Nonostante sia uscito solo da un paio di settimane, Black Panther è già diventato uno dei più grandi incassi dei film Marvel Studios. E dire che non c’era tutta questa grande scommessa su questo film: è un personaggio dei fumetti conosciuto solo dagli appassionati. Un risultato del genere non sembrava possibile. Eppure, a giudicare dai commenti generali, Black Panther è piaciuto al pubblico. Non un capolavoro, ma comunque un film godibile. Hanno puntato sul sicuro, con una storia semplice e dallo stampo classico, senza stravolgimenti di trama o plot twist stratosferici. I protagonisti funzionano, un villain non banale, e sono riusciti col Wakanda dove hanno fallito con Asgard, anche con i personaggi secondari, i quali hanno tutti un ruolo ben definito e hanno uno scopo nella trama.
Insomma, un film discreto ma non IL MIGLIORE film Mavel. Ma allora perché tutti questi incassi?

Gli occhi mi si sono aperti ulteriormente guardando questo video:

Durante l’edizione degli Oscar 2016 con la polemica #OscarSoWhite venne mandato un servizio in cui a diversi cittadini neri veniva chiesto un parere riguardo ai film candidati. Le risposte più frequenti andavano sulla noncuranza della maggior parte dei titoli eccetto Straight Outta Compton, il biopic sugli N.W.A., che rimane un bel film. Focus d’attenzione era, perciò, la presenza afro-americana, che ha assicurato una buona fetta di pubblico.

Un film su un super eroe africano non si era mai visto prima e di certo, in un periodo di politically correct come questi anni, dubito che quelli dei Marvel Studios avrebbero voluto sbagliare questo colpo. Spesso non ci pensiamo per l’ovvietà, ma i supereroi rimangono comunque delle icone, dei modelli per diverse generazioni. Pertanto, un supereroe nero è/sarà un’icona per molti giovani che ora potranno averlo come modello e parte del loro immaginario. Il video qui sopra ne è appunto una prova, persino con i giocatori di basket.
Non soltanto. Persino la ex first lady Michelle Obama ha avuto modo di guardare Black Panter e non ha mancato di esprimere la sua opinione a riguardo tramite Twitter.

“Congratulazioni all’intero team dietro a Black Panther! Grazie a voi, giovani ragazzi potranno finalmente vedere supereroi che somigliano a loro sul grande schermo. Ho adorato questo film e so che ispirerà persone di tutte le origini a scavare nel profondo e trovare il coraggio di essere gli eroi delle proprie storie”

Questo è alla base del successo al botteghino di Black Panther. Si potrebbe addirittura definire un successo culturale, per i suddetti motivi. E, ricordiamolo, è uscito solo da un paio di settimane ed ha superato il mezzo miliardo di incasso. Di questo passo potrebbe presto entrare nella Top 10 dei maggiori incassi, se continuerà con questo ritmo.