L’E3 2017 di Los Angeles è stata l’occasione per parlare nuovamente di Destiny 2, l’attesissimo sequel della serie fantascientifica targata Activision.
Lo staff di Bungie ha infatti rilasciato varie interviste e dichiarazioni, permettendoci di conoscere qualche piccola ed inedita chicca riguardo Destiny 2.

Tutti sappiamo che il Titano avrà una nuova sottoclasse ossia la Sentinella, dotata di uno scudo che si potrà lanciare in pieno stile Capitan America. Luke Smith ha però rivelato che, nell’albero delle abilità della Sentinella, sarà inclusa anche “guardia dell’alba”, più comunemente chiamata “bolla”. Il Titano Difensore sarà quindi presente anche in Destiny 2, ciò potrebbe suggerire anche il ritorno del Cantore del Sole e della “radianza” per quanto riguarda lo Stregone anche se, nella acerba versione mostrata in occasione della presentazione di Destiny 2, questa abilità non compariva.

Ai microfoni di IGN.com, lo staff di Bungie ha inoltre dichiarato che la modalità PvP Rissa non sarà presente in Destiny 2, né verrà aggiunta in seguito.
Per quanto riguardo il drop, resterà il sistema degli engrammi mentre le armi non saranno più disponibili presso le fazioni ma solamente ottenibili appunto tramite drop.
Le armi esotiche potranno essere droppate oppure ottenute tramite specifiche quest.
In sintesi, il sistema più efficace per ottenere nuovi equipaggiamenti sarà proprio il drop, mentre l’acquisto presso i vendors verrà tralasciato.

Siete contenti del ritorno del Difensore? La politica “drop-centrica” vi soddisfa?