Destiny 2

Gamingbolt ha pubblicato un articolo con i risultati delle proprie analisi riguardo le performance su PlayStation 4 e Xbox One di Destiny 2.
In attesa dell’arrivo della versione PC il prossimo 24 ottobre – che nel periodo di beta ha mostrato senza intoppi le potenzialità delle varie configurazioni – era inevitabile un confronto diretto tra le due piattaforme console.

Destiny fu un titolo cross-gen e ciò si è concretizzato in un’ottimizzazione buona ma non in grado di sfruttrare il potenziale del nuovo hardware.
Sì, il DLC i Signori del Ferro in realtà non era disponibile per Xbox 360 e PlayStation 3, ma la base preesistente non ha comunque permesso agli sviluppatori di spingere oltre Xbox One e PlayStation 4.

Con Destiny 2 la situazione è decisamente diversa, essendo un titolo pensato solo per console current-gen e per PC.
Tra le migliorie che si notano già ai primi passi nel mondo di gioco, ci sono la nuova palette di colori e lo stile artistico più ispirato; il tutto è reso più interessante da un rinnovato sistema di illuminazione. Destiny 2 infatti, grazie ad una illuminazione globale basata su calcoli fisici, sfrutta numerosi effetti dinamici, di trasparenza, di nebbia volumetrica e un sistema di simulazione physics-based per le particelle.
Le tecniche di post processing moderne, le texture più definite (specialmente su PS4 Pro, sottolinea gamingbolt.com), i riflessi e gli effetti meteo tra cui la pioggia fanno il resto.

Bungie ha fatto nuovamente un ottimo lavoro nell’ottimizzazione del gioco sulle diverse piattaforme: le versioni PlayStation 4 e Xbox One sono praticamente identiche.
Il target principale sono i 30fps e non si osservano cali nel corso del gioco.
La risoluzione di rendering si attesta a 1920×1080 pixel anche se ogni tanto la versione Xbox One sembra presentare un’immagine più soft, il che potrebbe indicare l’impiego di una risoluzione dinamica. In ogni caso, entrambe le versioni risultano completamente sovrapponibili senza differenze di sorta in termini di texture, filtri impiegati e distanze di visualizzazione.

Tuttavia su PlayStation 4 Pro si notano alcuni benefici per la qualità generale dell’immagine. Destiny 2 raggiunge l’obiettivo della risoluzione 4K, anche se in checkerboard e non nativa: lo si nota in alcuni artefatti su oggetti e materiali, ma nulla di visibile o compromettente dal momento che serve un buon fermo immagine (e annesso zoom-in) per prenderne coscienza. Su PS4 Pro gli utenti possono beneficiare di ombre migliorate, distanze di visualizzazione più grandi e texture meglio filtrate.
Miglioramenti non da poco, se considerata la forte dipendenza del gioco dalla CPU.

Destiny 2

La mancanza di una modalità 60 fps su PlayStation 4 Pro è stata a lungo discussa.
Tralasciando il discorso sulla disparità del frame-rate tra gli utenti nella stessa piattaforma, Destiny 2 non può andare oltre i 30 fps a causa della CPU. L’unità computazionale centrale di PlayStation 4 Pro, infatti, non è un grande upgrade rispetto a quella impiegata nella versione standard, il che avrebbe costretto gli sviluppatori ad implementare un buffer dinamico per la risoluzione che scalerebbe al ribasso pur di mantenere i 60 fps. Gamingbolt ricorda giochi come Titanfall 2 che, pur di mantenere costante il frame-rate, presenta fotogrammi renderizzati sotto i 720p.
Probabilmente, Bungie ritiene la qualità grafica e gli effetti grafici una parte importante dell’esperienza di gioco e pertanto non è disposta a sacrificarla in questo modo.

Destiny 2 si dimostra un successo, per quanto ci è possibile vedere adesso, anche dal lato tecnico. Si vedrà in seguito come la situazione si presenterà su PC e poi su Xbox One X.
Nel frattempo rimanete con noi per ulteriori news e guide legate al mondo di Destiny. Prossimamente troverete anche la nostra recensione!

  • oOstardastOo

    Su one s non cé ottimizzazione,figuriamoci su one..ragazzi in 3 per un cala i frame vanno giú pesantemente…su ps4 non pro non c’è il problema