Negli ultimi anni non si è fatto che parlare della nuova frontiera videoludica, la realtà virtuale. La data di rilascio dei visori VR è sempre più vicina, e dato anche l’arrivo dell’evento, dedicato ai videogiochi, più importante del mondo, l’E3, in questo articolo parleremo dei tre visori VR in sviluppo, ovvero: l’Oculus Rift, Project Morpheus e HTC Vive.

OCULUS RIFT

 

oculus-rift-dk2

Oculus VR, acquistata da Facebook il 24 Marzo 2015, è la società che sta sviluppando l’Oculus Rift. Al momento il visore è in sviluppo soltanto per la piattaforma PC, ma il vicepresidente, Nate Mitchell, ha annunciato che non è da escludere la possibilità di poter portare il visore sulle console.
Ovviamente, come potete immaginare, l’Oculus non è una periferica come tutte le altre e quindi, disporrà di requisiti di sistema abbastanza elevati per poter godere a pieno dell’esperienza 3D (troverete i requisiti di sistema in un questo nostro articolo). Quindi, non solo si dovrà acquistare il visore ma anche delle componenti PC apposite, per chi non le avesse, per poter vivere a pieno l’esperienza che la realtà virtuale ci offre.
Facebook, come abbiamo già detto, ha acquistato la società e ha annunciato che la realtà virtuale non sarà solamente impiegata in ambito videoludico, ma estenderà il suo uso nel campo della comunicazione,  media e intrattenimento, istruzione e tanto altro.
Immaginate, piuttosto che leggere un libro di storia, di rivivere l’era preistorica tra i dinosauri, oppure di essere in una delle tre caravelle di Cristoforo Colombo mentre approdate nel nuovo mondo, o ancora, di trovarvi durante la prima guerra mondiale. Le mie sono solo fantasie, ma le potenzialità sono davvero molte.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Lo schermo LCD avrà una profondità di colore di 24 bit per pixel ed è abilitato alla stereoscopia 3D e avrà dimensioni di 7 pollici. Il campo visivo è di 90° in orizzontale, più del doppio della concorrenza. La risoluzione è di 1280×800, che sarà aumentata per il prodotto commerciale a 1920×1080. I sensori che ci saranno nel visore, sono: l’accelerometro, il giroscopio e il magnetometro. I connettori necessari, sono: HDMI, USB 2.0, USB 3.0.

GIOCHI SUPPORTATI
Di sotto vi elencheremo i titoli che attualmente hanno il pieno supporto per l’Oculus Rift.

  • Adrift
  • Among the Sleep
  • Daylight
  • Dirt Rally
  • Elite: Dangerous
  • Euro Truck Simulator 2
  • Grid Autosport
  • Half-Life 2
  • Half-Life: Source
  • Hawken
  • Project Cars
  • Slender: The Arrival
  • Strike Suit Zero
  • Surgeon Simulator 2013
  • Team Fortress 2
  • Trackmania 2
  • War Thunder

PORTAFOGLIO ALLA MANO
L’ultimo prototipo sviluppato, il DK2, ha il prezzo di 350$ cioè circa 314€ (valuta del 03/06/2015).
Per chi inoltre dovesse comprare anche i componenti per soddisfare i requisiti di sistema il prezzo salirà di molto. Vi riportiamo i prezzi dei vari componenti:
Scheda Grafica: tra i 380 e i 500€
Processore: circa 180€
Ram: Necessariamente da 8 GB, circa 60€ ( il prezzo varia in base alla qualità)
Sistema Operativo: 120€ (Windows 8.1)
Dovranno esserci,inoltre, 2 porte USB 3.0, un uscita video HDMI compatibile 1.3.

Il prezzo sale, quindi, intorno ai 1.200 e i 1500€, di certo non è un prezzo tanto allettante, anzi. Speriamo che la società decida di portare anche su Console questa periferica, permettendo a più persone di poter giocare con il visore.
Si saprà molto di più a riguardo durante l’E3 che avverrà tra il 16 ed il 18 Giugno a Los Angeles.

DATA DI USCITA
Primo trimestre del 2016.

 

PROJECT MORPHEUS

ps4-accessories-morpheus-headset-two-column-ps4-eu-07oct14

Il Project Morpheus è il visore in sviluppo da parte di Sony per le piattaforme, Playstatione 4 e, presumibilmente, Playstation Vita. In occasione della GDC 2015, tenutasi tra il 2 e il 6 Marzo, è stato possibile testare il visore, Sony, su titoli quali: Thief, EVE Valkyrie, The Deep (gioco sviluppato da Sony ambientato a Londra) e The Castle.
Shunei Yoshida (presidente della Sony) si è mostrato entusiasta del lavoro che stanno facendo e della potenzialità della realtà virtuale, ha affermato, “Il nostro obiettivo con la realtà virtuale è quello di restituire una sensazione di presenza, per far credere al giocatore di essere entrato nel mondo del gioco. Il nuovo prototipo di Project Morpheus ci spinge ancora più vicino al raggiungimento dell’obiettivo perché migliore l’esperienza visiva e l’accuratezza del tracking, elementi critici per restituire la sensazione di presenza”.
Sony ha confermato che il Project Morpheus sarà in grado di supportare il Multiplayer Online e locale. Alcuni dei partner del progetto includono, Epic Games, Unity, Crytek e Autodesk. Lo studio di Sony Santa Monica ha creato un prototipo che permette di vestire i panni di Kratos (serie God of War). Sony ha inoltre collaborato con la NASA per creare una demo che porti il giocatore sulla superficie di Marte.
Shunei Yoshida, alla GDC, ha aggiunto anche che molti studi stanno lavorando a titoli per il visore Sony e disse: “a partire probabilmente dall’E3, inizieremo a mostrare i giochi reali”.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Il visore avrà una risoluzione di 1920×1080, lo schermo sarà di 5.7 pollici OLED, la Frequenza di aggiornamento sarà di 120 HZ, 60 Hz, il campo di vista sarà di circa 100 gradi. Il dispositivo sarà dotato di due sensori: l’accelerometro  e il giroscopio, la connessione sarà possibile effettuarla tramite porta HDMI e USB.

GIOCHI SUPPORTATI
Al momento i giochi che hanno il pieno supporto del Project Morpheus sono tre: Project Cars, Surgeon Simulator e Among the Sleep. Sicuramente ne sapremo di più su altri titoli, durante l’E3.

PORTAFOGLIO ALLA MANO
Shunei Yoshida, durante la GDC, non ha parlato del prezzo del visore, ma ha affermato che avrà un costo non molto elevato. Presumibilmente, il prezzo si aggirerà tra i 250 e i 299 dollari.
Ovviamente c’è da considerare che la differenza di prezzo del visore tra l’Oculus e Il Morpheus non è molta. La differenza si fa sentire nel momento in cui si devono comprare le componenti PC per quel che riguarda l’Oculus, a quel punto converrebbe acquistare il Morpheus, che dovrebbe sfruttare l’hardware della console.
Sapremo molto di più durante l’E3 di Los Angeles.

DATA DI USCITA
Prima metà del 2016.

 

VALVE’S HTC VIVE

htc-vive-pr-630Il visore Vive, sviluppato da HTC e Valve, è il terzo (non per importanza) visore di cui parleremo oggi.
Vive sarà alimentato dal software SteamVR, con giochi che saranno disponibili presso la piattaforma digitale Steam.
Gli sviluppatori quali, Dovetail Games, Fireproof Games e Cloudhead Games hanno già confermato che renderanno disponibili i loro titoli per il dispositivo. Inoltre, HBO, Google e Lionsgate sono stati confermati come partner.
Il dispositivo Vive fa uso del “Lighthouse” o “Faro”, una tecnologia motion tracking che utilizza il laser per determinare il movimento del casco VR con molta precisione, è integrato un sistema “full room” di visione a 360°, è possibile alzarsi ed esplorare tutto l’ambiente, toccando gli oggetti ed interagendo con essi. Ci sarà anche il supporto per il controller Steam.
Il 30 Aprile 2015, Epic Games ha annunciato che sarà supportato sul dispositivo l’Unreal Engine 4, permettendo a chiunque di poter sviluppare un gioco per Steam VR.

CARATTERISTICHE TECNICHE
HTC Vive avrà una frequenza di 90 Hz. Il dispositivo utilizza 2 schermi, uno per ogni occhio, con una risoluzione di 1200×1080. Il dispositivo utilizzerà dei sensori tra cui un giroscopio, un accelerometro e il sensore posizione laser. La connessione avverrà tramite HDMI, USB 2.0 e USB 3.0.

PORTAFOGLIO ALLA MANO
HTC Vive avrà un prezzo più alto rispetto alla concorrenza
, complice è la sua elevata qualità.
Debuttare con un’esperienza di altissima qualità, anche se con un prezzo leggermente superiore è la mossa più giusta da un punto di vista strategico. Il prezzo può, infatti, scendere non appena il mercato inizierà a crescere e ad attirare nuovi consumatori” spiega Jeff Gattis, capo della divisione marketing, ai microfoni di MCV.
Da questa affermazione, deduciamo che il prezzo si aggirerà tra i 450 e i 550 euro. Ovviamente, il prezzo reale non è stato annunciato ma sicuramente sarà il più costoso.

DATA DI USCITA
Natale 2015

 

CONCLUSIONI
Ricapitolando, l’Oculus è un buon prodotto con grandi potenzialità ed amplia il suo impiego in altri settori al di là dei videogiochi. Il prezzo tende a far allontanare l’acquirente dall’acquisto, in special modo se quest’ultimo debba acquistare un PC o le varie componenti, per poter godere a pieno dell’esperienza 3D. Il Morpheus, sfruttando la piattaforma Playstation, è il più economico, dato che l’acquirente si limiterà ad acquistare, esclusivamente, il visore. Per qualità è al pari dell’Oculus, difatti il prezzo del visore è pressoché identico. HTC Vive è sicuramente il più costoso ma con una qualità molto più alta, la tecnologia Lighthouse permetterà più libertà di movimento al giocatore, regalando quella sensazione di profonda realtà.
Insomma, ragazzi e ragazze cominciate a mettere da parte qualche moneta nel salvadanaio, la realtà virtuale non è più così tanto lontana e, a mio avviso, sarà una vera e propria “rivoluzione”.
L’E3 sarà l’occasione buona per vedere qualcosa in più, quindi restate sul nostro sito per avere ulteriori notizie, non solo sulla realtà virtuale, ma su tutto ciò che avverrà durante l’E3 2015.