Si è da poco conclusa la live Twitch di Bungie dedicata all’attesa seconda espansione di Destiny 2, la Mente Bellica, contenuto in uscita l’8 maggio su tutte le piattaforme.
Ecco l’analisi di tutto ciò che ci è stato mostrato da Deej e co.!

Lo stream si apre con la vista di Marte in tutti i suoi caratteristici aspetti: sabbia, Phobos e colori molto caldi. Si nota sin da subito che il nostro Guardiano viene contattato Ana Bray, ovvero la figura femminile raffigurata nell’immagine promozionale dell’espansione La Mente Bellica, e subito dopo ci viene mostrato un piccolo trailer che raffigura Anastasia, il nome completo della Bray, che viene assaltata da un Alveare nascosto sotto i ghiacci dei poli di Marte.

Al termine dal trailer, ci viene mostrata la nuova modalità Escalation, una sorta di modalità a orde la quale si attiva sotto forma di evento pubblico, circa come la Forgia dell’Arconte di Destiny: I Signori del Ferro, il tutto accompagnato dalla Lancia Gravitonica rinnovata e un fucile a pompa dal design stile mente bellica (ricordate lo Sleeper?). Torna l’artefatto della spada, che abbiamo amato e odiato in Destiny 1, insieme a un altro artefatto il quale consiste in una lancia, da poter lanciare.

Dopo viene quindi presentato il nuovo sistema di gradi del Crogiolo, il quale sarà conteggiato sia nelle partite veloci che in quelle competitive, con l’unica differenza che nelle veloci non verrà conteggiata la sconfitta, nelle competitive invece sì. Si passa a mostrare le partite private, le quali faranno finalmente ritorno in Destiny 2 questo 8 Maggio. Sarà possibile selezionare mappa, modalità, tempo di gioco e novità, tempo di spawn, cosa nel primo capitolo non era possibile fare.
Il team ne approfitta per mostrare altre armi esotiche migliorate, come Nesso dei Bruciatori che come dicevamo in un precedente articolo, sparerà colpi esplosivi quando non si mira, o Sturm, che in PvP ucciderà con due colpi.

La stream si conclude con DeeJ che dichiara che in questo stream non è stato mostrato tutto e che ci sarà quindi molto altro da scoprire. L’8 maggio è vicino, siete pronti a tornare su Marte?