Carissimi lettori di The Tower-Destiny Italia ecco a voi un nuovo articolo della nostra rubrica dedicata alla Lore di Destiny, o meglio in questo caso a Destiny 2. Nell’arco degli ultimi giorni, siamo entrati in possesso di interessanti informazioni riguardo il secondo capitolo della nostra amata saga targata Bungie, vediamo di fare il punto a livello di trama.

L’ATTACCO DI GHAUL

Lo sappiamo tutti, l’inizio di Destiny 2 sarà un trauma: la Torre, la nostra casa, verrà attaccata e distrutta insieme a tutta la Città dai potenti Cabal della Legione Rossa.
Quale motivazione li spinge? Il loro leader, Dominus Ghaul, ritiene che il Viaggiatore abbia sbagliato a concedere i propri doni, i guardiani non ne sarebbero degni. Ghaul quindi intende dimostrare che i Cabal della sua Legione lo sono, attaccando direttamente il cuore delle forze della Luce e rapendo o quanto meno catturando il Viaggiatore stesso.
Cosa intendono fare gli invasori una volta preso il Viaggiatore? Al momento non lo sappiamo, le opzioni possibili sono due: studiarlo, cercando di carpirne i segreti per diventare ancora più potenti; distruggerlo in modo da indebolire i guardiani per sempre, questa opzioni però entra in conflitto con la motivazione che spinge lo stesso Ghaul.

PERDERE LA LUCE?

La campagna di lancio di Destiny 2 è stata abbinata allo slogan “Preparati a combattere in un mondo senza Luce”. Il dono più prezioso del Viaggiatore, ciò che consente ai guardiani di rinascere e che, in definitiva, li rende guardiani, non dovrebbe esistere più.
In realtà non tutti rimarranno appunto senza Luce, i mentori dell’Avanguardia ossia Cayde-6, Zavala e Ikora perderanno i loro poteri, noi invece no. Ancora una volta, saremo chiamati ad essere l’ultima speranza, l’ultimo baluardo, tuttavia le nostre vecchie capacità non basteranno.
L’attacco alla Città ha dimostrato che, per fronteggiare Ghaul e la Legione Rossa, dobbiamo essere ancora più forti, apprendere nuove capacità come, per esempio, le tre nuove sottoclassi e forse altro ancora.

ALLA RICERCA DEI LEADER

Destiny 2 ci porterà in giro per il Sistema Solare, visiteremo infatti tre nuove location (qui trovate l’articolo dedicato nel dettaglio proprio alle location): Titano, Nessuss e Io.
Su ciascuno di questi mondi/satelliti/planetoidi, incontreremo uno dei tre mentori dell’Avanguardia, nel dettaglio Zavala su Titano (strano vero?), Ikora sul misterioso Io e Cayde-6 sul mondo Vex di Nessuss, dove il leader dei cacciatori è stato catturato.
Perché i tre mentori si sono recati in questi luoghi? In quanto intendo recuperare i propri poteri perduti o comunque apprendere, anche loro, nuove abilità utili per continuare a combattere la Legioni e in generale l’Oscurità.
Il satellite Io, luna del grande pianeta gassoso Giove, potrebbe essere il luogo di incontro ideale con i Nove, le misteriose entità che risiedono proprio in questo settore del nostro Sistema Solare. Proprio riguardo i Nove, è circolato in rete un rumor riguardo le “Prove dei Nove” che andrebbero a sostituire le attuali Prove di Osiride, al momento tuttavia non c’è stata nessuna conferma ufficiale.

NON SOLO CABAL

I Cabal saranno gli antagonisti principali del gioco, tuttavia per fortuna non saranno gli unici nemici che affronteremo. Le altre razze faranno ritorno, ovviamente con qualche elemento di novità.
I Vex, che abbiamo potuto osservare nell’assalto che Bungie ha reso giocabile agli invitati dell’evento di Los Angeles, hanno modificato pesantemente il planetoide Nessuss, qui dovremmo quindi combattere le macchine ancora una volta.
Anche i Caduti torneranno, comparirà infatti un nuovo casato al momento ignoto, caratterizzato dal colore blu e da un look da predoni del deserto. Potrebbe anche esserci un ritorno della SIVA che, effettivamente, è stata arrestata ma non distrutta totalmente.
Infine anche l’Alveare avrà un ruolo in Destiny 2, si sono infatti viste alcune grotte e gallerie in uno dei nuovi mondi. Che si tratti di una nuova progenie? Magari collegata al misterioso Nokris? Staremo a vedere.

I SOLI DISTRUTTI?

Concludiamo con una piccola congettura. Nei primissimi leak riguardo Destiny 2, era circolato il rumor che il gioco si sarebbe chiamato “Shattered suns”, letteralmente “I Soli distrutti/infranti”. In uno dei trailer di Destiny 2 si può notare proprio una sorta di esplosione vicino al Sole, inoltre compare un’immagine di un gruppo di guardiani sovrastati in cielo da due soli. Che ci fosse qualcosa di vero in quel vecchissimo rumor? Lo scopriremo solo giocando.

Per ora è tutto, non ci resta che attendere qualche altro interessante trailer/annuncio per ricavare qualche informazione in più riguardo l’attesissimo Destiny 2.