7rt8cooubyajrpjahamr_adqd-7qcw5xml2mqpqyevgCarissimi lettori di The Tower-Destiny Italia ecco a voi un nuovo articolo della nostra rubrica dedicata alla Lore di Destiny: in questo puntata vi parlerò dell’antagonista principale dei Signori del Ferro ossia SIVA, la terribile tecnologia che ha infettato l’Antica Russia e non solo. Buona lettura!

I LIMITI DELLA SCIENZA

Come gran parte delle scoperte scientifiche che poi si sono rivelate estremamente pericolose, anche SIVA venne accolta e ideata come un qualcosa di provvidenziale adatto a migliorare la vita del genere umano sotto molti aspetti. SIVA, infatti, è una tecnologia autoreplicante che si comporta come un essere vivente, capace di produrre vari oggetti e di adattarsi ad altro organismi.
La ricerca e le sperimentazione venne eseguita su Marte durante l’Età dell’Oro, precisamente negli edifici della compagnia scientifica Clovis Bray dove vennero testati i primi prototipi della SIVA; proprio qui secoli dopo Lord Timur scoprirà dell’esistenza di questa perduta meraviglia.

Il Crollo e l’invasione dei Cabal, tuttavia, posero bruscamente fine alle ricerche di Clovis Bray su SIVA, la quale, comunque in circostanze poco chiare, nel frattempo, era stata spostata sulla Terra dove un’altra potente entità tecnologica si sarebbe interessata a SIVA, questa entità è Rasputin, la potente mente bellica che custodisce il nostro pianeta.

siva-1200x654

LA GRANDE ILLUSIONE

Come ho detto poche righe fa, Lord Timur (uno dei leader dei Signori del Ferro) durante alcune pattuglie su Marte scoprì l’esistenza di una antica e miracolosa tecnologia dell’Età Perduta che si pensava perduta, una tecnologia così formidabile che si sarebbe potuta usare persino per riparare il Viaggiatore. I Signori del Ferro decisero quindi di perlustrare il pianeta Terra, in particolare l’Antica Russia, alla ricerca della tecnologia perduta e qui scoprirono una terribile verità: SIVA era sostanzialmente autocosciente e già qualcuno stava cercando di prenderne il controllo, ossia Rasputin, il quale, come afferma Lord Saladin, è ormai molto di più che una semplice mente bellica.
I Signori del Ferro condussero una spedizione in massa, si mossero in centinaia contro l’origine della SIVA in Russia, qui dovettero combattere contro i telai e le unità meccaniche di Rasputin. Molti morirono e i pochi che riuscirono a raggiungere il nucleo di SIVA appresero una terribile lezione: SIVA poteva infettare le armi e le armature dei Signori del Ferro, in realtà poteva infettare direttamente i compagni di Saladin. Per fermare la minaccia, Lady Jolder decise di farsi esplodere nel bunker di SIVA, sperando di bloccarla per sempre, purtroppo si sbagliava. 

siva_feature

L’ERRORE SI RIPETE

Così come Rasputin e i Signori del Ferro anche i Caduti si sono illusi di poter controllare e sfruttare SIVA a proprio piacimento; i Tecnosimbionti del Casato dei Diavoli accecati dalla sete di potere e dalla volontà di diventare divinità meccaniche hanno scelto di fondersi con questa tecnologia pensando così di imporvi un controllo diretto, in realtà si è verificato l’esatto opposto.
SIVA infatti ha trovato nuove pedine da mutare e infettare, soldati da sfruttare per espandersi ovunque e occupare nuove zone del Cosmodromo. Questa volta è toccato a noi fermare SIVA e i suoi burattini, come Aksis e Vosik, si spera una volta per tutte: non sappiamo infatti che alcuni nuclei e/o celle siano nascosti in altre zone della Terra o se Rasputin non sia stato in qualche modo infettato o compromesso dalla vicinanza con questa  terrificante tecnologia astuta e letale.

Fallen Location Rise of Iron

CONCLUSIONE

Bungie con i Signori del Ferro ha introdotto una tematica che può farci riflettere: i pericoli della tecnologia, quando essa infatti sfugge al controllo può diventare estremamente pericolosa fino a minacciare lo sopravvivenza del genere umano stesso.
Secondo voi affronteremo ancora SIVA oppure la minaccia autoreplicante è stata sventata una volte per tutte?

  • Claudio Genovese

    La affronteremo ancora 😉