personalità importanti dell’azienda che hanno contribuito allo sviluppo dei nuovi prodotti Nokia e che si sono rese disponibili per qualche domanda con la stampa.

Ma chi è hmd. global? L’azienda è una start-up europea con sede in Finlandia, Londra e Pechino, sostenuta dal colosso taiwanese dell’elettronica Foxconn e il cui obiettivo è quello di rilanciare i prodotti Nokia e produrre tecnologia a misura d’uomo. Il credo dell’azienda è quello di migliorare la vita delle persone attraverso la tecnologia, ed è per questo motivo che nel maggio 2016 ha dichiarato la volontà di acquistare da Microsoft la licenza dei marchio Nokia. L’intento è di rappresentare la qualità, l’impegno e i valori di vent’anni fa del brand, anche grazie a un forte ricambio generazionale del personale per poter meglio comunicare con i giovani. In questo modo, hmd. si apre al mercato mobile proponendoci ben 4 prodotti.

LA NORDICA FENICE

Nokia si presenta come sinonimo di innovazione e tradizione, aggiungendo un pizzico di nostalgia per coloro che sono vissuti nel tempo dei miti e delle leggende, nel tempo del Nokia 3310!

Nokia-3310-new-old

Lanciata il 25 maggio, la reincarnazione con scocca in policarbonato dell’emblematico telefono della casa finlandese è a metà strada tra nostalgia e una furba strategia di marketing. Pur rimanendo un telefono, e non uno smartphone, il nuovo 3310 si presenta ancora una volta come un ottimo telefono da battaglia, ma con delle importanti aggiunte in più che contribuiscono a svecchiarlo e lanciarlo nel nuovo millennio.

Il sistema operativo è il nuovo Nokia Series 30 Plus, che oltre a svolgere le medesime funzioni del suo predecessore, permette ora di gestire un sistema Dual-Sim. La durata della batteria sarà di circa 25 giorni in stand-by, caratteristica tutto sommato non inattesa viste le sue origini. Stupisce invece il supporto per memorie esterne MicroSD fino a 32 GB e una fotocamera da 2 MP con flash LED. Niente di eccezionale se comparata ai moderni equipaggiamenti fotografici degli smartphone, ma non ci si aspettava una caratteristica tutto sommato superflua su un telefono che è sempre stato tutto prestazioni e pochi fronzoli.

Per promuovere il nuovo 3310 e dimostrarne la resistenza, hmd. ha collaborato gli sportivi Luca Marcis ed Enrico Giordano. L’impresa promozionale consisteva nel circumnavigare l’intera Sardegna in Kitesurf in 10 giorni. E quale modo migliore per testare il 3310 se non infilarlo in una sacca stagna e portarselo in giro per mare?

Affrontando le 500 miglia nautiche in tratte da 5-6 ore di navigazione al giorno, i due sportivi ci fanno capire quanto sia importante poter comunicare con qualcuno anche dalle zone più remote e avverse. Inoltre, poter trasportare un device robusto ma leggero è molto importante, ed è per questo che il Nokia 3310 passa dai 133 g del modello originale agli attuali 80 g. Infine, ancora una volta il 3310 viene lodato per la sua tastiera comoda, semplice e funzionale. Ma le sorprese non sono finite.

I manoscritti narrano di “règazzini” negli oratori che organizzavano eventi clandestini di Snake II e lo storico modello di casa Nokia ne incorpora giustamente una nuova versione a colori, con ostacoli semoventi e il caro vecchio serpente in 2D.

INNOVARE CON SEMPLICITÀ

Nokia-3-Beautyshot-all

Dal lato smartphone, Nokia vuole sì innovare, ma al contempo si dimostra risoluta nel credere nei suoi ideali e nei suoi progetti per vederli realizzati con successo. È da queste basi che nascono i nuovi Nokia 3, Nokia 5 e Nokia 6, animati da un Sistema Operativo Android Nougat puro, senza elementi preinstallati. Il vantaggio di questa scelta è duplice e serve infatti a supportare la personalizzazione completa del device e la sua sicurezza. Infatti, un sistema operativo più snello permette uno sviluppo e una distribuzione più rapida degli aggiornamenti di sicurezza, che ci assicurano saranno rilasciati con una buona frequenza, garantendo così un supporto completo ai device. È un ottimo modo per rilanciare un brand con alle spalle tanti successi quante disavventure, e che si presenta come l’unico brand europeo in un mercato della telefonia praticamente monopolizzato dalle compagnie asiatiche.

Nokia-5-Beautyshot-all

Un altro supporto fondamentale arriva dal lato dedicato all’assistenza tecnica e alla progettazione. In passato, molti degli attuali esponenti Nokia hanno lavorato allo sviluppo di diversi device HTC e alcuni device della concorrenza non erano supportati da un appropriato organo di assistenza tecnica. Di conseguenza, ci siamo domandati a chi dovremmo rivolgerci questa volta nel caso che eventuali riparazioni si rendano necessarie. Con grande sollievo veniamo a sapere che in ogni caso potremo rivolgerci direttamente a Nokia, che smisterà i device danneggiati su una rete di riparatori certificati e ad essa associati.

Non è quindi una sorpresa che tutti i nuovi device sfoggino un design semplice e accessibile progettato su scocche mono-pezzo di ispirazione HTC. Per i modelli 3 e 5, il corpo è stato realizzato con un alluminio estremamente solido dai bordi affusolati e che si allineano perfettamente con lo schermo dai bordi curvi realizzato in policarbonato. Si tratta di una finezza tecnica che attraverso l’eliminazione dei bordi a spigolo vivo, conferisce al display una maggiore resistenza. Il Nokia 6, invece, si presenta come il più grande della linea e sfoggia una scocca metallica in lega dalla foggia più squadrata, netta, e dai tratti tipicamente scandinavi.

Nokia-6_Beautyshot2

Data la natura mono-pezzo della scocca, è nato qualche dubbio sulla resistenza dei device. Nokia è famosa per produrre smartphone e telefoni robusti, ma alcuni utenti al tempo considerarono la scocca a guscio in metallo una potenziale cassa di risonanza che trasmetteva alle componenti interne dell’apparecchio le vibrazioni subite dagli urti e quindi danneggiandole. Ma non c’è nulla di cui preoccuparsi e su consiglio dei tecnici di Nokia, vi riportiamo un video che vale più di mille crash-test.

Su ogni nuovo smartphone è stato svolto uno studio per determinare le dimensioni migliori per permettere all’utente di interagire pienamente con il touch-screen. Inoltre, il design conferisce una presa estremamente comoda, sicura ed ergonomica su tutti e tre i device. I bordi affusolati dei modelli 3 e 5 contrastano con le linee più nette, affilate e in stile finlandese del Nokia 6, ma garantiscono ugualmente una piacevole sensazione al tatto. Il design appunto è uno dei punti di forza della nuova linea Nokia, che unisce un’ottima estetica con una funzionalità impeccabile, in un semplice capolavoro di progettazione.

HMD ha mantenuto la promessa di rilasciare sul mercato il Nokia 3 entro il secondo quadrimestre fiscale del 2017. Potete trovarlo in vendita a partire dal 28 giugno 2017 a 159,99 €.

Al contrario, per la release italiana dei Nokia 5 e Nokia 6 ci sarà ancora da aspettare, ma non mancheremo di comunicarvi ulteriori aggiornamenti in merito. Continuate quindi a seguirci sul nostro sito per tante altre notizie interessanti.